TOP

Come preparare il burro in casa



Nonostante la facilità con cui si riesce a reperire in commercio un buon burro, ci sono alcune preparazioni per cui vale la pena di provare a prepararlo in casa a partire da panna fresca.

Preparare il burro in casa

Si pensi per esempio ad una crema al burro, sicuramente più delicata se preparate con un burro freschissimo. Oppure ai burri salati, ottimi accompagnamenti per vari tipi di crostini, impossibili da trovarsi in Italia (come quello al sale grosso).
Preparare in casa un buon burro non è affatto difficile: è sufficiente un buon sbattitore, di quelli adatti a montar la panna. Si procede esattamente allo stesso modo: solo, quando la panna è pronta, si continua a sbattere imperterriti. Lo stadio successivo a questa, infatti, è il burro.Una volta pronto, lo si strizza per liberarlo dal latticello e lo si lava benissimo sotto l’acqua corrente (magari, appoggiandolo in un colino da brodo).

Unico ingrediente necessario, la panna fresca.

 

Procedimento
Mettere la panna ben fredda in una ciotola e avviare lo sbattitore. Dopo qualche minuto, si sarà formata la panna. Continuando a sbattere, si formerà il burro. Una volta che questo si sarà trasformato in una palla e si sarà: attaccato alle fruste, smettere di sbattere e spostare il burro in un colino spremendo il siero in eccesso. Sciacquare benissimo sotto l’acqua corrente (sino a quando questa non si presenterà perfettamente limpida, e spremere in modo da tirare via più acqua possibile.

Volendo, invece, prepararlo con un barattolo è sufficiente mettere la panna all’interno di questo (anche in questo caso la panna deve essere ben fredda), chiuderlo e iniziare a sbattere. Quando si forma la palla di burro nel barattolo, si toglie il liquido, si rimpiazza con altrettanta acqua fredda (di frigo) e si continua a sbattere più dolcemente. Si ripete l’operazione fino a che l’acqua non esce limpida o quasi.

Il burro preparato in casa va conservato – per pochi giorni al massimo – in un barattolo chiuso ed in frigo. E’ ottimo da consumarsi crudo o fuso: non è adatto, invece, a soffritti o fritture.

Le foto sono di Paoletta. Qui la discussione nel forum, dove potrete – qualora ne abbiate bisogno – chiedere aiuto.

«

»