Makovyi Knysh - Rotolo ai semi di papavero (Ucraina)

L'angolo della tradizione: ricette, ingredienti, modalità di cottura, aneddoti e tutto quello che vorrete raccontare sulle tradizioni nostre e di altri paesi.
Regole del forum
Prima di cominciare a scrivere messaggi in questo forum, vi consigliamo di seguirlo silenziosamente (continua)

Makovyi Knysh - Rotolo ai semi di papavero (Ucraina)

Messaggioda Rossana » 24/01/2012, 19:36

makovyiknysh 015-2.JPG
makovyiknysh 015-2.JPG (358.96 KiB) Osservato 6435 volte


Un dolce natalizio tipico della tradizione ucraina ma comune anche in diversi paesi dell'Europa orientale e in Russia. In Polonia, e' conosciuto come Makowiec ( mi dicono che si prepara anche a Pasqua) ed i miei amici russi lo chiamano semplicemente Rulet (s makom). L'impasto e' morbido e profumato, facile da lavorare e da stendere. Il ripieno...da provare! :)

INGREDIENTI


Per il ripieno

500 gr di semi di papavero
500 gr. di acqua
500 gr. di latte intero
60 gr. di zucchero
200 gr. di mandorle pelate
100 gr. di uva sultanina
100 gr di uva di Corinto
100 gr. di scorze d’arancia candite
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 bicchierino di liquore all’arancia
Buccia grattugiata di un’arancia
2 albumi
150 gr di miele
4-5 cucchiai di pane raffermo grattugiato

Per l’impasto

350 gr di latte tiepido
5 gr. di lievito di birra secco
150 gr. di zucchero
2 uova intere
2 tuorli d’uovo
1 cucchiaino di essenza naturale di vaniglia
Buccia grattugiata di un limone
1 cucchiaino di sale
850 gr. di farina
225 gr. di burro

Per lucidare e sigillare

1 uovo
2 cucchiai di panna


Procedimento


1. Mettere i semi di papavero in una pentola e coprirli con l’acqua (i 500 gr. indicate dovrebbero essere sufficiente, se necessario aggiungere acqua in modo che I semi siano completamente coperti) portare a bollore e lasciar bollire per 5 minuti circa. Togliere dal fuoco , coprire e lasciar riposare per almeno otto ore.
2. Passato il tempo indicato, I semi dovrebbero aver assorbito tutta l’acqua. Aggiungervi il latte e rimettere sul fuoco e cuocere a fuoco lento, mescolando spesso, fin quando il latte sara’ quasi del tutto assorbito. (E’ importante la cottura lenta per ammorbidire I semi). Nel frattempo preparare l’impasto.
3. Sciogliere il lievito con un pizzico di zucchero nel latte tiepido
4. Nella ciotola dell’impastatrice, battere le uova con lo zucchero fino a che saranno spumose.
5. Aggiungere il lievito sciolto nel latte, il sale, l’essenza di vaniglia e la buccia grattugiata del limone e mescolare bene per amalgamare
6. Aggiungere poco alla volta la farina, lasciandone da parte 100 gr. circa.
7. Lavorare l’impasto a velocita’ media fino a quando si stacchera’ dalle pareti della ciotola
8. Aggiungere il burro in pezzi (a temperatura ambiente) e continuare ad impastare per riprendere l’incordatura.
9. Se necessario, aggiungere (sempre poco per volta) la farina messa da parte.
10. Quando l’impasto si stacchera’ dalle pareti della ciotola, infarinare leggermente il piano da lavoro e trasferirvi l’impasto
11. Allargarlo delicatamente con le mani, poi prenderne I lembi e piegarli verso il centro, capovolgere l’impasto, formare una palla in una grossa ciotola bene imburrata. Coprire con pellicola trasparente (per alimenti) e lasciar riposare in frigo per tutta la notte.
12. Continuare con la preparazione del ripieno. Appena I semi di papavero avranno quasi del tutto assorbito il latte, togliere la pentola dal fuoco e aspettare che il composto si intiepidisca.
13. Con l’ausilio di un robot, tritare finemente le mandorle assieme allo zucchero, aggiungere l’uvetta, le scorze d’arancia candite, la vaniglia, la buccia d’arancia grattugiata ed il miele. Ridurre il tutto in crema e tenere da parte.
14. A questo punto I semi di papavero andrebbero tritati con un attrezzo apposito. In alternativa si puo’ usare un macina caffe’ oppure un pestello (io opto per quello)
15. Tritare o pestare tutti I semi, riducendoli quasi in poltiglia, aggiungerli al resto degli ingredienti assieme agli albumi, mescolare per amalgamare.
16. Aggiungere tanto pan grattato quanto basta ad ottere un composto denso ma facilmente spalmabile.
17. Trasferire l’impasto in contenitore, coprire e riporre in frigo fino al momento dell’uso.
18. Il mattino successivo, l’impasto dovrebbe aver triplicato il suo volume. Rimuoverlo dal frigo e tenerlo a temperatura ambiente per un’ora circa.
19. Dividerlo in tre porzioni (560 gr l’una, circa)
20. Infarinare leggermente il piano di lavoro e stendere una porzione d’impasto formando un rettangolo (35 x 25 cm, circa)
21. Spennellare I bordi del rettangolo con un po’ di uovo battuto e poi spalmare 1/3 del ripieno sulla pasta stesa, avendo cura di lasciare un po’ di spazio lungo I bordi, per facilitare la chiusura del rotolo.
22. Arrotolare il lato lungo su se stesso, abbastanza stretto,
23. Formare allo stesso modo altri due rotoli
24. Disporre i rotoli cosi’ preparati su placche da forno rivestite di carta da forno oppure in stampi da plumcake, se si preferisce.
25. Coprire le teglie o gli stmapi con un canovaccio e lasciar riposare per una mezz’ora. Nel frattempo, portare la temperatura del forno a forno a 180°C
26. Aggiungere un paio di cucchiai di panna all’uovo battuto utilizzato per sigillare i rotoli e mescolare bene. Spennellare i rotoli con questo composto e poi infornare per 30-35 minuti. A cottura ultimata i dolci dovranno apparire intensamente dorati.
27. Lasciar raffreddare completamente prima di servire.
28. Questi dolce diventa ancora migliore dopo un giorno o due di maturazione. Appena freddo, l.o si puo’ avvolgere in pellicola trasparente per alimenti e comservarlo in luogo fresco fino al momento di servire.

