Gennarino.org ringrazia tutti gli utenti che hanno dato fiducia al nostro progetto per quasi 20 anni, e che, grazie al grande lavoro fatto da tutto lo Staff (rigorosamente a titolo gratuito), hanno portato il forum a diventare uno dei principali punto di riferimento degli appassionati di cucina del web italiano.
Purtroppo, causa motivi personali, non ho più modo di gestirlo e portarlo avanti. Il forum viene ora posto in uno stato di sola lettura: un archivio storico che permetta a chiunque di fruire di tutte le discussioni trattate.

piadina e crescioni romagnoli*

L'angolo della tradizione: ricette, ingredienti, modalità di cottura, aneddoti e tutto quello che vorrete raccontare sulle tradizioni nostre e di altri paesi.
Regole del forum
Prima di cominciare a scrivere messaggi in questo forum, vi consigliamo di seguirlo silenziosamente (continua)

piadina e crescioni romagnoli*

Messaggioda sereme » 14/11/2006, 16:25

ingredienti:
1 kg.farina 0
100 gr.strutto
250 ml.acqua
250 ml.latte
1 pizzico di bicarbonato(diciamo un cucchiaino da caffe' SCARSO)
20 gr.sale fino(si puo' usare anche il sale grosso se non avete paura di rompervi un dente :grin: )
x i crecioni:erbette miste lessate e ripassate in padella con olio,aglio sale e pepe(volendo anziche'olio si puo' utilizzare lardo battuto) .

impastare tutti gli ingredienti solidi unendo acqua e latte ben caldi(questo aiutera'a sciogliere lo strutto ) ,fare riposare 30 min.porzionare in palline da circa 200 gr.,stendere sottilmente e cuocere in una teglia preferibilmente di ghisa,avendo cura di rigirare la piadina dall'altro lato non appena sara' colorata. Per fare i crescioni si stende la pasta e si farcisce a mo' di panzerotto(come dice la BOBI :grin: )avendo cura di sigillare bene i bordi.


Immagine
Avatar utente
sereme
 
Messaggi: 1978
Iscritto il: 20/11/2003, 14:27
Località: Romagna

Ti è stata utile questa discussione? Allora puoi ringraziarci condividendola sulle tue pagine social

In questo modo, ci aiuterai ad aumentare la popolarità di gennarino.org! Grazie! Condividi su Facebook

Messaggioda sereme » 14/11/2006, 18:13

vulkanino ha scritto:Io ho sempre fatto le piadine... alla romana! Con somma soddisfazione dei commensali (e mia).

In 250gr di acqua fai sciogliere 35gr di strutto. Aggiungi un pizzico di sale (anche senza sale va benissimo, soprattutto se il companatico sarà ben saporito). Niente bicarbonato (rende l'impasto troppo duro).

Setaccia 360gr di farina 0 (o anche 00) e 100gr di farina di farro (verranno morbidissime). Aggiungi il mix di farine setacciate e mescola con una forchetta. Quando l'impasto si fa più duro, versa sulla tavola ed impasta a mano. Impasta bene, se dovesse risultare troppo appiccicoso aggiungi pochissima farina per volta. Avvolgi in cellophane per almeno mezz'ora.

Scaduto il tempo, metti della farina sulla spianatoia, prendi un pezzo di impasto, fanne una pallina e stendila col mattarello. Il disco di pasta deve essere sottile, ma non sottilissimo.

Se vuoi puoi impilare le piadine su un piatto, ma infarinale bene sopra e sotto.

Metti una piadina su una padella di ghisa o una antiaderente. Bucherella con una forchetta per evitare le bolle. Con un colpo di polso (:)) gira la piadina e cuoci anche l'altro lato.

Il risultato sono piadine morbidissime nonostante siano decisamente più basse di quelle di sereme e senza latte.

;)

mhhhhhhhh interessante,copio/incollo le provero' senz'altro tanto piu' che adesso so esattamente come impastare a mano :sad:
Avatar utente
sereme
 
Messaggi: 1978
Iscritto il: 20/11/2003, 14:27
Località: Romagna

Messaggioda sereme » 15/11/2006, 10:29

lamù ha scritto:
Adriano ha scritto:a Forlì l'ho mangiata fritta con squaquerone e rucola, la tagliavano a rombi e nel friggerla si gonfiava a palloncino, molto buona, l'ho rifatta anche a casa. Tra gli ingredienti dell'impasto figurava il miele, sai nulla?


Sicuro fosse piadina?
Dalla descrizione a me ricorda più la crescentina, sorella meno cicciotta dello gnocco modenese.

