Piadina o piada Riminese

L'angolo della tradizione: ricette, ingredienti, modalità di cottura, aneddoti e tutto quello che vorrete raccontare sulle tradizioni nostre e di altri paesi.
Regole del forum
Prima di cominciare a scrivere messaggi in questo forum, vi consigliamo di seguirlo silenziosamente (continua)

Piadina o piada Riminese

Messaggioda Barbara7 » 27/04/2010, 3:33

Immagine

Ciao :) , mi chiamo Barbara e vivo a Rimini
quindi ho pensato di condividere con voi la ricetta della nostra Piada.
La sua particolarità è che qui, a differenza di altre zone della Romagna, è bassa. Infatti ha uno spessore di 3 millimetri.

Ingredienti per circa 5 piadine:
400 g di farina di grano tenero tipo “0”
80 g di strutto
110 ml di acqua tiepida circa
15 g di sale (circa un cucchiaino colmo)
Preparazione:
Metti la farina sul tagliere, fai la fontana.
Al centro della fontana metti lo strutto, il sale e un po' d’acqua.
Impasta e versa a mano a mano l’altra acqua fino ad ottenere un impasto piuttosto sodo. Prendi una manciata di farina e finisci di impastare.
Forma delle palline con l’impasto. Avvolgile nella pellicola.
Lasciale riposare in frigorifero per 2 ore*.
Mettile fuori dal frigo e lasciale riposare per 30 minuti.
Con il matterello tira le piadine sottili aiutandoti con un po’ di farina (diametro di 20 cm. circa - spessore 3 mm.).
Scalda bene il testo (io lo accendo prima di iniziare a tirare le piade). La temperatura è molto importante: nella piastra grande il fuoco dev'essere medio, la cottura deve essere rapida, altrimenti la piadina perde la morbidezza e si secca subito.
Mettila sul testo, muovila di continuo con una spatola o forchetta facendola ruotare su se stessa, senza voltarla, e schiaccia le bolle quando nascono oppure, appena messa sul testo, forala coi rebbi della forchetta facendola ruotare.
Quando si sono formate le bruciacchiature, dovute alle bolle, e prima che raggiunga un colore dorato (alzala di tanto in tanto per controllare) voltala per cuocerla dall’altro lato.

*Può capitare che non ci sia il tempo per far riposare l'impasto, magari perchè viene la voglia di piada all' ultimo momento... ok puoi farla senza la fase di riposo di due ore.

Come farcirla?... Alcune idee:
- Rucola, prosciutto crudo di Parma
- Zucchine, melanzane, pomodorini, rucola.
- Prosciutto crudo, grana, rucola.
- Mozzarella di bufala, pendolini, origano, basilico
- Gorgonzola e speck
- Pomodoro fresco, basilico, mozzarella cruda, olive
- Taleggio, speck, patate
- Prosciutto cotto affumicato o speck, scamorza affumicata, rucola
- Pendolini, prosciutto crudo, grana a scaglie
- Pendolini, basilico, olive nere, capperi
- Pendolini, funghi freschi, rucola, grana
- Piada e affettati (prosciutto crudo, salame, bresaola...)
- Prosciutto crudo
- Prosciutto cotto, mozzarella e funghi
- Porchetta
- Bresaola, rucola e grana a scaglie
- Salsiccia alla brace
- Roast-beef, pomodoro per insalata e maionese
- Verdure gratinate ( pomodori, peperoni, melanzane, cipolle)
- Insalata di radicchio e cipolla
- Squacquerone e rucola o radicchio
- Squacquerone e verdure di campo
- Sardine alla brace
- Alici marinate nel limone e olio + insalatina di porri e foglie di lattuga
- crema spalmabile al cioccolato e nocciole

L’impasto può essere congelato in freezer.
Fai le palline, mettile su un vassoio e falle congelare in freezer. Una volta congelate mettile in un sacchetto e lasciale in freezer fino all’utilizzo.
Servono circa 2 ore per scongelarle.
In una piadineria ho trovato anche la piada con il rosmarino... buonissima!

