Gennarino.org ringrazia tutti gli utenti che hanno dato fiducia al nostro progetto per quasi 20 anni, e che, grazie al grande lavoro fatto da tutto lo Staff (rigorosamente a titolo gratuito), hanno portato il forum a diventare uno dei principali punto di riferimento degli appassionati di cucina del web italiano.
Purtroppo, causa motivi personali, non ho più modo di gestirlo e portarlo avanti. Il forum viene ora posto in uno stato di sola lettura: un archivio storico che permetta a chiunque di fruire di tutte le discussioni trattate.

Pizz' e granone, vruoccole e sasicchia

L'angolo della tradizione: ricette, ingredienti, modalità di cottura, aneddoti e tutto quello che vorrete raccontare sulle tradizioni nostre e di altri paesi.
Regole del forum
Prima di cominciare a scrivere messaggi in questo forum, vi consigliamo di seguirlo silenziosamente (continua)

Pizz' e granone, vruoccole e sasicchia

Messaggioda rosa2013 » 25/01/2014, 19:21

La pizza di granone, che dalle nostre parti è un alimento molto comune e antico, la faceva mio nonno Luigi proprio qui, nella casa dove vivo, a Mercato San Severino, in provincia di Salerno [http://it.wikipedia.org/wiki/Mercato_San_Severino]. Lo ricordo nella cucina di casa, davanti al fornello a legna, con la sua padella rigorosamente di ferro, dove tostava lentamente la polenta preparata precedentemente. Si perché nella cucina i nonni avevano, oltre a una normale cucina a gas, la cara "cucina economica"....qualcuno le ricorda? Negli anni '60 erano molto comuni anche negli appartamenti di città. Un aggeggio multifunzione:) ci si cucinava, si manteneva l'acqua calda, e ci si riscaldavano gli ambienti......una potenza!!!! Per un po' l'ho usata anche io, ma poi, dopo aver ristrutturato la vecchia cara casa dopo il terremoto, la cucina economica è andata in pensione. E' rimasta però intonsa, bellissima la vecchia cucina in muratura a legna....la guardo spesso ma non la uso mai!!!!!!!!!!!!!!! Si lo so, è quasi da criminale.....ma prima o poi mi cimento!!!!! Tornando a mio nonno, anche lui era amante della cucina, e spessissimo, come da abitudini del luogo, preparava questa pizza fatta con farina di granone a grana grossa. Ci si preparava una polenta che poi veniva cotta molto lentamente, fino a tostarla, in una padella di ferro unta con un filino d'olio d'oliva. Mio nonno la faceva proprio così e ci accompagnava i "friarielli" che nella nostra zona sono i broccoli di rapa, quelli amari amari, oppure la usava a mo' di pane per accompagnare il ragu'. Da questa ricetta ha preso vita, con la generazione successiva nella persona di mia zia Nelly, questa pizza di una bontà unica, che mescola polenta, broccoli e salsiccia secca piccante in un unico composto che viene fatto cuocere nel forno caldo, fino ad avere una crosticina croccante in superficie. Non serve molto, è un piatto assolutamente "povero".....d'obbligo però l'uso di una farina di granone a grana grossa, broccoli di rapa freschissimi e amari amari, e una salsiccia secca piccante ben stagionata. Un forno a legna sarebbe l'ideale....in mancanza accontentatevi del vostro :)

Pizz' e granone, vruoccole e sasicchia

pizz'e granone, vruoccole e sasicchia.jpg
pizz'e granone, vruoccole e sasicchia.jpg (141.95 KiB) Osservato 8242 volte