Grazie per la ricetta Sereme... forse è la volta buona che posso testare il testo per la piadina di Monte Tiffi acquistato più di un anno fa e ancora impacchettato 8)

http://www.mitidiromagna.it/teglie_montetiffi.asp


Rispondo ad Adriano:mai sentita nominare :shock:
A te Simona vorrei dire di fare attenzione con la teglia di Montetiffi,anch'io l'ho comprata lì,ma a me hanno sconsigliato di usarla alcalore diretto del gas,infatti io non ho ancora avuto il coraggio di usarla :-)
Avatar utente
sereme
 
Messaggi: 1978
Iscritto il: 20/11/2003, 14:27
Località: Romagna

Messaggioda lamù » 15/11/2006, 10:38

sereme ha scritto:
A te Simona vorrei dire di fare attenzione con la teglia di Montetiffi,anch'io l'ho comprata lì,ma a me hanno sconsigliato di usarla alcalore diretto del gas,infatti io non ho ancora avuto il coraggio di usarla :-)


Il produttore infatti mi ha raccomandato di usarla con uno spargifiamma in ghisa.
Il motivo per cui non l'ho ancora usata è proprio la paura di romperla perchè, fino ad ora, ho trovato solo spargifiamma con diametro inferiore a quello della teglia e non so se va bene... :shock:
lamù
 

Messaggioda sereme » 15/11/2006, 10:42

Teresa/gennarino ha scritto:
Io la uso con lo spargifiamma.:D E la piadina me l'ha fritta davanti ai miei occhi la rezdora di casalborsetti... :sad:

AHhhhhhhhh ma la rezdora NON e' romagnola romagnola se e' di casalborsetti :-o :grin:
mi spiego: qui in zona non e' tradizione fare la piadina fritta,perlomeno non nel cesenate,non nella mia famiglia e in quelle conoscenti :-)
Avatar utente
sereme
 
Messaggi: 1978
Iscritto il: 20/11/2003, 14:27
Località: Romagna

Messaggioda TeresaDeMasi » 15/11/2006, 10:47

sereme ha scritto:mi spiego: qui in zona non e' tradizione fare la piadina fritta,perlomeno non nel cesenate,non nella mia famiglia e in quelle conoscenti :-)


Non ho detto che e' romagnola ma che "esiste". Di mio posso aggiungere che era buona assaje. E, ovviamente, fritta nello strutto. :sad:
Vi è piaciuto quello che avete letto? Se vi va, potete ringraziarci aiutandoci a crescere condividendo questo post nelle vostre bacheche. Grazie a chiunque deciderà di farlo.
Il mio blog: http://www.scattigolosi.com
Avatar utente
TeresaDeMasi
Site Admin
 
Messaggi: 25519
Iscritto il: 02/05/2002, 20:14
Località: Formigine (MO)

Re: piadina e crescioni romagnoli

Messaggioda sereme » 15/11/2006, 11:00

--- Glutine --- ha scritto:Vorrei specificare che l'impasto deve risultare bello sodo.
Poi tu NON lo punzecchi in cottura con la forchetta vero?

Bravo Glutine hai ragione! :D
Sì io non lo punzecchio e ti spiego il perche':quando l'impasto e' venuto VERAMENTE bene dovrebbe gonfiarsi in cottura (un po' come il pane pita)per far sì che poi lo spicchio di piadina possa essere farcito con squacquerone o affettati,tuttavia questa e' la tendenza di casa mia, mia madre non ha soddisfazione piu' grande quando questo accade,mia suocera al contrario punzecchiava ostinatamente mentre cuoceva perche' secondo lei doveva rimanere bassa bassa :-)
Avatar utente
sereme
 
Messaggi: 1978
Iscritto il: 20/11/2003, 14:27
Località: Romagna

Messaggioda laurasolu » 15/11/2006, 16:40

Mi intrometto, dopo tante letture su questo sito, posso portare un piccolo contributo.
La mia famiglia è del cesenate-Bertinoro. In casa mia la piadina si punzecchia...e il mio nonno materno, ma solo per lui, preferiva i cressioni, fritti nello strutto. certo il sapore è diverso, lo ricordo da piccola ne assaggiavo sempre un pezzetto. solo per lui veniva fatto. non so dire da cosa venisse questa pratica. se fosse una cosa che preferiva lui solo o che nella sua famiglia si facesse così.
In effetti lui aveva abitudini alimentari diverse rispetto ai nonni paterni, eppure distanti una decina di chilometri. Lui ad esempio adorava gli gnocchi di patate conditi col ragu di carne, spolverati di parmigiano, zucchero e cannella. dire che di sicuro non è mai stato un uomo di mondo credo non si sia mai spostato in un raggio di pochi chilometri.
ciao
LAura
laurasolu
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 27/10/2006, 14:04
Località: Forlì

Messaggioda orione » 15/11/2006, 17:01

laurasolu ha scritto: Lui ad esempio adorava gli gnocchi di patate conditi col ragu di carne, spolverati di parmigiano, zucchero e cannella.


ciao Laura, benvenuta! :D
forse tuo nonno aveva origini ferraresi?
perche' lo fa anche mia suocera, nata e cresciuta a Jolanda di Savoia (provincia di Ferrara) :-)
Avatar utente
orione
 
Messaggi: 700
Iscritto il: 10/10/2005, 15:44
Località: Modena

Messaggioda laurasolu » 15/11/2006, 17:16

grazie del benvenuto, non credo avesse origini ferraresi, la sua era una di quelle famiglie da sempre mezzadri. che si muovevano pochissimo, considera poi l'epoca. Non ha neppure fatto la guerra, quindi proprio si è spostato di poco. però a me piacevano tanto i suoi gnocchi!. :sad:
ciao
Laura
laurasolu
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 27/10/2006, 14:04
Località: Forlì