At salut burdèl :)
Avatar utente
Barbara7
 
Messaggi: 34
Iscritto il: 27/04/2010, 2:26
Località: Rimini

Ti è stata utile questa discussione? Allora puoi ringraziarci condividendola sulle tue pagine social

In questo modo, ci aiuterai ad aumentare la popolarità di gennarino.org! Grazie! Condividi su Facebook

Re: Piadina o piada Riminese

Messaggioda mariafatima » 27/04/2010, 16:25

Bene, ma, pedonami, non so cosa sia il "testo". E' forse la piastra antiaderente? :-)
mariafatima
 
Messaggi: 377
Iscritto il: 13/04/2007, 20:03
Località: San Pietro in Lama, LE

Re: Piadina o piada Riminese

Messaggioda Barbara7 » 27/04/2010, 17:05

Ciao mariafatima :)
diciamo che è una piastra (o teglia) antiaderente...
digitanto "testo piadina" su un motore di ricerca ne trovi diversi: in terracotta, ghisa... http://www.cucinaitaliana.info/ricettepag/dolci/piadina-uvette/piadina-attrezzi-27.jpg
Io uso questo : http://img450.imageshack.us/i/fotopiada173179vg.jpg/
E' praticamente senza bordo e piuttosto pesante perchè è spessa.
Non serve esclusivamente per cuocere la piada, ma è utile per la carne, il pesce, le verdure...
Per chi non vive in Romagna penso che la possa acquistare in internet.
Avatar utente
Barbara7
 
Messaggi: 34
Iscritto il: 27/04/2010, 2:26
Località: Rimini

Re: Piadina o piada Riminese

Messaggioda TeresaDeMasi » 28/04/2010, 1:50

Benvenuta Barbara. :)
Vi è piaciuto quello che avete letto? Se vi va, potete ringraziarci aiutandoci a crescere condividendo questo post nelle vostre bacheche. Grazie a chiunque deciderà di farlo.
Il mio blog: http://www.scattigolosi.com
Avatar utente
TeresaDeMasi
Site Admin
 
Messaggi: 25519
Iscritto il: 02/05/2002, 20:14
Località: Formigine (MO)

Re: Piadina o piada Riminese

Messaggioda Barbara7 » 28/04/2010, 2:00

Grazie Teresa :)
Avatar utente
Barbara7
 
Messaggi: 34
Iscritto il: 27/04/2010, 2:26
Località: Rimini

Re: Piadina o piada Riminese

Messaggioda lenticchia78 » 28/04/2010, 17:13

ciao Barbara, benvenuta! Tu non metti né lievito né bicarbonato?
Avatar utente
lenticchia78
 
Messaggi: 60
Iscritto il: 06/12/2007, 11:53
Località: Santarcangelo di Romagna

Re: Piadina o piada Riminese

Messaggioda Barbara7 » 28/04/2010, 19:14

Ciao lenticchia78 :)
No, a Rimini gli ingredienti tipici sono: farina, acqua tiepida, strutto e sale.
In pratica qui la piada (3 millimetri di spessore, con un diametro di 25 centimetri ) è diversa dalle altre zone della Romagna, più alta e più piccola.
Il fatto è che non esiste "una" ricetta della piada romagnola, ma diverse ricette.
A chi piace abbastanza sottile, ma morbida, tant'è che volendo si può farcire e arrotolare, usa: farina, strutto, acqua tiepida e sale.
A chi piace più spessa aggiunge il lievito chimico.
C'è chi mette l'olio d'oliva al posto dello strutto.
C'è chi aggiunge il bicarbonato.
Chi, al posto dell'acqua mette il latte.
C'è chi mette più o meno strutto.
C'è chi ci mette, come ho visto oggi, farina, panna liquida fresca, latte, lievito chimico e sale... senza aggiungere grassi (strutto o olio).
Tranne l'ultima, che proverò a fare per curiosità, le ho provate tutte, ma la mia versione preferita è quella che ho scritto in questo post, tuttavia è una questione di gusto, non sostengo che sia la "vera piada romagnola", come affermano i miei concittadini, tant'è che hanno creato un Comitato :) .
Magari provate a fare una piada:
100 g di farina di grano tenero tipo “0”
20 g di strutto
acqua tiepida q.b
3 g di sale circa
Avatar utente
Barbara7
 
Messaggi: 34
Iscritto il: 27/04/2010, 2:26
Località: Rimini

Re: Piadina o piada Riminese

Messaggioda salutistagolosa » 29/04/2010, 2:02

TeresaGennarino ha scritto:Benvenuta Barbara. :)

Benvenuta anche da parte mia, e grazie della ricetta: perche' non vieni a presentarti in Discorsi in cucina, e ci racconti un po' dei tuoi interessi culinari? :)
salutistagolosa
 
Messaggi: 6482
Iscritto il: 13/08/2004, 19:37
Località: Fife, Scozia

Re: Piadina o piada Riminese

Messaggioda tuCoque » 29/04/2010, 18:34

Ciao e benvenuta.
Io ho sperimentato più volte che il bicarbonato rende la piada più dura, a meno che non si aggiunga anche il latte. A me piace particolarmente la versione riminese, cioè questa, rispetto a quelle più spesse e mollicose di altre zone.

Ho poi elaborato una versione meno canonica ma più romana*, usando una parte di farina di farro, diciamo circa 1/4 farro e 3/4 grano tenero. Viene una piada molto morbida, il che permette di ridurre drasticamente la quantità di strutto.

