Gennarino.org ringrazia tutti gli utenti che hanno dato fiducia al nostro progetto per quasi 20 anni, e che, grazie al grande lavoro fatto da tutto lo Staff (rigorosamente a titolo gratuito), hanno portato il forum a diventare uno dei principali punto di riferimento degli appassionati di cucina del web italiano.
Purtroppo, causa motivi personali, non ho più modo di gestirlo e portarlo avanti. Il forum viene ora posto in uno stato di sola lettura: un archivio storico che permetta a chiunque di fruire di tutte le discussioni trattate.

Pizza 3.0 - La ricetta

Un nuovo forum, unico, che sostituirà i tradizionali 4 (che resteranno, in sola lettura) per rendere più agevole e veloce la navigazione. Qualora abbiate bisogno di informazioni sui vecchi post, avviate pure qui il vostro topic. Vi aiuteremo volentieri.

Pizza 3.0 - La ricetta

Messaggioda Lungo » 27/04/2013, 7:00

Nonostante non abbia visto qui una particolare passione per la pizza, volevo completare con la 3.0 un percorso di insegnamento che era rimasto monco mesi fa, quando pubblicai l'Introduzione alle Spezzature a Più Farine ma poi non feci seguire una ricetta.

Bene, per la disperazione dei veneziani, oggi colmiamo la laguna.

Spero che abbiate digerito i concetti espressi nel thread di introduzione alle spezzature superiori alle due farine... se non lo avete fatto, fatelo che è meglio.

La ricetta, quindi, come vi aspettate ed avevo anticipato comporta l'uso di una farina integrale in più, ma anche di un diverso modo di lavorazione che è necessario per poter usare l'integrale in maniera conveniente. Per far ciò, dovete avere un minipimer (un mixer a immersione) o un frullatore abbastanza capiente.

Ricordate la vecchia ricetta della Spezzatura a Due Farine? Ok, a quella aggiungiamo uno step iniziale in più.

Cominciamo con le dosi: rispetto al 100% della farina della spezzatura a due, aggiungete un 7% di farina integrale. Anche l'acqua, va aumentata del 7%, ma partendo dal 70% di idratazione, questo perché vedo che molti hanno problemi di umidità residua nella farina che sballa spesso il risultato. Ora, se tutto va bene, avrete un 100% di farina e un 70% di idratazione circa.

In altre parole, da 10 kg di farina in totale passerete a 10,700 kg di farina, mentre con l'acqua passereste da 7 litri a 7,5 litri.

Ora vediamo il metodo, il passaggio iniziale da fare prima di tutto. Versate nel classico bicchierone del minipimer o del frullatore tutta la farina integrale ed il doppio dell'acqua in peso (mezzo kg di integrale - 1 litro di acqua), più il lievito e lo zucchero che già avete visto nella precedente ricetta. Frullate il tutto a velocità media, fino a quando non vedete che fa la schiuma marroncina. Il composto non deve scaldarsi, deve rimanere freddo, per questo non fatelo girare troppo veloce e troppo a lungo. Finita questa fase e disciolti tutti i grumi, mettere il composto a riposare in frigo per 5-10 minuti.

A questo punto, iniziate a mettere nell'impastatrice la farina di grano duro, l'acqua che avete visto sull'altra ricetta e prendete dal frigo il composto e versatelo tutto nell'impastatrice. Da qui in poi, la ricetta è uguale a quella della spezzatura a due farine, perciò procedete come ormai sapete fare bene e con la consueta manualità.

Noterete una incordatura più liscia e anticipata, così come a volte l'avvolgersi dell'impasto sul gancio: non preoccupatevi e rispettate i tempi della ricetta della spezzatura a due. L'impasto sarà più trattabile in molti momenti, e spero che ve ne accorgerete.

