Strudel alle pere



ricetta dello Strudel alle pere

Questa ricetta dello strudel alle pere è stata pubblicata da Lamù, che la racconta così: “Non so se l’ho già scritta poiché non la riesco a trovare con la ricerca però volevo condividere la ricetta per strudel che, nelle tempo, ho deciso essere la migliore che ho mai provato poichè è la più povera di burro e allo stesso tempo molto profumata grazie alla presenza delle pere
Non ricordo più da dove proviene, so solo che l’autrice si chiama Carla”.

LA RICETTA DELLO STRUDEL ALLE PERE

Ingredienti
Per la pasta
150gr farina
1 uovo
50gr burro fuso
3 cucchiai di acqua
un pizzico di sale

Ripieno
500gr. mele renette
250gr. pere sode (Abate)
60gr. pinoli
60gr. Uvetta
3 fette pancarrè
100gr. zucchero
cannella
estratto di vaniglia

Procedimento
Preparare la pasta mettendo insieme tutti gli ingredienti avendo cura di lavorarla energicamente con le mani ,battendola e torcendola. Formare una palla, pennellarne la superficie con un po’ di burro fuso e metterla a riposare per circa mezz’ora sotto un recipiente precedentemente scaldato in forno(un pentolino etc,).

Preparare in una terrina il ripieno; sbucciare e tagliare a fette non tanto sottili la frutta, unire l’uvetta ammollata nel rum o nell’acqua tiepida, i pinoli, il pancarrè sbriciolatoo grossolanamente, lo zucchero, la vaniglia e cannella a volontà. Mescolare il tutto.

Tirare la pasta molto sottile, porre nel mezzo il ripieno ripiegare la pasta ottenendo un rettangolo.

Spennellare con l’uovo e cuocere in forno 180gradi per 40 minuti.

 

 



Ti è piaciuto questo post? Facci sapere quanto, dandoci un voto attraverso le stelle che trovi qui sotto. E se hai domande o argomenti da approfondire, faccelo sapere nei commenti: saremo felici di darti le risposte che cerchi in nuovi post dedicati.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessuno ha votato sinora... sii il primo!)
Loading...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.