Come sostituire il lievito con cremor tartaro e bicarbonato

14-12-12_crmt_01

Se volete togliervi lo sfizio di fare un dolce che abbia un gusto davvero tradizionale, provate una volta a sostituire il lievito in bustine normalmente venduto al super con una miscela di cremore e bicarbonato.

Il bicarbonato di sodio è in grado di liberare anidride carbonica una volta poste a contatto con l’acqua. Perché questo accada, è necessario che l’ambiente in cui si trova sia acido (per neutralizzare la sua alcalinità). Per questo motivo va miscelato  con dell’acido tartarico (noto anche come cremore tartaro).

In pratica, per poter utilizzare il comune bicarbonato come polvere lievitante, bisogna mischiarlo con del cremor tartaro, in modo da far acidificare l’ambiente di lievitazione. Meglio fare questa operazione immediatamente prima del suo utilizzo. Se invece si preferisce mescolare prima e conservare, la miscela va riposta in luogo asciutto e in barattolo ben chiuso.

Il cremor tartaro si può tranquillamente acquistare nei negozi specializzati per la vendita di prodotti chimici, enologici o direttamente in farmacia.  

La dose per sostituire il lievito chimico con il cremore di tartaro e il bicarbonato, per il mezzo kg  di farina è:
12 gr di cremor tartaro
8 gr di bicarbonato

Irrinunciabile per dolci tradizionali come la Brazadela o il Bensone emiliano. O il ciambellone bolognese, dolci di cui pubblicherò le ricette nei prossimi giorni ma che, intanto, potete trovare nel forum.

ciambellone-bolognese

La foto in alto è di Cuochi di Carta.

Leave a Reply

Stai usando Ad Blocker, vero?

Il nostro sito web è on line grazie alla pubblicità. Se puoi, supportaci disabilitando Ad Blocker per questo sito: non avrai video o altre pubblicità invasive... è una promessa!

Refresh