Spero che adesso abbiate compreso il perché era necessario che in tanti imparaste la spezzatura a due farine, perché quella rimane il nocciolo duro di ogni preparazione che vi suggerirò e di quelle che vi inventerete voi, perché adesso credo siano chiari i punti fermi che devono essere sempre rispettati, utilizzando magari un po' di creatività: il minipimer, ad esempio, vi fa allungare i tempi di impasto per una sola farina invece che per tutte, in più lavora sulle fibre che non sono idrosolubili e vi consente una perfetta distribuzione del lievito di birra, che in quel modo si attiva ma non va in autolisi perché trova zuccheri e amidi lenti da lavorare.

Buon divertimento, quindi!
Le persone prive di senso dell'umorismo sono pregate di non rispondere ai miei post. Sto contando le unità intelligenti del pianeta.
Avatar utente
Lungo
 
Messaggi: 130
Iscritto il: 08/02/2013, 19:24
Località: Casalpalocco Saudito

Ti è stata utile questa discussione? Allora puoi ringraziarci condividendola sulle tue pagine social

In questo modo, ci aiuterai ad aumentare la popolarità di gennarino.org! Grazie! Condividi su Facebook

Re: Pizza 3.0 - La ricetta

Messaggioda SteO153 » 29/04/2013, 11:39

Lungo ha scritto:Nonostante non abbia visto qui una particolare passione per la pizza

Ho notato che non è la prima volta che muovi questa critica nei confronti del forum. Ma in base a quali fatti? Alle risposte ai tuoi topic?
Perché io non penso proprio che sia così, a essere sinceri lo trovo un forum molto interessato ai lievitati (forse troppo per chi come me ancora non è entrato nel magico mondo del Saccharomyces cerevisiae). Forse essendo un forum generalista e non specializzato in pizza le persone che lo frequentano e gli argomenti che si trovano sono diversi, come è in qualsia di libro di cucina generalista e la pizza può non essere il primo interesse degli utenti. Se fai una veloce ricerca troverai diversi topic con ricette per fare la pizza e lunge discussioni sull'argomento (con Adriano, Paoletta e MrSmith tra i più prolifici). La pizza in teglia di Adriano è del 2006 con 7 pagine di commenti, quella senza impasto di Paoletta ha avuto quasi 300 risposte. Bisogna anche considerare che questo forum compirà 11 anni tra pochi giorni e molte persone dopo aver provato e perfezionato per diverso tempo una ricetta ora difficilmente la cambiano.
Insomma, questa critica non riesco proprio a capirla, a meno che io non veda i fatti che ti portano a questa conclusione.
Stefano
Dio aveva fatto soltanto l'acqua, ma l'uomo ha fatto il vino! (Victor Hugo)
Avatar utente
SteO153
Traghettatore
 
Messaggi: 5410
Iscritto il: 06/05/2007, 14:12
Località: Turicum, Helvetia

Re: Pizza 3.0 - La ricetta

Messaggioda Lungo » 30/04/2013, 0:44

SteO153 ha scritto:
Lungo ha scritto:Nonostante non abbia visto qui una particolare passione per la pizza

Ho notato che non è la prima volta che muovi questa critica nei confronti del forum. Ma in base a quali fatti? Alle risposte ai tuoi topic?
Perché io non penso proprio che sia così, a essere sinceri lo trovo un forum molto interessato ai lievitati (forse troppo per chi come me ancora non è entrato nel magico mondo del Saccharomyces cerevisiae). Forse essendo un forum generalista e non specializzato in pizza le persone che lo frequentano e gli argomenti che si trovano sono diversi, come è in qualsia di libro di cucina generalista e la pizza può non essere il primo interesse degli utenti. Se fai una veloce ricerca troverai diversi topic con ricette per fare la pizza e lunge discussioni sull'argomento (con Adriano, Paoletta e MrSmith tra i più prolifici). La pizza in teglia di Adriano è del 2006 con 7 pagine di commenti, quella senza impasto di Paoletta ha avuto quasi 300 risposte. Bisogna anche considerare che questo forum compirà 11 anni tra pochi giorni e molte persone dopo aver provato e perfezionato per diverso tempo una ricetta ora difficilmente la cambiano.
Insomma, questa critica non riesco proprio a capirla, a meno che io non veda i fatti che ti portano a questa conclusione.


