Panini dolci da colazione*

Forum dedicato all'inserimento delle ricette
Regole del forum
Prima di cominciare a scrivere messaggi in questo forum, vi consigliamo di seguirlo silenziosamente (continua)

Panini dolci da colazione*

Messaggioda Rossana » 26/03/2006, 19:21

Questi sono i panini che preparo tutti i giorni al lavoro, sono facili da fare, piuttosto veloci e di facile riuscita.

Immagine

Panini Dolci da colazione

250 ml di acqua bollente
115 gr. di zucchero
55 gr. di burro a pezzetti
-----------------------------------------------------------------------
18 gr. di lievito di birra fresco o 7 gr. di lievito disidratato
1 cucchiaino di zucchero
50 ml di acqua tiepida
-----------------------------------------------------------------------
2 uova
1/2 cucchiaio di sale
850 gr. di farina di forza circa
-----------------------------------------------------------------------
Burro fuso per spennellare q.b.


Unire I primi tre ingredienti nella ciotola dell’impastatrice e lasciar riposare una decina di minuti. Burro e zucchero si scioglieranno e la temperatura dell’acqua’, chiaramente diminuira’.

A parte, mescolare il livito, i 50ml di acqua ed il cucchiaino di zucchero. Aspettare che cominci a fermentare ed aggiungere agli ingredienti gia’ nella ciotola dell’impastatrice

Aggiungere le uova e mescolare per amalgamare (1 min. circa- velocita’ media)

Con l’impastatrice in movimento, aggiungere gradualmente la farina ed il sale fino ad ottenere un impasto molto morbido e non troppo asciutto.

Trasferire l’impasto sul piano di lavoro e lavorare a mano per una decina di minuti.

Dividere l’impasto in due e formare due pagnotte tonde.

Coprire, far riposare per una mezz’ora, poi dividere ogni pagnotta in otto porzioniu e formare I panini.

Porre I panini gia’ formati su una teglia foderata con carta da forno e far lievitare fino a che raddoppino in volume.

Portare il forno a 180 gradi

Spennellare i panini con il burro fuso ed infornare. La cottura varia molto da forno a forno, I panini a fine cottura dovranno essere ben dorati.

Se si desidera una crosta piu’ morbida, si possono spennellare con ancora un po’ di burro fuso appena tirati fuori dal forno.

Note:
La ricetta l'ho adattata da quella che uso al lavoro dividendola per 80, e dovrebbe produrre 18 panini. Di solito li formo a nodo doppio, nella versione bianca e ovale con tagli a forbice nella versione integrale (1/3 di farina bianca sostituita con farina integrale).

Io li trovo adatti alla colazione o ad antipasti dolci-salati, ma i vecchietti del posto dove lavoro li mangiano a pranzo, perche' sono molto morbidi e
anche perche' sono americani e qui sono abituati al pane dolce!
Ultima modifica di Rossana il 07/09/2006, 16:11, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
Rossana
Non Umano
 
Messaggi: 1062
Iscritto il: 20/02/2006, 16:46
Località: Texas, USA

Ti è stata utile questa discussione? Allora puoi ringraziarci condividendola sulle tue pagine social

In questo modo, ci aiuterai ad aumentare la popolarità di gennarino.org! Grazie! Condividi su Facebook

Re: Panini dolci da colazione

Messaggioda TeresaDeMasi » 26/03/2006, 19:37

rossana67 ha scritto:Questi sono i panini che preparo tutti i giorni al lavoro, sono facili da fare, piuttosto veloci e di facile riuscita.

Panini Dolci da colazione

Io li trovo adatti alla colazione o ad antipasti dolci-salati, ma i vecchietti del posto dove lavoro li mangiano a pranzo, perche' sono molto morbidi e
anche perche' sono americani e qui sono abituati al pane dolce!


mi sembrano molto belli ma non riesco a capire la formatura: ne fotograferesti uno solo in primo piano? :shock:
Vi è piaciuto quello che avete letto? Se vi va, potete ringraziarci aiutandoci a crescere condividendo questo post nelle vostre bacheche. Grazie a chiunque deciderà di farlo.
Il mio blog: http://www.scattigolosi.com
Avatar utente
TeresaDeMasi
Site Admin
 
Messaggi: 25519
Iscritto il: 02/05/2002, 20:14
Località: Formigine (MO)

Messaggioda Adriano » 26/03/2006, 19:40

belli, bella anche la forma. Mi ci ritrovo, però, poco con l'idratazione ed il sale, un pò scarsini entrambi.
Avatar utente
Adriano
 
Messaggi: 4342
Iscritto il: 27/01/2005, 0:55
Località: Napoli

Messaggioda Rossana » 26/03/2006, 19:58

Adriano ha scritto:belli, bella anche la forma. Mi ci ritrovo, però, poco con l'idratazione ed il sale, un pò scarsini entrambi.


