TOP

La ricetta della caponata siciliana



la ricetta della caponata siciliana

Una vecchia ricetta dal forum, di quelle da salvare: la ricetta della caponata siciliana di Albenghi. Vecchie foto, brutte sicuramente, ma ci sono affezionata. E se proverete questa ricetta vi ci affezionerete pure voi. Promesso.

La ricetta della caponata siciliana
Serves 6
Write a review
Print
Prep Time
1 hr
Prep Time
1 hr
Ingredients
  1. 5 melanzane
  2. 100 gr. di olive bianche
  3. 2 peperoni (1 giallo e 1 rosso)
  4. 50 gr. di capperi
  5. 100 gr. di coste di sedano
  6. 3 cipolle rosse
  7. 1 tazza di salsa di pomodoro fresco
  8. 30 gr. di zucchero
  9. 2 cucchiai di aceto bianco
  10. uva passa e pinoli
  11. 1/4 di olio d'oliva
  12. 150 gr. di mandorle tostate
Instructions
  1. Taglia le melanzane in cubetti di 3 cm. mettile a scolare dentro un colapasta cosparse di sale grosso e quando avranno perso l’amaro sciacquale velocemente sotto l’acqua corrente, asciugale e friggile in abbondante olio EVO.
  2. Quindi friggi anche i peperoni che taglierai a quadratini di 2 cm. Soffriggi la cipolla insieme al sedano (che avrai precedentemente scottato) e le olive snocciolate e tagliate a metà; unisci i pinoli e l'uva passa (rinvenuta in acqua tiepida). Aggiungi l’aceto in cui avrai fatto sciogliere lo zucchero.
  3. Infine irrora con la salsa di pomodoro, regola di sale e spegni il fuoco. Trasferisci su un piatto da portata e, una volta intiepidita, taglia le uova sode in quattro spicchi e guarnisci spolverizzando con foglioline di basilico e le mandorle tritate.
Gennarino.org http://www.gennarino.org/wordpress2/

 

 

la ricetta della caponata siciliana


Allora, vi è piaciuto quello che abbiamo scritto? Se sì, condividetelo nei vostri social… ci renderete felici!
E se avete bisogno di aiuto, ricordatevi che la pagina Facebook Scatti Golosi e Gennarino.org è a vostra disposizione: scriveteci un messaggio nella pagina e vi aiuteremo prima possibile!
Grazie a tutti!

Perché anche in cucina non si smette mai di imparare, di crescere e - soprattutto - di meravigliarsi.

«

»

what do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.