Ingredienti per 6 persone
1/2 kg di farina gialla bramata a grana grossa
2 lt di acqua
sale
1 kg di broccoli di rapa (cime di rapa) puliti
250 gr di salsiccia secca piccante di Picerno e tipo "Napoli" piccante
olio evo
1 spicchio d'aglio mondato
peperoncino piccante a gusto
Preparazione
Iniziate con i broccoli. Puliteli eliminando le foglie più dure e i filamenti, sciacquateli per bene, metteteli in uno scolapasta ad eliminare l'acqua in eccesso, facendo attenzione a non eliminare completamente l'acqua. In un tegame capace versare un generoso giro di olio evo, aggiungere uno spicchio d'aglio tagliato a pezzettini e un peperoncino piccante. Far dorare l'aglio nell'olio e quando è pronto aggiungere i broccoli ancora bagnati, facendoli "frìere" da qui il nome "friarielli". Con un cucchiaio di legno aiutatevi per girare i broccoli nel tegame, e quando saranno leggermente appassiti salateli e incoperchiate il tegame, lasciandoli cuocere a fuoco lento con la loro acqua. Controllate che la verdura non si attacchi al fondo del tegame, girando ogni tanto e aggiungendo un poco d'acqua se ce ne fosse bisogno. Quando la verdura è cotta e l'acqua completamente evaporata, spegnere il fuoco e tenere da parte. Eliminate tutto il budello dalla salsiccia, tagliatela a dadini regolari e mettete da parte. Preparate ora la polenta. In una casseruola a fondo spesso portare a bollore l'acqua alla quale avrete aggiunto un paio di cucchiaini di sale grosso. Quando arriva a bollore allontanate la pentola dal fuoco e cominciate a far cadere a pioggia la farina gialla, girando con un cucchiaio di legno a manico lungo per evitare la formazione di grumi. Quando avrete versato tutta la farina, riponete la pentola sul fuoco e, sempre girando, cuocete la polenta per circa 15 minuti dalla ripresa del bollore. La polenta sarà pronta quando si staccherà dai bordi della pentola sfregolando. A questo punto aggiungete alla polenta i friarielli cotti e la salsiccia, mescolate bene tutto e se il composto risultasse troppo asciutto aggiungete un giro d'olio evo. Versatela in una tortiera d'alluminio appena unta d'olio d'oliva, pareggiate la superficie con il dorso di un cucchiaio e infornate in forno caldo a 180° C. per circa 1 ora o fino a quando in superficie non si sia formata una leggera crosticina dorata. Lasciarla assestare per una mezz'ora nella tortiera prima di girarla sul piatto di portata. E' ottima anche fredda.

Questa invece è la versione "classica" della pizza di granone come la faceva mio nonno

pizza di granone.jpg
pizza di granone.jpg (59.25 KiB) Osservato 8242 volte


Prepararla è molto semplice, basta ungere appena d'olio una padella (se di ferro meglio), versare dentro la polenta schiacciandola con le mani dandogli uno spessore di circa 3-4 cm, e cuocerla lentamente sul fuoco fino a farla tostare come vedete nella foto, girandola spesso in modo da farla asciugare ben benino e tostare da ambedue i lati. Mio nonno era un maestro.....io sto ancora imparando!!!!!

pizza di granone e vruoccole scuppiettate.jpg
pizza di granone e vruoccole scuppiettate.jpg (80.69 KiB) Osservato 8242 volte
rosa2013
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 19/01/2013, 8:39
Località: Mercato San Severino (SA)

Ti è stata utile questa discussione? Allora puoi ringraziarci condividendola sulle tue pagine social

In questo modo, ci aiuterai ad aumentare la popolarità di gennarino.org! Grazie! Condividi su Facebook

Re: Pizz' e granone, vruoccole e sasicchia

Messaggioda TeresaDeMasi » 25/01/2014, 22:28

rosa2013 ha scritto:La pizza di granone, che dalle nostre parti è un alimento molto comune e antico, la faceva mio nonno Luigi proprio qui, nella casa dove vivo, a Mercato San Severino, in provincia di Salerno [http://it.wikipedia.org/wiki/Mercato_San_Severino].