*Il farro è famoso per essere stato la base dell'alimentazione delle legioni romane che partirono alla conquista del mondo, [1]. Veniva usato principalmente per preparare pane, focacce (libum) e polente (puls) [2].
(wikipedia)
"What's in a name? That which we call a rose
By any other name would smell as sweet."
Avatar utente
tuCoque
 
Messaggi: 3665
Iscritto il: 19/11/2006, 11:41
Località: Roma

Re: Piadina o piada Riminese

Messaggioda Barbara7 » 29/04/2010, 20:30

Grazie anche a te salutistagolosa :)
Sono spesso davanti al computer per lavoro, appena possibile lo farò... grazie! :)
Avatar utente
Barbara7
 
Messaggi: 34
Iscritto il: 27/04/2010, 2:26
Località: Rimini

Re: Piadina o piada Riminese

Messaggioda Barbara7 » 29/04/2010, 20:52

Ciao e benvenuta.
Io ho sperimentato più volte che il bicarbonato rende la piada più dura, a meno che non si aggiunga anche il latte. A me piace particolarmente la versione riminese, cioè questa, rispetto a quelle più spesse e mollicose di altre zone.

Ho poi elaborato una versione meno canonica ma più romana*, usando una parte di farina di farro, diciamo circa 1/4 farro e 3/4 grano tenero. Viene una piada molto morbida, il che permette di ridurre drasticamente la quantità di strutto.


Grazie tuCoque! :)
Anche qui, da qualche anno e soprattutto nelle piadinerie, usano miscele di farine, come la farina di farro, integrale...c'è anche quella di Kamut. Oppure si aggiunge il rosmarino o il sesamo... buonissime! Le faccio spesso, in particolare con il rosmarino tritato. tant'è che la mangio anche senza nulla.
Non sapevo che con una miscela di farina di farro e grano tenero si potesse diminuire lo strutto... buono a sapersi! :) La prossima volta seguirò il tuo suggerimento :)
Pensa che la versione che ho (ricetta di una famosissima piadineria di Rimini) ci andrebbero 100 grammi di strutto. Certe volte ne metto anche un po' meno di 80 grammi, perchè mangiamo piade e cassoni molto spesso.
Per chi non ama affatto lo strutto può usare l'olio extravergine di oliva... è buona anche così.
Avatar utente
Barbara7
 
Messaggi: 34
Iscritto il: 27/04/2010, 2:26
Località: Rimini

Re: Piadina o piada Riminese

Messaggioda tuCoque » 29/04/2010, 21:19

conosco bene rimini e dintorni, sono i luoghi della mia infanzia e ci hanno anche abitato i miei per un po'.
be' mio cugino aveva una piadineria e alla mia richiesta di quanto strutto ci vuole per fare una buona piadina la sua risposta è stata: più ne metti e più viene buona 8O 8O

io mi tengo sui 50 grammi per chilo di farina, lo so che è poco ma poi lo sento troppo :)
"What's in a name? That which we call a rose
By any other name would smell as sweet."
Avatar utente
tuCoque
 
Messaggi: 3665
Iscritto il: 19/11/2006, 11:41
Località: Roma

Re: Piadina o piada Riminese

Messaggioda Barbara7 » 29/04/2010, 22:41

He he he! Bella risposta! :grin:
Non sono ancora scesa sotto gli 80 grammi, ma sono pronta a provare...
magari calo di 10 grammi alla volta e vedo fino a che punto si potrebbe arrivare senza comprometterla :)
Avatar utente
Barbara7
 
Messaggi: 34
Iscritto il: 27/04/2010, 2:26
Località: Rimini

Re: Piadina o piada Riminese

Messaggioda tuCoque » 30/04/2010, 12:32

sarebbe proprio una bella cosa se lo facessi :)
"What's in a name? That which we call a rose
By any other name would smell as sweet."
Avatar utente
tuCoque
 
Messaggi: 3665
Iscritto il: 19/11/2006, 11:41
Località: Roma

Re: Piadina o piada Riminese

Messaggioda Barbara7 » 30/04/2010, 12:51

Eh sì! Sarebbe anche una buona cosa per la salute :)
Sarei molto contenta anche di scendere a 40-50 grammi di strutto su 400 di farina, tanto facciamo la quantità giusta per essere cotte e mangiate calde.
Grazie! :)
Avatar utente
Barbara7
 
Messaggi: 34
Iscritto il: 27/04/2010, 2:26
Località: Rimini

Prossimo

Torna a Tradizioni in Cucina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

by Scatti Golosi

La redazione di questo forum è costituita anche da diversi blog che ne condividono il progetto, e cioè:
buzzoole code