Crema Catalana, la ricetta di Pietro Stramba

Un nuovo forum, unico, che sostituirà i tradizionali 4 (che resteranno, in sola lettura) per rendere più agevole e veloce la navigazione. Qualora abbiate bisogno di informazioni sui vecchi post, avviate pure qui il vostro topic. Vi aiuteremo volentieri.

Crema Catalana, la ricetta di Pietro Stramba

Messaggioda TeresaDeMasi » 25/05/2015, 12:21

Esaudisco con questa ricetta la richiesta di Anna nella pagina fan del forum su facebook. E quasi quasi , approfitto per provarla questo we visto che sono secoli che ce l'ho nella lista delle cose da provare...
La ricetta viene da It.hobby.cucina ed è di Pietro Stramba Badiale, profondo conoscitore della cucina catalana

Immagine

http://www.flickr.com/photos/pgoyette/2115758568/

>Ingredienti (per 6 porzioni):

> 1 litro di latte fresco intero
> 6 tuorli d'uovo
> 250 grammi di zucchero
> 50 grammi di maizena
> la buccia intera di un limone
> una stecca di cannella
>
> Preparazione:
>
> Mettere sul fuoco il latte con la buccia di limone e la cannella.
> Portare alla soglia dell'ebollizione, togliere dal fuoco, filtrare e
> far raffreddare, mescolando di tanto in tanto per evitare la
> formazione della pellicola di panna in superficie.
>
> Montare i tuorli con 200 grammi di zucchero. Aggiungere il latte ormai
> raffreddato, meno una tazzina nella quale si sciogliera' la maizena.
> Mettere sul fuoco bassissimo mescolando in continuazione con un
> cucchiaio di legno. Quando la crema comincia appena a ispessire,
> aggiungere a filo (come l'olio per la maionese) il latte con la
> maizena, sempre mescolando.
>
> Continuare a mescolare (ci vuole una ventina di minuti), evitando di
> portare a bollore, fino a quando la crema non si sia ben addensata.
> Oltre che dalla resistenza contro il cucchiaio, si capisce che la
> crema e' pronta quando la superficie, da biancastra che era, diventa
> omogeneamente gialla.
>
> A questo punto si versa in coppette individuali (ideali quelle tonde,
> di coccio, catalane) e si lascia raffreddare, quindi si mette in frigo
> per qualche ora. Al momento di servire, si cosparge la superficie con
> i 50 grammi di zucchero avanzati e si caramella con l'apposito "ferro
> per cremar" (un disco di ghisa con un luuungo manico) ben arroventato.
>
> Varianti: e' attestato, in talune zone di Catalunya, l'uso di buccia
> d'arancia al posto di quella di limone e di semi di finocchio insieme
> o al posto della cannella. La mia piccola variante personale consiste,
> dopo aver bruciato lo zucchero, nel porre una violetta candita al
> centro del disco di caramello.
>
Vi è piaciuto quello che avete letto? Se vi va, potete ringraziarci aiutandoci a crescere condividendo questo post nelle vostre bacheche. Grazie a chiunque deciderà di farlo.
Il mio blog: http://www.scattigolosi.com
Avatar utente
TeresaDeMasi
Site Admin
 
Messaggi: 25519
Iscritto il: 02/05/2002, 20:14
Località: Formigine (MO)

Ti è stata utile questa discussione? Allora puoi ringraziarci condividendola sulle tue pagine social

In questo modo, ci aiuterai ad aumentare la popolarità di gennarino.org! Grazie! Condividi su Facebook

Torna a Il nuovo forum di Gennarino.org

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

by Scatti Golosi

La redazione di questo forum è costituita anche da diversi blog che ne condividono il progetto, e cioè:
buzzoole code