Chissà se questa casa è lontana da quella dove sono nata io. Non ricordo nulla, ma Mercato San Severino è il mio paese natale. E credo di essere nata in via Zara. Ma da quando sono venuta via, avevo 6 anni, praticamente non ci sono più tornata. Sarei curiosa pero': ricordo pochissime cose. Un balcone, una strada, e il primo giorno di asilo dalle monache...

Lo ricordo nella cucina di casa, davanti al fornello a legna, con la sua padella rigorosamente di ferro, dove tostava lentamente la polenta preparata precedentemente. Si perché nella cucina i nonni avevano, oltre a una normale cucina a gas, la cara "cucina economica"....qualcuno le ricorda?


E ricordo anche la cucina economica. La ricordo in calabria pero', non a san severino. Li' avevamo una stufa economica: praticamente la stessa cosa, ma alta e stretta: praticamente un monofornello.

Tornando a mio nonno, anche lui era amante della cucina, e spessissimo, come da abitudini del luogo, preparava questa pizza fatta con farina di granone a grana grossa. Ci si preparava una polenta che poi veniva cotta molto lentamente, fino a tostarla, in una padella di ferro unta con un filino d'olio d'oliva.


Ma è farina da polenta? Mai vista questa pizza, mai assaggiata... mi ispira. :)

Grazie per la ricetta. E, soprattutto, dei tuoi ricordi.
:)

Ps. li vedo molto bene anche in monoporzione, per un buffet. :)
Vi è piaciuto quello che avete letto? Se vi va, potete ringraziarci aiutandoci a crescere condividendo questo post nelle vostre bacheche. Grazie a chiunque deciderà di farlo.
Il mio blog: http://www.scattigolosi.com
Avatar utente
TeresaDeMasi
Site Admin
 
Messaggi: 25519
Iscritto il: 02/05/2002, 20:14
Località: Formigine (MO)

Re: Pizz' e granone, vruoccole e sasicchia

Messaggioda rosa2013 » 25/01/2014, 23:03

A occhio e croce, Teresa, il tuo asilo dovrebbe essere dalle parti del Municipio di Mercato San Severino. La farina è quella per la polenta, si. Ottima l'idea della monoporzione per un buffet :) E quando compri la farina cerca la polenta gialla bramata, mi raccomando!!!! :roll:
rosa2013
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 19/01/2013, 8:39
Località: Mercato San Severino (SA)

Re: Pizz' e granone, vruoccole e sasicchia

Messaggioda rimmel » 27/01/2014, 16:35

Questa la ricordo bene anch'io, la faceva mamma e prima ancora la nonna sempre nella padella di ferro per accompagnare i broccoli. Mamma metteva nell'impasto anche i ciccioli.
antonia
http://www.appuntidicucinadirimmel.com/
[i]sogna,ragazzo,sogna,non cambiare un verso della tua canzone,non lasciare un treno fermo alla stazione,non fermarti tu![/i] (r.vecchioni)
Avatar utente
rimmel
 
Messaggi: 1855
Iscritto il: 23/01/2008, 17:52
Località: napoli

Re: Pizz' e granone, vruoccole e sasicchia

Messaggioda rosa2013 » 29/01/2014, 10:10

Vero Antonia :) e mi è tornata in mente un'altra ricetta che faceva sempre mio nonno: la gelatina di maiale con cioccolata, pinoli e cannella!!! fatta con i cicoli e pezzi del maiale.....ricordo ancora il sapore, particolarissimo. Se riesco a recuperare la ricetta dall'ultima sopravvissuta della famiglia, mia zia Nelly, la rifaccio e la condivido qui. :)
rosa2013
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 19/01/2013, 8:39
Località: Mercato San Severino (SA)


Torna a Tradizioni in Cucina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

by Scatti Golosi

La redazione di questo forum è costituita anche da diversi blog che ne condividono il progetto, e cioè:
buzzoole code