Grazie Adriano ,
come ho detto la ricetta l'ho adattata da cups e teaspoons. Il quantitativo scritto e' quello della ricetta, ma con la farina, mi regolo di volta in volta, anche perche' non sempre acquistano la stessa qualita' di farina. Mi baso sull'aspetto dell'impasto e come lo sento al tatto. Per il sale, hai certamente ragione, dovrebbe essere mezzo cucchiaio e non cucchiaino. Spero di rifarli a casa, in modo da poter pesare gli ingredienti e darvi una ricetta piu' accurata. :)
Ultima modifica di Rossana il 26/03/2006, 20:24, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
Rossana
Non Umano
 
Messaggi: 1062
Iscritto il: 20/02/2006, 16:46
Località: Texas, USA

Re: Panini dolci da colazione

Messaggioda Rossana » 26/03/2006, 20:14

admin ha scritto:
rossana67 ha scritto:Questi sono i panini che preparo tutti i giorni al lavoro, sono facili da fare, piuttosto veloci e di facile riuscita.

Panini Dolci da colazione

Io li trovo adatti alla colazione o ad antipasti dolci-salati, ma i vecchietti del posto dove lavoro li mangiano a pranzo, perche' sono molto morbidi e
anche perche' sono americani e qui sono abituati al pane dolce!


mi sembrano molto belli ma non riesco a capire la formatura: ne
fotograferesti uno solo in primo piano? :shock:


Immagine

Grazie Teresa,
sapevo di avere questa foto ma non la trovavo, l'avevo lasciata nella memoria della digitale. Appena faccio la ricetta a casa, posto la sequenza della formazione. Io la chiamo a nodo doppio, ma e' diversa da quella che vedo nei libri. Faccio un vero e proprio nodo, poi congiungo la pasta in quello che sara' il fondo del panino.
A presto! :)
Avatar utente
Rossana
Non Umano
 
Messaggi: 1062
Iscritto il: 20/02/2006, 16:46
Località: Texas, USA

Messaggioda lamù » 27/03/2006, 9:03

Rossana questi panini sono molto belli e rimango anche io in attesa della procedura per formarli.

Intanto ho una domanda sui lieviti.
Non so capire come sostituire i lieviti che trovo indicati nelle ricette americane con il lievito che si trova qua in Italia.

Nelle ricette americane vengono usati 2 tipi di lievito: active dry yeast oppure instant yeast.
Visto che qui i lieviti più comuni sono quello fresco in panetti o il lievito disidratato MastroFornaio, come si convertono le quantità e i "tipi"?
lamù
 

Messaggioda FrancescaSpalluto » 27/03/2006, 11:28

lamù ha scritto:Rossana questi panini sono molto belli e rimango anche io in attesa della procedura per formarli.

Intanto ho una domanda sui lieviti.
Non so capire come sostituire i lieviti che trovo indicati nelle ricette americane con il lievito che si trova qua in Italia.

Nelle ricette americane vengono usati 2 tipi di lievito: active dry yeast oppure instant yeast.
Visto che qui i lieviti più comuni sono quello fresco in panetti o il lievito disidratato MastroFornaio, come si convertono le quantità e i "tipi"?


Lamu', se ti puo' essere utile, ecco la mia tabellina per i lieviti

http://www.gennarino.org/forum/viewtopi ... la+lieviti
Avatar utente
FrancescaSpalluto
Non Umano
 
Messaggi: 1940
Iscritto il: 21/10/2005, 5:24
Località: New York

Messaggioda trizzi » 27/03/2006, 11:38

lamù ha scritto:Nelle ricette americane vengono usati 2 tipi di lievito: active dry yeast oppure instant yeast.
Visto che qui i lieviti più comuni sono quello fresco in panetti o il lievito disidratato MastroFornaio, come si convertono le quantità e i "tipi"?


lamu', guardando la tabella di francesca, tieni presente che per 'active dry east' intendono quello che nella tabella é LcA (il lievito da riattivare in acqua, insomma), mentre l'instant yeast é il LsA. il mastrofornaio corrisponde al LsA.
nota che la conversione data da francesca va bene in linea di massima, ma leggi sempre sulla confezione a quanto corrispondono tot grammi di lievito liofilizzato (qui ne fanno di diversi tipi per esempio, per alcuni 1g lievito secco = 3g lievito di birra, per altri 1g lievito secco = 2g lievito di birra)
Avatar utente
trizzi
 
Messaggi: 1050
Iscritto il: 24/08/2004, 11:25
Località: Ginevra

Messaggioda Rossana » 27/03/2006, 16:31

lamù ha scritto:Rossana questi panini sono molto belli e rimango anche io in attesa della procedura per formarli.

