Gennarino.org ringrazia tutti gli utenti che hanno dato fiducia al nostro progetto per quasi 20 anni, e che, grazie al grande lavoro fatto da tutto lo Staff (rigorosamente a titolo gratuito), hanno portato il forum a diventare uno dei principali punto di riferimento degli appassionati di cucina del web italiano.
Purtroppo, causa motivi personali, non ho più modo di gestirlo e portarlo avanti. Il forum viene ora posto in uno stato di sola lettura: un archivio storico che permetta a chiunque di fruire di tutte le discussioni trattate.

Torta delle rose del Garda*

Un nuovo forum, unico, che sostituirà i tradizionali 4 (che resteranno, in sola lettura) per rendere più agevole e veloce la navigazione. Qualora abbiate bisogno di informazioni sui vecchi post, avviate pure qui il vostro topic. Vi aiuteremo volentieri.

Torta delle rose del Garda*

Messaggioda Dony » 14/04/2008, 16:06

La ricetta è di Iginio Massari ed era già stata postata da Rossella

Immagine

(Claudia - aiuto! mettimi il link :???: )
La riporto con le quantità che ho usato io, ho praticamente diviso tutto per 10

PRIMO IMPASTO
Lievito di birra gr 4
farina bianca forte (manitoba) gr 50
latte tiepido gr 25
Formare un impasto liscio e omogeneo, fare lievitare a una temperatura di 22-24° C° fino a che triplica di volume.

SECONDO IMPASTO
il primo impasto più
uova gr 15
farina forte gr 25
Formare un impasto liscio e omogeneo e far lievitare fino a triplicare il suo volume.

TERZO IMPASTO
il secondo impasto più
uova gr 10
tuorli d'uovo gr 8
burro gr 7,5
zucchero gr 7,5
farina forte gr 25
Formare un impasto liscio e omogeneo e far lievitare.

QUARTO IMPASTO
il terzo impasto più
farina forte gr 400
uova gr 125
tuorli d'uovo gr 74
acqua gr 50
burro gr 100
zucchero gr 80
sale gr 6
miele d'acacia gr 20
scorze d'arancio candito e macinato (io l'ho frullato fino a renderlo una crema) gr 50
buccia d'arancia grattugiata - ne ho usata una intera
semi di bacca di vaniglia - ne ho usata una intera

PROCEDIMENTO
Fare un impasto morbido.
Io ho messo tutti gli ingredienti, meno l'impasto precedente, nella ciotola dell'impastatrice, ho fatto dare qualche giro poi ho aggiunto l'impasto precedente e lavorato con il gancio per 15-20 minuti girando l'impasto due volte, cioè togliendolo dalla ciotola, ripulendola bene poi rimettendo l'impasto e continuando la lavorazione.
E' comunque un impasto molto morbido.
Lasciare lievitare la pasta per 6/7 ore a temperatura ambiente (coprire il recipiente con pellicola) poi posizionare in frigorifero fino al suo indurimento.
Togliere dal frigo, stendere la pasta e incorporare gr 50 di burro dando tre giri semplici a sfoglia.
(il burro l'ho prima ammorbidito e lavorato con una forchetta, poi steso sulla pasta, dato due giri, messo in frigo 15 minuti e poi fatto il terzo giro)
Lasciar indurire nuovamente i frigorifero poi tirare la pasta a uno spessore di mm 5 (io ho cercato di tirarla ancora più sottile), splamare un sottile strato di burro, cospargere di zucchero semolato grosso (Ho invece montato a crema gr 100 di burro con gr 100 di zucchero e poi spalmato sulla pasta) arrotolare, formare un rullo del diametro di cm 6, tagliare delle rondelle lunghe circa cm 5 e metterle in una tortiera foderata di carta da forno o nei pirottini da panettone basso (ho formato le rondelle, pizzicate sotto per non far uscire il burro in cottura e messe in pirottino da panettone basso) alla distanza di circa 2 cm l'una dall'altra.
Far lievitare a una temperatura di 28° C per circa cinque ore (ho fatto lievitare a temperatura ambiente, chiusa in un mobiletto e coperta da un tele leggero per tutta la notte)
Cuocere a 180°C per 30/35 min. (ho cotto a 180° per 40 min poi lasciato in forno spento altri 5 min, a metà cottura ho coperto con foglio d'alluminio per evitare che si bruciacchiasse troppo sopra)
Andrebbe servita inzuppata con uno sciroppo tiepido di bagna all'arancio con gocce di sciroppo di rose.
Non l'avevo quindi l'ho spolverata di zucchero a velo.

BAGNA
zucchero gr 200
acqua gr 200
far bollire poi aggiungere: liquore d'arancio gr 50 e a discrezione sciroppo di rose.