makovyiknysh 011.JPG
makovyiknysh 011.JPG (245.88 KiB) Osservato 6435 volte
Avatar utente
Rossana
Non Umano
 
Messaggi: 1062
Iscritto il: 20/02/2006, 16:46
Località: Texas, USA

Ti è stata utile questa discussione? Allora puoi ringraziarci condividendola sulle tue pagine social

In questo modo, ci aiuterai ad aumentare la popolarità di gennarino.org! Grazie! Condividi su Facebook

Re: Makovyi Knysh - Rotolo ai semi di papavero (Ucraina)

Messaggioda marta » 25/01/2012, 10:33

Uno dei miei dolci preferiti!!! (anche se forse quello che ho assaggiato non era identico a questo...)
Rossana vorrei dimezzare le dosi: che dici posso poi fare un solo rotolo un po' più grande?
Altrimenti, pensi che si congeli e scongeli bene?
La farina è debole vero?
“Che tu creda di farcela o di non farcela avrai comunque ragione.”
Henry Ford
Avatar utente
marta
 
Messaggi: 1246
Iscritto il: 27/08/2004, 9:03
Località: Toulouse (FR)

Re: Makovyi Knysh - Rotolo ai semi di papavero (Ucraina)

Messaggioda Rossana » 25/01/2012, 11:24

Si, Marta, puoi tranquillamente dimezzare e fare un rotolo piu' grande. Non so se conviene congelarlo, non l'ho mai fatto. Io uso la farina che qui chiamano all-purpose, la stessa che uso quando una ricetta richiede farina 00. Anche a me questo dolce piace tanto, e' incredibile come cambi il sapore dei semi di papavero dopo la cottura!
Avatar utente
Rossana
Non Umano
 
Messaggi: 1062
Iscritto il: 20/02/2006, 16:46
Località: Texas, USA

Re: Makovyi Knysh - Rotolo ai semi di papavero (Ucraina)

Messaggioda anthonyb » 26/01/2012, 17:36

Semi di papavero si puo tritare anche con un semplice tritacarne. Meglio 2 volte.
anthonyb
 
Messaggi: 138
Iscritto il: 27/09/2010, 17:01
Località: NA

Re: Makovyi Knysh - Rotolo ai semi di papavero (Ucraina)