Intanto ho una domanda sui lieviti.
Non so capire come sostituire i lieviti che trovo indicati nelle ricette americane con il lievito che si trova qua in Italia.

Nelle ricette americane vengono usati 2 tipi di lievito: active dry yeast oppure instant yeast.
Visto che qui i lieviti più comuni sono quello fresco in panetti o il lievito disidratato MastroFornaio, come si convertono le quantità e i "tipi"?

Ciao Lamu',
sei finita in ottime mani con Francesca! :) Sono andata anche io a guardare la sua tabellina e come al solito lei le cose le fa proprio per bene. Al lavoro uso due tipi di lievito, il SAF Red Instant (definito professionale-multiuso per tutti i tipi di lievitati con percentuale di zucchero fino al 12%) ed il SAF Gold Instant (definito professionale per lievitati dolci con percentuale di zucchero fino al 50% o impasti acidi) in confezioni sottovuoto da 1lb (450gr. circa) Comunque spesso devo usare l'uno al posto dell'altro e le differenza si nota nel tempo di lievitazione, ma non nel risultato finale. Nei supermercati, almeno qui, e' piu' facile trovare l'active dry yeast (Red Star, prodotto dalla LeSaffre, stessa casa produttrice del SAF Red e Gold, di cui dicevo prima) ed il Fleischman (che produce anche una versione istantanea), quindi spesso e' quello che ho in casa. Anche se, come diceva Francesca, non sarebbe necessario nel caso dei lieviti istantanei che potrebbero essere mescolati direttamente con la farina, io seguo sempre il procedimento della riattivazione in acqua con poco zucchero, un po' per abitudine e po' perche' preferisco buttare via un cucchiaino di lievito ed un po' di zucchero, piuttosto che qualche ora di lavoro per un pane mattone che non crescerebbe neppure se lo lavorasse Padre Pio con le sue mani! La data di scadenza non e' sempre indicativo sicuro dell'attivita' del lievito. Al lavoro, per esempio, ho notato che il lievito appena aperto quando messo in "prova" con un cucchiaino di zucchero e poca acqua, fermenta nel giro di pochi secondi, mentre quello conservato in frigo ha bisogno di alcuni minuti, il che sicuramente dipende in parte dal fatto che la temperatura bassa del lievito fa abbassare anche la temperatura dell'acqua, ma trovo che il lievito conservato per alcuni giorni perda un po' di capacita' di fermentazione. Comunque, il sito della LeSaffre e' molto informativo, sfogliando le pagine delle varie divisioni (industriale, commerciale, consumatori, etc) ho visto abbondanza di informazioni per chi volesse approfondire l'argomento. Eccoli qui di seguito:
LeSaffre Yeast Corporation Home Page della Compagnia
LeSaffre Yeast Bakery Food Service Division Contiene anche i PDF con le informazioni tecniche dei vari lieviti.
LeSaffre Yeast Consumer Division Sito per i consumatori, contiene ricette ed informazioni d'utilizzo dei vari lieviti per uso casalingo.
Spero vi possa essere utile.
Rossana :)
Avatar utente
Rossana
Non Umano
 
Messaggi: 1062
Iscritto il: 20/02/2006, 16:46
Località: Texas, USA

Messaggioda Rossana » 27/03/2006, 17:08

sereme ha scritto:BRAVA ROSSANA!!!
questo e'proprio il genere di cose che mi piacciono tanto :sad:


Provali, perche' davvero sono facili. Un consiglio, pero', che mi sento di darti, anche dopo aver letto la risposta di Adriano che ha subito visto qualcosa che non quadrava nelle percentuali della formuletta, non aggiungere necessariamente tutta la farina indicata nella ricetta, ma solo quanto basta per ottenere un impasto molto morbido, ben incordato (si dice cosi'??) e non molto asciutto. Lo so che non e' una spiegazione tecnica e cerchero' di rimediare, misurando gli ingredienti quando li faccio a casa, ma la verita' e' che io speso mi baso su come sento l'impasto tra le mani e da quello che osservo. :oops:
Avatar utente
Rossana
Non Umano
 
Messaggi: 1062
Iscritto il: 20/02/2006, 16:46
Località: Texas, USA

Messaggioda LisaC » 01/04/2006, 1:19

Rossana (come sai... :grin: ) ho provato i tuoi panini...
Che dire, buonissimi...c'è un profumo :sad:
Ho sostituito il burro con 25 g. di strutto per il resto tutto uguale solo che ho allungato un po' la lievitazione.
Non sono tanto brava a fare le forme...quindi :-D
Poi mentre cercavo di annodare ero con certe befane dietro la lavagna! 8-O