Volendo portarla domenica mattina ho iniziato la lavorazione ancora venerdì e siccome pure sabato avevo degli impegni improrogabili ho dovuto modificare leggermente i tempi, ho proceduto così
venerì ore 17 il primo impasto, ore 19 il secondo impasto, ore 21 il terzo impasto, ore 23 il quarto impasto poi messo in frigo con la ciotola dell'impastatrice e coperto con pellicola.
Sabato ore 8 ho incorporato il burro e dato i giri, ore 10 ho rimesso in frigo il panetto, su un piatto leggermente infarinato e coperto con pellicola trasparente. Ore 20 ho steso, spalmato di burro e zucchero, formato le rose e sistemato nel pirottino, poi coperto con un panno e lasciato lievitare tutta la notte a temperatura ambiente dentro un mobiletto.
Domenica mattina ore 6 ho infornato in forno caldo.
L'ho fatta molte volte ma solo nei fine settimana quando non avevo impegni, è la prima volta che la faccio lievitare così a lungo ma sembra che il risultato sia migliore, a detta di chi l'ha assaggiata :)

/Teresa, a mettere la foto ci pensi tu vero 8-) :grin:

/Silvana, quando vuoi la rifaccio volentieri, così ci rivediamo, tanto stiamo a un tiro di schioppo :roll:
grazie a tutti per l'apprezzamento :)

credo che la torta di rose postata da Sereme sia la stessa o comunque molto simile.
Ultima modifica di TeresaDeMasi il 10/11/2008, 12:04, modificato 4 volte in totale.
Motivazione: Aggiunto link e foto; ricetta inserita qui: http://www.gennarino.org/nuovo_sito/index.php/Lievitati-dolci/Torta-di-rose-del-Garda.html
Avatar utente
Dony
 
Messaggi: 2372
Iscritto il: 13/08/2006, 14:29
Località: Botticino - BS

Ti è stata utile questa discussione? Allora puoi ringraziarci condividendola sulle tue pagine social

In questo modo, ci aiuterai ad aumentare la popolarità di gennarino.org! Grazie! Condividi su Facebook

Re: Torta delle rose del Garda

Messaggioda Primavera » 14/04/2008, 19:07

Grazie della ricetta, ne ho assaggiata un grammo, perchè non ci stava proprio più niente e mi è piaciuta molto!
Mi sembra proprio semplice semplice, bastano tre giorni di lavoro (e di ferie)...
Quando scrivi "farina forte" cosa intendi? manitoba del super o manitoba da panettone tipo 380/400 W?
Primavera
Avatar utente
Primavera
 
Messaggi: 2901
Iscritto il: 16/07/2006, 20:27
Località: Milano

Re: Torta delle rose del Garda

Messaggioda Dony » 14/04/2008, 22:34

Primavera ha scritto:Mi sembra proprio semplice semplice, bastano tre giorni di lavoro (e di ferie)...
Quando scrivi "farina forte" cosa intendi? manitoba del super o manitoba da panettone tipo 380/400 W?


Si possono accorciare i tempi di lievitazione mettendo a 25-28° C° come prevede la ricetta originale, io ho fatto lievitare sempre a temperatura ambiente 19-20° C° e ho protratto l'ultima sosta in frigorifero perchè avevo altri impegni fuori casa, comunque quando la inizio il sabato mattina presto la vado a cuocere la domenica pomeriggio.
Per tutta la lavorazione ho usato farina manitoba W 380/400 (io ho la Tibiona)

silmolli ha scritto:

la faccio, cavolo se la faccio. Non ho tempo quasi per nulla ma per questa lo trovo. E' uguale a quella che mangiavo quando ero piccola a Maderno e che Giovanni mi ha fatto trovare la sera del mio 40esimo compleanno ed è stato una sorpresa bellissima, commovente (beh sì Mauri ha suggerito). Ne ho mangiate decine, ma nessuno la riproduceva così bene.

Grazie Dony e se passi di qui vi accogliamo a braccia aperte :)

Silvana (domani siamo all'arte bianca)


Sono contenta che vi sia piaciuta, vedrai che ti verrà bene, basta riuscire a incastrare gli impegni con i tempi di lievitazione :)
Visto che domani siete all'Arte Bianca, se non avete fretta, potreste venire in quel di Botticino per un caffè ;-), io lavoro fino a mezzogiorno e ho il pomeriggio libero.

