La ricetta dei mostaccioli napoletani



ricetta dei mostaccioli napoletani

Questa ricetta dei mostaccioli napoletani è una delle ricette natalizie napoletane per eccellenza:  sono caratterizzate dalla forma romboidale e dal profumo caratteristico di pisto, che è poi il profumo tipico della pasticceria napoletana.

Non sono difficili: per la perfetta riusciuta di questa ricetta dei  mostaccioli napoletani basta rispettare due regole fondamentali. La prima, il riposo dopo l’impasto che serve a dare compattezza all’impasto e la lavorazione con le mani bagnate che vi permetterà anche di dare la tipica forma romboidale anche senza usare il tipico coppapasta difficilmente reperibile lontano da Napoli.

La ricetta dei mostaccioli napoletani

Gli ingredienti dell’impasto

600 gr di zucchero
200 gr di miele
200 gr di marmellata di albicocche
50 gr di cacao
15 gr di pisto (quel misto di spezie che regala alla pasticceria napoletana quel profumo unico)
10 gr di bicarbonato di ammonio
175 gr di acqua
175 gr di vino dolce, anche moscato
300 gr di mandorle tritate

Gli ingredienti della glassa

100 gr di cioccolato fondente
200 gr di zucchero
160 gr di acqua

La preparazione dell’impasto

Disponete a fontana 1 kg di farina debole, aggiungete 600 grammi di zucchero, 200 grammi di miele, 15 grammi di pisto, 50 grammi di cacao, 10 grammi di bicarbonato di ammonio, 200 grammi di marmellata di albicocche e 175 grammi di vino moscato. Impastate ed aggiungete le mandorle tritate. Lasciate riposare il’impasto per 24 ore. Il giorno dopo stendete l’impasto con il mattarello fino ad uno spessore di un centimetro. Tagliate a rombi e metteteli su una teglia. Spennellate con acqua ed infornate per 20 minuti a 180 gradi.

La preparazione della glassa

Mettere in un tegamino acqua e zucchero e fare bollire fino a quando lo sciroppo non si è ridotto più o meno della metà. Aggiungere il cioccolato grattugiato e fare sciogliere bene.
Appena raffreddati glassateli e lasciate asciugare.

La ricetta dei mostaccioli napoletani in video



Ti è piaciuto questo post? Facci sapere quanto, dandoci un voto attraverso le stelle che trovi qui sotto. E se hai domande o argomenti da approfondire, faccelo sapere nei commenti: saremo felici di darti le risposte che cerchi in nuovi post dedicati.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5,00 voti su 5)
Loading...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.