Gennarino.org ringrazia tutti gli utenti che hanno dato fiducia al nostro progetto per quasi 20 anni, e che, grazie al grande lavoro fatto da tutto lo Staff (rigorosamente a titolo gratuito), hanno portato il forum a diventare uno dei principali punto di riferimento degli appassionati di cucina del web italiano.
Purtroppo, causa motivi personali, non ho più modo di gestirlo e portarlo avanti. Il forum viene ora posto in uno stato di sola lettura: un archivio storico che permetta a chiunque di fruire di tutte le discussioni trattate.

I timbri del pane di Matera

L'angolo della tradizione: ricette, ingredienti, modalità di cottura, aneddoti e tutto quello che vorrete raccontare sulle tradizioni nostre e di altri paesi.
Regole del forum
Prima di cominciare a scrivere messaggi in questo forum, vi consigliamo di seguirlo silenziosamente (continua)

I timbri del pane di Matera

Messaggioda TeresaDeMasi » 06/07/2013, 13:17

Nel mio girovagare per Matera alla scoperta del Pane di Matera non poteva mancare una sbirciatina ad una delle tradizioni più antiche legate alla sua preparazione: i timbri del pane. Una tradizione quasi dimenticata, ma antichissima che Massimo Casiello, un giovane artigiano materano sta facendo rivivere nel suo laboratorio. E che vi racconto con le sue parole.
matera-3.jpg
matera-3.jpg (226.96 KiB) Osservato 9636 volte



Il timbro per il pane è uno dei simboli dell’arte pastorale della murgia materana.

Fino agli anni ’50 del ‘900 le massaie usavano impastare il pane in casa e lo consegnavano ai garzoni dei forni per la cottura non prima di timbrare ciascuna forma per distinguerla da quelle delle altre famiglie. I timbri erano commissionati ai pastori che li realizzavano durante il periodo della transumanza, quando erano lontani dalle loro abitazioni e avevano del tempo libero da dedicare all’intaglio del legno che non mancava nel loro percorso.

Il timbro si compone essenzialmente di tre sezioni: sulla base sono scolpite le iniziali del capofamiglia o un altro segno distintivo familiare, collegata attraverso un manico alla parte superiore artistico-figurativa decorata con elementi architettonici o sacri, figure umane, animali domestici, simboli di virilità e prosperità.



Alla funzione pratica, rendere riconoscibili le forme di pane dopo la cottura nei forni pubblici, si aggiungeva un significato simbolico e rituale collegato alle diverse raffigurazioni.

I timbri di origine più antica riportavano alla base stilizzazioni del simbolo solare, sostituito successivamente dall’effige della famiglia o dalle iniziali del capofamiglia; quando l’uomo più anziano veniva a mancare, il timbro veniva bruciato e sostituito da un altro pezzo decorato allo stesso modo ma con le iniziali del nuovo capofamiglia. Nei tempi più remoti, il manico era decorato prevalentemente da rami fioriti, simbolo di prosperità. Altri simboli di prosperità sono la chioccia e le stilizzazioni della figura femminile. Le raffigurazioni falliche, il gallo, il cane, la figura maschile, il gendarme sono, invece, simboli di virilità con funzione protettiva del nucleo familiare privato del capofamiglia durante il periodo della transumanza. Anche la quotidianità trova spazio nelle raffigurazioni del timbro del pane, attraverso la riproduzione di simboli sacri e di elementi architettonici.

Il timbro del pane era anche utilizzato come pegno d’amore, offerto dal pretendente alla donna amata, da lei conservato se consenziente, o restituito per respingere la richiesta di fidanzamento; veniva anche spezzato se si interrompeva burrascosamente un’intesa.

Oggi, il timbro per il pane rappresenta un elemento decorativo che si integra perfettamente in arredamenti moderni e antichi, riportando alla mente atmosfere lontane e misteriose.


Una tradizione affascinante - mi piacerebbe un giorno riprendere le fasi della lavorazione attraverso le foto delle mani di Massimo che lavorano il legno - che finisce per assomigliare ad un piccolo viaggio indietro nel tempo. Per l'attenzione dedicata ai materiali, innanzitutto: legno, di diversi tipi. Ognuno con le sue caratteristiche di colore, durezza o resistenza. Ma soprattutto per il rapporto tra questo e le mani che lo lavorano: un rapporto fatto di amore e conoscenza, che racconta di mani che più che "lavorare" il legno, si dedicano alla scoperta del suo contenuto. Per riconoscerlo e "liberarlo".

Perché un vero artigiano del legno questo fa, secondo me: non realizza le sue idee ma si limita a riconoscere e dare vita alle forme contenute nel materiale cui si trova di fronte. E, soprattutto, si affida a quella forma di dialogo muto che in quell'attimo nasce tra questo e le sue mani.

