Come si preparano gli Involtini di peperoni e melanzane



Come si preparano gli Involtini di peperoni e melanzane

Come si preparano gli Involtini di peperoni e melanzane, un secondo a base di verdura perfetto da mangiare freddo, in estate. Oppure da portare in ufficio, il giorno dopo, per un pranzo veloce e saporito. O anche in spiaggia, se siete in vacanza, oppure per un picnic… insomma, ci sono un sacco di situazioni perfette per provare questa preparazione, dopo aver scoperto – grazie a questa ricetta – c ome si preparano gli Involtini di peperoni e melanzane.

Come si preparano gli Involtini di peperoni e melanzane

Ingredienti
8 peperoni (gialli e rossi)
3 melanzane
pane un po’ vecchio
olive nere (greche se vi piacciono quelle piu’ saporite)
prezzemolo
pangrattato

Procedimento

Abbrustolire i peperoni in forno per poterli spellare, oppure pelarli a vivo (se non sapete farlo, guardate qui). Una volta spellati, tagliarli in fettine per il lungo, larghezza ca 5-6 cm.

Intanto tagliare le melanzane a tocchetti , infarinarle e friggerle in olio abbondante. Scolarle bene.
metterle nel mixer con pane a pezzetti, sale, pepe e tritare. Scegliete voi se preferite un mix grossolano o piu’ vicino a un puré, importante è che il risultato finale sia abbastanza cremoso.

Unire le olive e dare una mescolata rapida per non tritarle troppo.
Unire, infine, il prezzemolo tritato.

Mettete una cucchiaiata di ripieno sulla base di ogni striscia di peperone, arrotolate pressando bene (in modo che mantengano la forma durante la cottura) e adagiate in una pirofila unta d’olio (poco). Salate un poco la superficie dei peperoni, cospargete di pangrattato e fate gratinare in forno, 180 gradi.

Ps. non avendo voglia di friggere, le melanzane vengono ottime anche trifolate. Come per queste polpette, insomma. Assolutamente da provare. Oppure, grigliatele in questo modo: non avranno nulla da invidiare alla frittura.

 

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.