Messaggioda salutistagolosa » 29/01/2012, 12:40

intriga moltissimo anceh me: pero' siamo solo in due in casa, e mangiandolo solo a colazione ci vorra' un po' a farlo fuori: quanto dura?
salutistagolosa
 
Messaggi: 6482
Iscritto il: 13/08/2004, 19:37
Località: Fife, Scozia

Re: Makovyi Knysh - Rotolo ai semi di papavero (Ucraina)

Messaggioda marta » 29/01/2012, 22:25

L'ho fatto stamattina ed il gusto è buonissimo, anche se ho completamente sbagliato l'impasto (non potevo usare l'impastatrice) e non ha lievitato.
Però la parte dell'impasto che resta all'interno del rotolo non è cotta come la tua nella foto, Rossana: secondo te dovevo solo cuocerlo di più (anche se in superficie era cotto perfettamente), o può essere anche colpa della mancata lievitatura?
Per quanto riguarda il pestaggio dei semi, con il mio pestello non ho ottenuto nulla: i semi scappavano tutt'intorno e non si chiacciavano per niente. Come fai tu? Comunque ci è piaciuto molto.
“Che tu creda di farcela o di non farcela avrai comunque ragione.”
Henry Ford
Avatar utente
marta
 
Messaggi: 1246
Iscritto il: 27/08/2004, 9:03
Località: Toulouse (FR)

Re: Makovyi Knysh - Rotolo ai semi di papavero (Ucraina)

Messaggioda anthonyb » 30/01/2012, 11:13

Marta io sono polacca di origine.
I semi devi tritare con un tritacarne. 2 o 3 volte.
Allora come dice Rossana prima i semi o devi mettere in acqua bollente e bollire circa mezzo ora o butti acqua bollente sopra e gli lasci in amollo per tutta la notte. Dopo devi tritare semi 2 o 3 volte e cuocere ancora nel latte o l'acqua.
Certo, ricette per impasto sono varie. Si fa anche con pasta frolla o mista fra frolla con lievito di birra. Impasto si fa a mano. Anche ripieno si fa in modi diversi.
Farrei makowiec ma purtroppo qua dove abito adesso non trovo i semi di papavero. Se gli troverò :) preparo il dolce.
anche dolce di Rossana non è perfetto. Dentro è un po non lievitato e impasto è diviso dal ripieno. Non dovrebbe essere cosi. Certo questi sono soltanto detagli. Capita spesso che rotolo per esempio si spacca sopra durante la cottura. Per questo lo avolgiamo stretto in carta da forno ben imburrata. Sopra ( dopo la cottura) mettiamo glassa a freddo e cospargiamo con semi di papavero crudi o scorza d'arancia candita tritata.
anthonyb
 
Messaggi: 138
Iscritto il: 27/09/2010, 17:01
Località: NA

Re: Makovyi Knysh - Rotolo ai semi di papavero (Ucraina)

Messaggioda anthonyb » 30/01/2012, 11:24

E volevo aggiungere: grazie a Rossana che ha proposto questo dolce! In Italia i dolci con semi di papavero sono totalmente sconosciuti ma sono buonissimi.
anthonyb
 
Messaggi: 138
Iscritto il: 27/09/2010, 17:01
Località: NA

Re: Makovyi Knysh - Rotolo ai semi di papavero (Ucraina)

Messaggioda marta » 30/01/2012, 11:31

anthonyb ha scritto:Marta io sono polacca di origine.
I semi devi tritare con un tritacarne. 2 o 3 volte.

Cara Anthonyb, ho capito bene che tu consigli il tritacarne, ma io il tritacarne non ce l'ho! :-)
Per quello non mi restava che il pestello!
Secondo te perché mi è rimasta la pasta un po' cruda al centro? (beh almeno non era separata dal ripieno). Forse dovevo cuocere a una temperatura più bassa ma per più tempo...