Immagine


Immagine

Immagine

Immagine

Grazie Rossana :)
LisaC
 
Messaggi: 77
Iscritto il: 25/01/2006, 11:59
Località: Sesto Fiorentino, FI

Messaggioda maria » 01/04/2006, 11:29

Rossana..una richiesta...
volendo ottenere dei panini simili a questi in termini di sofficità e consistenza, ma meno dolci (ad Alice non piace il pane dolce) posso tranquillamente diminuire lo zucchero(e in che quantità) senza variare le dosi degli altri ingredienti ...o hai ..per caso 8-) una ricettuzza alternativa da regalarci? 8)
grazie in anticipo
Avatar utente
maria
 
Messaggi: 1290
Iscritto il: 03/11/2003, 17:54
Località: Cremona

Messaggioda Rossana » 01/04/2006, 17:54

maria ha scritto:Rossana..una richiesta...
volendo ottenere dei panini simili a questi in termini di sofficità e consistenza, ma meno dolci (ad Alice non piace il pane dolce) posso tranquillamente diminuire lo zucchero(e in che quantità) senza variare le dosi degli altri ingredienti ...o hai ..per caso 8-) una ricettuzza alternativa da regalarci? 8)
grazie in anticipo


Ciao Maria,
e' capitato ( ma non dirlo a nessuno, mi raccomando!!) che una volta sbagliassi a misurare lo zucchero, pesando pure il recipiente di metallo che lo conteneva senza considerarlo come tara. Me ne resi conto troppo tardi e comunque il risultato finale cambio' solo nel gusto, ma non nella qualita' della mollica. Penso che diminuendo la quantita' di zucchero ed aumentando leggermente quella di sale, dovresti ottenere lo stesso dei buoni panini. Uno dei motivi per i quali mi tengo un po' stretta col sale e' che qui hanno l'abitudine di mangiare i panini spalati con burro salato, quando li accompagnano al pranzo o alla cena.
Come penso ti possa confermare anche Lisa, questo impasto e' piacevolissimo da lavorare e ti permette di giocare con le forme. Ho scelto questa forma solo perche' mi riesce facile e mi permette di formarne parecchi in breve tempo. Di seguito ti metto un paio di foto che avevo gia' postato senza ricetta perche' sono fatte con lo stesso impasto.

Immagine

Questa e' una semplice treccia, fatta con lo stesso impasto nel quale 1/3 della farina bianca era stato sostituito da farina integrale, e poi spennellata di burro e cosparsa di zucchero in granelli. Cuocendola a treccia, si ottiene una una consitenza un po' piu' compatta. Si taglia bene, ed e' ottima con un po' di burro di panna al miele fatto al momento. Si mantiene morbida un po' piu' a lungo, e quando diventa rafferma si puo' utilizzare come base per altri dolcini.

Immagine

Questi panini, invece, sono ripieni di zucchero di canna, burro e cannella. Stesso impasto, con una tecnica fi formazione che mi piace tantissimo e che spero di documentare presto.
Immagine

P.S. Grazie delle belle ricette che ci regali continuamente!

Rossana :)
Avatar utente
Rossana
Non Umano
 
Messaggi: 1062
Iscritto il: 20/02/2006, 16:46
Località: Texas, USA

Messaggioda maria » 02/04/2006, 20:20

eccoli...sono proprio un altra cosa :-D
ma che bontàààààààààààààà

ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
Immagine

io ho usato la macchina del pane con programma impasto,lavorandolo per circa 30 minuti el asciandolo lievitare al suo interno per 15 minuti...poi ho fatto le due pagnotte e fatte lieivtare per unaltra ora,formato il pane , messo in teglia e lasciato lievitare per altre due ore, spennellato con burro e infornato a 180° per 25'
Avatar utente
maria
 
Messaggi: 1290
Iscritto il: 03/11/2003, 17:54
Località: Cremona

Il mio contributo..

Messaggioda activemax » 06/04/2006, 10:13

Non sono un esperto e si vede.. ma voglio comunque aggiungere il mio contributo..

Note: Tutto l'impasto l'ho fatto con la macchina del pane e durante la cottura in 3 occasioni li ho spruzzati di latte con il nebulizzatore..

Cottura: 180° per 25 minuti.. (si sono però un po' bruciacchiati sul fondo..)

Buonissimi comunque:


Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Almeno un 6 me lo date !? :eek:
Activemax
activemax
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 16/12/2005, 1:16
Località: Torino

Prossimo

Torna a Ricette

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

by Scatti Golosi

La redazione di questo forum è costituita anche da diversi blog che ne condividono il progetto, e cioè:
buzzoole code