\ Paolo, Mariella, grazie, mi fate arrossire :oops:
Avatar utente
Dony
 
Messaggi: 2372
Iscritto il: 13/08/2006, 14:29
Località: Botticino - BS

Re: Torta delle rose del Garda

Messaggioda Dony » 22/04/2008, 19:24

Ho provato a fare questa torta usando il lievito madre, ecco come:
Domenica mattina ore 11
gr 200 di lievito madre (rinfrescato una volta il giorno prima e un'altra volta domenica alle 7)
gr 100 di farina manitoba
gr 25 di uova
gr 8 di tuorlo
gr 7,5 di zucchero
gr 7,5 di burro
gr 20 di latte
Questi sono gli ingredienti che raggruppano i primi tre impasti della ricetta originale, ho tolto il lievito di birra e 5 gr di latte e ho aggiunto il lievito madre.
Ho impastato bene il tutto fino a formare un bell'impasto liscio, messo a lievitare in una ciotola coperta con pellicola trasparente a temperatura ambiente.
Per raddoppiare di volume ci sono volute quasi otto ore.

Alle 19 ho reimpastato con:
gr 300 di farina manitoba
gr 100 di uova
gr 70 di tuorli
gr 100 di burro
gr 80 di zucchero
gr 6 di sale
gr 20 di miele
gr 50 di scorze d'arancia candite e macinate
buccia d'arancia
semi di una bacca di vaniglia
tutto l'impasto precedente
Rispetto all'altra ricetta ho tolto 100 gr di farina, 25 gr di uova e 4 gr di tuorli e tutta l'acqua.
Ho impastato con il KA per 15-20 minuti poi messo a lievitare nella ciotola, coperto con pellicola, a temperatura ambiente per tutta la notte.
Lunedì mattina ore 6 l'impasto arrivava fin quasi al bordo della ciotola del KA.
Senza rilavorarlo, ho messo la ciotola in frigo per farlo indurire, e qui, per cause di forza maggiore (vedi lavoro :grin: ) ci è rimasto fino alle 14.
Poi l'ho steso, non sottile, e ho incorporato gr 50 di burro dando tre giri semplici a sfoglia.
Ho lasciato indurire nuovamente in frigo poi ho tirato la pasta a rettangolo alta mm 5 e spalmata di una cremina fatta con 100 gr di burro e 100 gr di zucchero lavorati insieme.
Arrotolato, tagliato a rondelle e messo a lievitare in pirottino da panettone basso, coperto con pellicola, a temperatura ambiente fino alle 6 di martedì

Immagine
lievitata

Immagine
martedì alle 6 cotta a 180 C° per 30 minuti.

Immagine



Immagine

Secondo me poteva avere una lievitazione maggiore, dovevo andare al lavoro e quindi l'ho tolta dal forno un pò presto?
Magari ci doveva rimanere ancora 10 minuti?
Avrei dovuto fare due rinfreschi al lievito il giorno precedente?
Ho cercato di togliere il più possibile liquidi perchè con i primi tentativi avevo ottenuto impasti molli, ingestibili. :no:
Suggerimenti?
Avatar utente
Dony
 
Messaggi: 2372
Iscritto il: 13/08/2006, 14:29
Località: Botticino - BS

Re: Torta delle rose del Garda

Messaggioda claudia » 22/04/2008, 21:50

Grazie Dony. Suggerimenti non saprei dartene, forse poteva cuocere un pochino di più.
Comunque o con ldb o con lievito naturale mi sa che questo fine settimana la faccio. :)
Avatar utente
claudia
 
Messaggi: 6427
Iscritto il: 22/03/2006, 15:12
Località: Milano

Re: Torta delle rose del Garda

Messaggioda claudia » 26/04/2008, 22:46

claudia ha scritto:Comunque o con ldb o con lievito naturale mi sa che questo fine settimana la faccio. :)


Eh sì. Grazie Dony per avermi fatto conoscere questa ricetta di Massari, è veramente ottima.

Immagine
Avatar utente
claudia
 
Messaggi: 6427
Iscritto il: 22/03/2006, 15:12
Località: Milano

Re: Torta delle rose del Garda

Messaggioda Dony » 26/04/2008, 23:32

Molto bella Claudia :smile: , complimenti.
Hai usato il lievito di birra o il lievito madre?
Avatar utente
Dony
 
Messaggi: 2372
Iscritto il: 13/08/2006, 14:29
Località: Botticino - BS

Re: Torta delle rose del Garda

Messaggioda claudia » 27/04/2008, 7:33

Lievito di birra. E oggi ha ancora tutta la fragranza di ieri, ani, forse si sono sviluppati un pochino meglio gli aromi. E' soffice e umida al punto giusto.
Avatar utente
claudia
 