Perché il legno è questo è: vita. Esattamente come il pane che i timbri, grazie ad artigiani come Massimo, stanno tornando ad incontrare.


matera-4.jpg
matera-4.jpg (216.17 KiB) Osservato 9636 volte

Se andate a Matera, quindi, segnatevi questo indirizzo. Per fare, anche voi, un piccolo viaggio indietro nel tempo grazie ad un racconto fatto di forme. Di pane e di legno.

Massimo Casiello
Tornitura artistica del legno
Via Ridola, 40 - 75100 Matera
info@massimocasiello.it - +39 0835 1970309
http://www.massimocasiello.it


Read more: http://www.scattigolosi.com/#ixzz2YGMxTTfs
Allegati
matera-2-2p.jpg
(75.75 KiB) Scaricato 4 volte
Vi è piaciuto quello che avete letto? Se vi va, potete ringraziarci aiutandoci a crescere condividendo questo post nelle vostre bacheche. Grazie a chiunque deciderà di farlo.
Il mio blog: http://www.scattigolosi.com
Avatar utente
TeresaDeMasi
Site Admin
 
Messaggi: 25519
Iscritto il: 02/05/2002, 20:14
Località: Formigine (MO)

Ti è stata utile questa discussione? Allora puoi ringraziarci condividendola sulle tue pagine social

In questo modo, ci aiuterai ad aumentare la popolarità di gennarino.org! Grazie! Condividi su Facebook

Re: I timbri del pane di Matera

Messaggioda salutistagolosa » 06/07/2013, 16:07

molto interessante: ma in pratica come si usava il timbro? Con la parte di sotto si pressava su un pezzo di pane?
salutistagolosa
 
Messaggi: 6482
Iscritto il: 13/08/2004, 19:37
Località: Fife, Scozia

Re: I timbri del pane di Matera

Messaggioda TeresaDeMasi » 07/07/2013, 12:26

Mi ha risposto direttamente Massimo:
La parte visibile in una delle tue foto mostra il manico del timbro, raffigurante un gallo stilizzato simbolo di virilità e custode del nucleo familiare durante l'assenza del capo famiglia. Nella parte sottostante di esso troviamo intagliati i simboli distintivi della famiglia che vengono impressi sul pane dopo la lievitazione e subito prima dell'infornata. La pressione da applicare alla marcatura dipende dal tipo di impasto realizzato. Non resta che provare!

Segnalandomi questo link su gastronomia mediterranea dove si vede il timbro usato in foto.
http://www.gastronomiamediterranea.com/ ... di-matera/

ps. appena ho un po' di tempo per caricare vi faccio vedere le mie foto scattate durante un'infornata notturna... .)
Vi è piaciuto quello che avete letto? Se vi va, potete ringraziarci aiutandoci a crescere condividendo questo post nelle vostre bacheche. Grazie a chiunque deciderà di farlo.
Il mio blog: http://www.scattigolosi.com
Avatar utente
TeresaDeMasi
Site Admin
 
Messaggi: 25519
Iscritto il: 02/05/2002, 20:14
Località: Formigine (MO)

Re: I timbri del pane di Matera

Messaggioda salutistagolosa » 07/07/2013, 12:49

ah, perfetto Teresa, dal link si vede tutto benissimo, grazie!
salutistagolosa
 
Messaggi: 6482
Iscritto il: 13/08/2004, 19:37
Località: Fife, Scozia

Re: I timbri del pane di Matera

Messaggioda TeresaDeMasi » 07/07/2013, 13:30

Ho trovato anche questo, in cui ci sono i miei anfitrioni Giovanni Schiuma e Massimo Casiello.

Vi è piaciuto quello che avete letto? Se vi va, potete ringraziarci aiutandoci a crescere condividendo questo post nelle vostre bacheche. Grazie a chiunque deciderà di farlo.
Il mio blog: http://www.scattigolosi.com
Avatar utente
TeresaDeMasi
Site Admin
 
Messaggi: 25519
Iscritto il: 02/05/2002, 20:14
Località: Formigine (MO)

Re: I timbri del pane di Matera

Messaggioda steart » 07/07/2013, 16:46

gran bel post teresa. grazie- stefano
steart
 
Messaggi: 364
Iscritto il: 17/12/2012, 17:42

Re: I timbri del pane di Matera

Messaggioda TeresaDeMasi » 07/07/2013, 18:56

Aggiungo un altro video. Una bella ricostruzione, nata con scopo didattico. Una fiction, quindi: ma interessante.

/ma lei non va certo presa ad esempio per la tecnica di impasto... :DDD

Vi è piaciuto quello che avete letto? Se vi va, potete ringraziarci aiutandoci a crescere condividendo questo post nelle vostre bacheche. Grazie a chiunque deciderà di farlo.
Il mio blog: http://www.scattigolosi.com
Avatar utente
TeresaDeMasi
Site Admin
 
Messaggi: 25519
Iscritto il: 02/05/2002, 20:14
Località: Formigine (MO)


Torna a Tradizioni in Cucina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot], Majestic-12 [Bot] e 2 ospiti

by Scatti Golosi

La redazione di questo forum è costituita anche da diversi blog che ne condividono il progetto, e cioè:
buzzoole code