Messaggioda luvi » 27/03/2007, 14:12

Buongiorno,
ecco la ricetta che uso io per fare le PIADINE:
Ingredienti:

500 gr farina
90 gr strutto
100 gr latte
100 gr acqua
1/2 cucchiaino di bicarbonato

io il sale non lo metto tanto poi le piadine si accompagnano con ingredienti saporiti..:)

L'impasto risulta sodo e compatto.

ho tagliato a rondelle grosse e le ho stese col matterello abbastanza sottili ( a me piacciono così..ma nei chioschi le trovi di diversi spessori)

Nella mia tradizione le piadine non devono crescere e fare bolle ne essere forate con la forchetta..:)

Scaldo la padella antiaderente che uso per le crepes e tengo il fornello grande al massimo del Gas.

Pochi minuti per lato e ciascuna piadina è cotta .:)

Oggi avrei dovuto provare questo impasto per un tentativo di "pizza fritta".. come avevo promesso tempo fa.. ma non ce l'ho fatta.. ero sola.. e mi sono viziata...

me le sono fatte solo per me.. e poco fa me ne sono pappata una calda con prosciutto e formaggio molle...:D

Immagine
Immagine
Immagine


ecco le foto:
luvi
 

Re: piadina e crescioni romagnoli

Messaggioda piero » 05/05/2007, 16:19

sereme ha scritto:ingredienti:
1 kg.farina 0
100 gr.strutto
250 ml.acqua
250 ml.latte
1 pizzico di bicarbonato(diciamo un cucchiaino da caffe' SCARSO)
20 gr.sale fino


Ciao, Sere. Volevo dirti che l'altra sera ho fatto le piadine con la tua ricetta...Sono le migliori che io abbia mai fatto!!! Grazie. :o

Per par condicio la prossima volta proverò quelle di Luvi, a occhio, guardando la ricetta, mi sembrano più cariche di strutto e più deboli di liquidi.
Vi farò sapere.

P.S. foto non ho fatto a tempo a farle....
"Suvvia, Pieruccio, ma tu per me sei un premio del destino, mica la fortunata vincita di un concorso"(Anita, 31.12.09)
I Pasticci dello Ziopiero
Avatar utente
piero
 
Messaggi: 5714
Iscritto il: 25/03/2006, 21:05
Località: Roma

Messaggioda piero » 07/05/2007, 20:59

Stasera ho fatto quelle di Luvi.
Buonissime anche queste; non saprei scegliere tra le 2 (Luvi-Sereme).
Quelle di Luvi le definirei un pelino più morbide (d'altra parte c'è più strutto). A questo punto è solo questione di gusti.
Penso che per il futuro alternerò le une alle altre (tanto qui le facciamo spessimo!)

Saluti
"Suvvia, Pieruccio, ma tu per me sei un premio del destino, mica la fortunata vincita di un concorso"(Anita, 31.12.09)
I Pasticci dello Ziopiero
Avatar utente
piero
 
Messaggi: 5714
Iscritto il: 25/03/2006, 21:05
Località: Roma

Messaggioda piero » 20/05/2007, 16:50

Ho completato il trittico di esperimenti e oggi a pranzo ho fatto quelle di vulkanino (vedi pag precedente), con la farina di farro.

Sorprendentemente buone!
Sere, tu le hai provate? Che ne pensi?
Son curioso di sentire i pareri delle esperte...

Dite, dite.
"Suvvia, Pieruccio, ma tu per me sei un premio del destino, mica la fortunata vincita di un concorso"(Anita, 31.12.09)
I Pasticci dello Ziopiero
Avatar utente
piero
 
Messaggi: 5714
Iscritto il: 25/03/2006, 21:05
Località: Roma

Messaggioda TeresaDeMasi » 21/05/2007, 16:39

sereme ha scritto:
Teresa/gennarino ha scritto:
Io la uso con lo spargifiamma.:D E la piadina me l'ha fritta davanti ai miei occhi la rezdora di casalborsetti... :sad:

AHhhhhhhhh ma la rezdora NON e' romagnola romagnola se e' di casalborsetti :-o :grin:


Ho approfondito: la rezdora mi ha detto che quella che ha fritto non era piadina ma un'altra pasta. CHe assomiglia al gnocco fritto. :-)
Vi è piaciuto quello che avete letto? Se vi va, potete ringraziarci aiutandoci a crescere condividendo questo post nelle vostre bacheche. Grazie a chiunque deciderà di farlo.
Il mio blog: http://www.scattigolosi.com
Avatar utente
TeresaDeMasi
Site Admin
 
Messaggi: 25519
Iscritto il: 02/05/2002, 20:14
Località: Formigine (MO)

Prossimo

Torna a Tradizioni in Cucina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

by Scatti Golosi

La redazione di questo forum è costituita anche da diversi blog che ne condividono il progetto, e cioè:
buzzoole code