Comunque se abiti nei pressi di Napoli io per i semi di papavero cercherei nei negozi biologici oppure negli ipermercati molto grandi.
Io li trovavo (magari sono pacchi piccoli e ne devi comprare tanti, ma ci sono).
“Che tu creda di farcela o di non farcela avrai comunque ragione.”
Henry Ford
Avatar utente
marta
 
Messaggi: 1246
Iscritto il: 27/08/2004, 9:03
Località: Toulouse (FR)

Re: Makovyi Knysh - Rotolo ai semi di papavero (Ucraina)

Messaggioda anthonyb » 30/01/2012, 14:49

allora abbiamo un problema serio :shock:
in passato si pestava in questo. Si chiama makutra (mak- papavero o semi di p., ucierac - w questo caso significa pestare)
http://www.google.it/search?q=makutra&h ... 80&bih=827
serviva anche per fare la crema al burro , le ciambelle etc.
Puoi provare a tritarli in qualche robot da cucina potenti. Bimby?
o tritarli secchi ... e dopo metterli in ammollo
anthonyb
 
Messaggi: 138
Iscritto il: 27/09/2010, 17:01
Località: NA

Re: Makovyi Knysh - Rotolo ai semi di papavero (Ucraina)

Messaggioda Eliabel » 30/01/2012, 15:59

anthonyb

io faccio cosi: met i semi di papavero nel acqua bollente e lascio stare una mezz'oretta. Dopo tiro fuori l'acqua e meto i semi nel refrigeratore per 15 minuti. E dopo li trito con il zucchero nel robot di cucina.
Ma é possibile comprare i semi di papaveri già preparati negli negozzi polaci, tedeschi e turchi.
Eliabel
 
Messaggi: 104
Iscritto il: 05/04/2007, 22:08
Località: Bruxelles, Belgio

Re: Makovyi Knysh - Rotolo ai semi di papavero (Ucraina)

Messaggioda anthonyb » 31/01/2012, 17:15

Eliabel e semi preparati cosi per cosa gli usi? Gli cuoci dopo ancora? o gli lasci cosi?

Per quando riguarda preparati non gli mai usati e non posso dire come sono. Ho letto sul siti polacchi che loro qualita è varia. Ma certo meglio che semi amari o vecchi.
anthonyb
 
Messaggi: 138
Iscritto il: 27/09/2010, 17:01
Località: NA

Re: Makovyi Knysh - Rotolo ai semi di papavero (Ucraina)

Messaggioda Eliabel » 31/01/2012, 20:26

Io ho vissuto a Mosca fino a avere 25 anni. Ho mangiato tanti dolci con i semi di papavero!

Mi piacce il sapore della farcitura si é ben preparata: con le scorze candite di limone e arance, con le uvette, con ron, per volta con un po' di ccioccolato. Per volta preparo io la farcitura come io ho descrito prima. Dopo di tritarli con lo zucchero, gli cuoco con il miele, la semola di grano tenero e il latte. Ma ultimamente compro negli negozzi polacchi o tedesci e cambio un po la preparazione per adaptarla al mio gusto. Anche faccio un cake di cioccolato, semi di papavero e un po'di farina.
Eliabel
 
Messaggi: 104
Iscritto il: 05/04/2007, 22:08
Località: Bruxelles, Belgio

Re: Makovyi Knysh - Rotolo ai semi di papavero (Ucraina)

Messaggioda Azabel » 02/02/2012, 15:35

anthonyb ha scritto:in passato si pestava in questo. Si chiama makutra (mak- papavero o semi di p., ucierac - w questo caso significa pestare)
http://www.google.it/search?q=makutra&h ... 80&bih=827

Stesso principio del suribachi giapponese, che cosa interessante :)
www.kitchenbloodykitchen.com Se sono vegetariano perche' amo gli animali? No, semplicemente odio le piante. (A. Whitney Brown)
"Sei l'unica vegana da cui accetterei un invito a cena, sappilo." (la capessa, 23-06-2011)
Avatar utente
Azabel
 
Messaggi: 1338
Iscritto il: 05/12/2006, 23:22
Località: Verona

Re: Makovyi Knysh - Rotolo ai semi di papavero (Ucraina)

Messaggioda Glutine » 20/02/2012, 21:24

Bello Rossana! Io amo molto i dolci con i semi di papavero. Ho provato il makowiec in Polonia e poi l'ho rifatto molti anni fa.
Più che il tritacarne, ci vorrebbe il macinino manuale apposito per i semi. Io lo possiedo, è un po' complicato da descrivere, cmq si ottiene come una poltiglia dai semi. Non so se col tritarcarne il risultato è uguale...
Avatar utente
Glutine
 
Messaggi: 2051
Iscritto il: 12/02/2005, 14:52
Località: Bologna

Prossimo

Torna a Tradizioni in Cucina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

by Scatti Golosi

La redazione di questo forum è costituita anche da diversi blog che ne condividono il progetto, e cioè:
buzzoole code