Messaggi: 6427
Iscritto il: 22/03/2006, 15:12
Località: Milano

Re: Torta delle rose del Garda

Messaggioda bdionisi » 28/04/2008, 8:56

claudia ha scritto:Lievito di birra. E oggi ha ancora tutta la fragranza di ieri, ani, forse si sono sviluppati un pochino meglio gli aromi. E' soffice e umida al punto giusto.

confermo quello detto da claudia, io non ho messo lo zucchero a velo, ma ho fatto lo sciroppo :sad:
Barbara
Avatar utente
bdionisi
 
Messaggi: 257
Iscritto il: 18/04/2006, 10:53
Località: Ciampino, RM

Re: Torta delle rose del Garda

Messaggioda Dony » 28/04/2008, 13:59

bdionisi ha scritto:
claudia ha scritto:Lievito di birra. E oggi ha ancora tutta la fragranza di ieri, ani, forse si sono sviluppati un pochino meglio gli aromi. E' soffice e umida al punto giusto.

confermo quello detto da claudia, io non ho messo lo zucchero a velo, ma ho fatto lo sciroppo :sad:


Sono proprio felice che vi sia piaciuta, non ne conosco l'origine, ma in questa ricetta c'è un pò di terra bresciana ;-)

Se mi dite che con il lievito di bira rimane morbida anche il giorno dopo (da me arriva solo fino a sera) posso interrompere gli esperim,enti con il lievito madre :D

Barbara, com'è con lo sciroppo? Io non l'ho mai messo (per pigrizia) :roll:
Avatar utente
Dony
 
Messaggi: 2372
Iscritto il: 13/08/2006, 14:29
Località: Botticino - BS

Re: Torta delle rose del Garda

Messaggioda claudia » 28/04/2008, 14:11

Dony ha scritto:Se mi dite che con il lievito di bira rimane morbida anche il giorno dopo (da me arriva solo fino a sera) posso interrompere gli esperim,enti con il lievito madre :D


Dony era buona anche stamattina. Temo però che non sarò in grado di dirti se regge fino a domani. 8-)
\anch'io non ho messo lo sciroppo
Avatar utente
claudia
 
Messaggi: 6427
Iscritto il: 22/03/2006, 15:12
Località: Milano

Re: Torta delle rose del Garda

Messaggioda bdionisi » 28/04/2008, 18:36

Dony ha scritto:Barbara, com'è con lo sciroppo? Io non l'ho mai messo (per pigrizia) :roll:

con lo sciroppo è molto buona e diventa veramente soffice, poi mentre cuoceva la torta io ho fatto lo sciroppo, non ci vuole tanto tempo :oops:
Barbara
Avatar utente
bdionisi
 
Messaggi: 257
Iscritto il: 18/04/2006, 10:53
Località: Ciampino, RM

Re: Torta delle rose del Garda

Messaggioda ambrosia » 15/06/2008, 20:50

Mille grazie Dony, davvero strepitosa. :cool:
Due giorni di lavoro e attesa spesi veramente bene. Credo che la rifarò presto.
Con queste dosi mi sono uscite 2 teglie (in una avevo paura che venisse tutto troppo "compresso") naturalmente quella fatta con i quattro pezzettini avanzati l'ho infornata per prima e l'ho tagliata ancora calda, l'altra invece la porterò domani in ufficio.
Ah... non avevo i canditi come dico io e quindi non li ho messi.
La bagna l'ho fatta aggiungendo alla fine solo qualche goccia di acqua di rose.

(le foto, come al solito penose... ma vabbè... :grin: )

Immagine

Immagine
Avatar utente
ambrosia
 
Messaggi: 222
Iscritto il: 20/06/2007, 16:19
Località: Elba Island, LI

Re: Torta delle rose del Garda

Messaggioda Dony » 15/06/2008, 22:05

Ciao Ambrosia, sono contenta che ti sia piaciuta, è veramente una faticata, ma ne vale la pena :grin:
Io purtroppo ho finito le scorze d'arancia candite che mi aveva procurato Teresa, quindi uso quelle comprate al supermercato, ma non è la stessa cosa :no: però meglio che niente ;-)
Avatar utente
Dony
 
Messaggi: 2372
Iscritto il: 13/08/2006, 14:29
Località: Botticino - BS

Re: Torta delle rose del Garda

Messaggioda mary67 » 15/06/2008, 22:36

Vorrei provare questa ricetta (che ,tra l'altro, ho anch'io perchè ho comprato il libro "cresci, l'arte della pasta lievitata"), ma non sò dove acquistare l'acqua di rose. Dove l'avete trovata? :shock:
mary67
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 11/03/2008, 18:50

Prossimo

Torna a Il nuovo forum di Gennarino.org

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

by Scatti Golosi

La redazione di questo forum è costituita anche da diversi blog che ne condividono il progetto, e cioè:
buzzoole code