Boh, senti, vengo da un forum mooooolto meno noto dove i miei thread hanno passato le decine di migliaia di letture e decine di pagine con facilità. Sono male abituato, forse, che ti devo dire... a me fa piacere stare qui da Teresa, vedo che comunque ci sono letture dei post, però qui non vedo molta partecipazione e mi scoraggio un po'. Sarà come dici tu, che qui l'ambiente è diverso e, poi, alcuni si sono stabilizzati su alcune ricette e da lì non si muovono. Che ti devo dire... Per quanto posso dirti io, questa ricetta è stata la base con cui ho vinto un campionato del mondo e ci sono molti pizzaioli in giro per l'Italia e nel mondo che la utilizzano. Riesce anche a casa, non è difficile, sono sette anni che va avanti, per cui sto abbastanza sicuro di quello che propongo. Forse hai ragione tu, questo non è un forum di pizza ma anche di altro. Bene. Allora tirerò fuori qualcuna delle mie ricette di cucina e vediamo come va... ero un single terribile, con me le donne non arrivavano ai fornelli ma manco.... :D :D :D :D
Le persone prive di senso dell'umorismo sono pregate di non rispondere ai miei post. Sto contando le unità intelligenti del pianeta.
Avatar utente
Lungo
 
Messaggi: 130
Iscritto il: 08/02/2013, 19:24
Località: Casalpalocco Saudito

Re: Pizza 3.0 - La ricetta

Messaggioda Lungo » 01/05/2013, 17:03

Ah, se qualcuno di voi mi "amica" su Facebook, tanto sono Marco Lungo, vede anche con questa ricetta che pane ci viene fuori... ci sono delle foto recenti di un amico veneto, può essere divertente capire qualcosa in più su come funzionano le equazioni chimiche delle ricette...
Le persone prive di senso dell'umorismo sono pregate di non rispondere ai miei post. Sto contando le unità intelligenti del pianeta.
Avatar utente
Lungo
 
Messaggi: 130
Iscritto il: 08/02/2013, 19:24
Località: Casalpalocco Saudito

Re: Pizza 3.0 - La ricetta

Messaggioda mrmr » 13/05/2015, 10:08

Grazie, Lungo per questa ricetta! La pizza è divina, ha un sapore ed una consistenza indescrivibile, l'abbiamo mangiata ieri sera, dopo 48 ore di maturazione in frigo. Ne ho fatto una con il pomodoro e l'origano e una bianca che addirittura si apriva in due per farcirla senza l'uso del coltello! L'olio su entrambe l'ho messo a crudo, dopo la cottura. Ecco le foto di quel che rimane di quella bianca.
Allegati
IMG_20150513_093426.jpg
IMG_20150513_093426.jpg (40.67 KiB) Osservato 14693 volte
IMG_20150513_093503.jpg
IMG_20150513_093503.jpg (53.23 KiB) Osservato 14693 volte
mrmr
 
Messaggi: 125
Iscritto il: 03/07/2011, 16:22

Re: Pizza 3.0 - La ricetta

Messaggioda TeresaDeMasi » 13/05/2015, 12:37

Ho inoltrato notizia del tuo successo a Marco, con annessi ringraziament. Credo proprio gli farà piacere. .)
Grazie per avercela mostrata, e complimenti... io l'avrei azzannata con un etto di mortadella minimo. :D
Vi è piaciuto quello che avete letto? Se vi va, potete ringraziarci aiutandoci a crescere condividendo questo post nelle vostre bacheche. Grazie a chiunque deciderà di farlo.
Il mio blog: http://www.scattigolosi.com
Avatar utente
TeresaDeMasi
Site Admin
 
