TOP

Un classico della cucina siciliana, le melanzane in agrodolce



la ricetta delle melanzane in agrodolce

Un piatto semplicissimo, tra i miei preferiti: le melanzane in agrodolce un classico della cucina siciliana.
Pochi ingredienti ma di qualità, e il piatto è pronto in fretta. Indispensabile un buon aceto di vino: non fatevi tentare dal balsamico, non sarebbe la stessa cosa.

Per la frittura, poi, io preferisco usare olio extravergine di oliva: ovviamente, non di quello nuovo o pregiato. Tengo da parte per quest’uso quello avanzato dall’anno precedente oppure approfitto delle offerte speciali al super (sfruttando i 2×1 si finisce per spendere poco più di altri oli, sicuramente meno saporiti)

LA RICETTA DELLE MELANZANE IN AGRODOLCE

Melanzane in agrodolce
Un classico della cucina sicula.
Write a review
Print
Ingredients
  1. 2 melanzane, del tipo a buccia chiara
  2. 30 ml di aceto di vino
  3. 1 cucchiaio di zucchero
  4. origano secco
  5. sale
  6. olio per friggere
Instructions
  1. Sbucciare le melanzane, tagliandole a fette regolari e non troppo spessa.
  2. Preparare una soluzione di acqua e sale grosso - io uso il doppio della quanttà che userei per salare la pasta - e immergervi le fette, lasciandole a mollo almeno un oretta.
  3. Non serve tanto per eliminare l'amaro delle melanzane (che amare ormai non si trovano più neppure al mercato) ma per fare assorbire meno olio in frittura.
  4. Dopo un'ora circa, strizzare le melanzana e friggerle a fuoco vivace e IN UN SOLO STRATO.
  5. Preparare intanto l'agrodolce, sciogliendo a caldo lo zucchero nell'aceto (facendolo così ridurre un po').
  6. Appena le melanzane sono ben dorate, versare l'aceto e lasciare sfumare.
Gennarino.org http://www.gennarino.org/wordpress2/



Allora, vi è piaciuto quello che abbiamo scritto? Se sì, condividetelo nei vostri social… ci renderete felici!
E se avete bisogno di aiuto, ricordatevi che la pagina Facebook Scatti Golosi e Gennarino.org è a vostra disposizione: scriveteci un messaggio nella pagina e vi aiuteremo prima possibile!
Grazie a tutti!

Perché anche in cucina non si smette mai di imparare, di crescere e - soprattutto - di meravigliarsi.

«

»

what do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.