Messaggi: 25519
Iscritto il: 02/05/2002, 20:14
Località: Formigine (MO)

Re: Pizza 3.0 - La ricetta

Messaggioda Lungo » 13/05/2015, 12:41

Grazie Mrmr e Teresa!
Sono contento che ti sia piaciuta!
La 3.0 rimane la mia preferita per risolvere le situazioni di casa, con una certa facilità si ottengono dei bei risultati, basta avere qualche accortezza e si superano poi anche i professionisti.
Grazie per la fiducia che mi hai dato, sono veramente felice per voi!
Marco
Le persone prive di senso dell'umorismo sono pregate di non rispondere ai miei post. Sto contando le unità intelligenti del pianeta.
Avatar utente
Lungo
 
Messaggi: 130
Iscritto il: 08/02/2013, 19:24
Località: Casalpalocco Saudito

Re: Pizza 3.0 - La ricetta

Messaggioda mrmr » 13/05/2015, 13:06

Lungo, che dire? Grazie davvero per la condivisione! Teresa, non ho fatto in tempo a comprarla la mortadella, mannaggia! Ma ti assicuro che anche mangiata senza nulla era un sogno, o con la marmellata di prugne stamattina a colazione.........
Tuttavia, vado in confusione sulla quantità di acqua da aggiungere alla farina di grano duro. Qui viewtopic.php?t=18961
c'è la ricetta della "pizza 2.0" postata da Lungo, partendo dalla quale e apportando alcune modifiche si ottiene la ricetta della "pizza 3.0".
La quantità di acqua da aggiungere alla farina integrale è chiarissima, se ne aggiunge il doppio rispetto al suo peso, ma rispetto alla quantità di acqua da aggiungere alla farina di grano duro sono un po' confusa! Quanta se ne aggiunge? Grazie!
mrmr
 
Messaggi: 125
Iscritto il: 03/07/2011, 16:22

Re: Pizza 3.0 - La ricetta

Messaggioda Lungo » 13/05/2015, 16:13

Mrmr, la stessa identica, il 60%, non ci sono problemi.
Le persone prive di senso dell'umorismo sono pregate di non rispondere ai miei post. Sto contando le unità intelligenti del pianeta.
Avatar utente
Lungo
 
Messaggi: 130
Iscritto il: 08/02/2013, 19:24
Località: Casalpalocco Saudito

Re: Pizza 3.0 - La ricetta

Messaggioda mrmr » 14/05/2015, 15:59

Lungo, approfitto della tua gentilezza e disponibilità e trascrivo le dosi che ho utilizzato per un impasto di 1340 g.

50 g "Macina" (6.5%)
216 g sfarinato di grano duro (28%)
506 g "Soffiata" (65.5%)
541 g acqua (70%)
5.4 g LDB (0.7%)
19 g sale (2.5%)
1.5 g zucchero (0.2%)

Ho frullato per circa 30 secondi con il Minipimer 50 g di "Macina",100 g di acqua (il doppio del peso della "Macina"), il lievito e lo zucchero, poi l'ho trasferito in frigorifero per 10 minuti;
nella ciotola dell'impastatrice ho messo 216 g di sfarinato di grano duro con 325 g di acqua (il 60% di 541 g totali di acqua ?), ho unito il composto che era in frigorifero e dopo averlo amalgamato per 5 minuti ho fatto uno stop di 10 minuti. A questo punto, resto con 81 g di acqua: ne aggiungo 27 g con la "Soffiata" e ne riservo 54 g (il 10%) da aggiungere con il sale. Secondo te è corretto così? Grazie moltissime per la pazienza!
mrmr
 
Messaggi: 125
Iscritto il: 03/07/2011, 16:22


Torna a Il nuovo forum di Gennarino.org

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

by Scatti Golosi

La redazione di questo forum è costituita anche da diversi blog che ne condividono il progetto, e cioè:
buzzoole code