Gennarino.org ringrazia tutti gli utenti che hanno dato fiducia al nostro progetto per quasi 20 anni, e che, grazie al grande lavoro fatto da tutto lo Staff (rigorosamente a titolo gratuito), hanno portato il forum a diventare uno dei principali punto di riferimento degli appassionati di cucina del web italiano.
Purtroppo, causa motivi personali, non ho più modo di gestirlo e portarlo avanti. Il forum viene ora posto in uno stato di sola lettura: un archivio storico che permetta a chiunque di fruire di tutte le discussioni trattate.

Pastiera, note sul grano cotto

La buca dei pasticcioni! per quelli che hanno voglia di lavorare in gruppo.
Regole del forum
Prima di cominciare a scrivere messaggi in questo forum, vi consigliamo di seguirlo silenziosamente (continua)

Pastiera, note sul grano cotto

Messaggioda tciccarini » 29/03/2006, 18:41

Finalmente ho trovato il grano e lo ho lasciato in ammollo per 3 giorni dopo di che lo ho cucinato col latte fino a quando il latte si he asciugato. Il grano continua a essere duro. Cosa dovrei fare? cucinarlo un'altra volta con piu latte o buttarlo e cominciare tutto da capo?

Grazie

Maria Teresa
Avatar utente
tciccarini
 
Messaggi: 103
Iscritto il: 08/10/2004, 14:16
Località: Berkeley (California)

Ti è stata utile questa discussione? Allora puoi ringraziarci condividendola sulle tue pagine social

In questo modo, ci aiuterai ad aumentare la popolarità di gennarino.org! Grazie! Condividi su Facebook

Re: aiuto Pastiera

Messaggioda TeresaDeMasi » 29/03/2006, 18:44

tciccarini ha scritto:Finalmente ho trovato il grano e lo ho lasciato in ammollo per 3 giorni dopo di che lo ho cucinato col latte fino a quando il latte si he asciugato. Il grano continua a essere duro. Cosa dovrei fare? cucinarlo un'altra volta con piu latte o buttarlo e cominciare tutto da capo?

Grazie

Maria Teresa


Il grano crudo, mia madre lo cucinava per ore ma in acqua, poi - una volta pronto - preparava la crema di grano con latte. Non so se questa prima cottura con il latte ne ha cambiato il gusto... :shock:
Vi è piaciuto quello che avete letto? Se vi va, potete ringraziarci aiutandoci a crescere condividendo questo post nelle vostre bacheche. Grazie a chiunque deciderà di farlo.
Il mio blog: http://www.scattigolosi.com
Avatar utente
TeresaDeMasi
Site Admin
 
Messaggi: 25519
Iscritto il: 02/05/2002, 20:14
Località: Formigine (MO)

Re: aiuto Pastiera

Messaggioda FrancescaSpalluto » 29/03/2006, 20:06

tciccarini ha scritto:Finalmente ho trovato il grano e lo ho lasciato in ammollo per 3 giorni dopo di che lo ho cucinato col latte fino a quando il latte si he asciugato. Il grano continua a essere duro. Cosa dovrei fare? cucinarlo un'altra volta con piu latte o buttarlo e cominciare tutto da capo?

Grazie

Maria Teresa


Maria Teresa, ti dovrei mettere in contatto con una mia amica foggiana che vive a San Francisco. E' bravissima a fare questi dolci, lo scorso anno mi ha detto che la pastiera le era uscita benissimo. Si chiama Auxilia.

P.S.: se vuoi comprare il grano per la pastiera buonissimo, quello in vetro che inizia con la C

http://www.buonitalia.com/index.cfm/act ... logid/357/
description/grano/browse/null/MenuGroup/Home/desc/Grano%20cotto.htm

La proprietaria di Buonitalia e' una davvero in gamba, ha molti prodotti di qualita', tipo crema di nocciole delle langhe, ecc.
Avatar utente
FrancescaSpalluto
Non Umano
 
Messaggi: 1940
Iscritto il: 21/10/2005, 5:24
Località: New York

Messaggioda nanninella55 » 29/03/2006, 20:27

non ho ricordi di grano messo a bagno nell'acqua ,io ricordo solo i barattoli comprati , però so, per averlo letto da qualche parte, che il grano và lasciato a bagno una settimana , cambiando l'acqua mattina e sera , solo quando è spappolato, la parte esterna del grano deve rompersi sotto il gonfiore della farina che ha assorbto molta acqua, è pronto ... non è pronto prima
ti metto una foto trovata sul web e se guardi bene il barattolo non ha liquidi, quela parte bianca che vedi e che ti sembra acqua, non lo è, è farina cremosa .... in effetti il grano per pastiera è una pappetta molto compatta ... esce dal barattolo solo se lo tiri fuori con un cucchiaio altrimenti niente da fare

Immagine
Avatar utente
nanninella55
 
Messaggi: 705
Iscritto il: 15/06/2005, 9:31
Località: Salerno

Messaggioda FrancescaSpalluto » 29/03/2006, 20:28

Si', si, da Buonaitalia puoi comprare proprio quella marca...
la proprietaria del negozio e' salernitana :grin:
Avatar utente
FrancescaSpalluto
Non Umano
 
Messaggi: 1940
Iscritto il: 21/10/2005, 5:24
Località: New York

Messaggioda nanninella55 » 29/03/2006, 20:32

ps ho trovato questo link sul web

http://www.granocotto.it/
in cui dice che dopo che è stato in ammollo va bollito e poi conservato

per fare la pastiera và "ricotto" con il latte.
Avatar utente
nanninella55
 
Messaggi: 705
Iscritto il: 15/06/2005, 9:31
Località: Salerno

Re: aiuto Pastiera

Messaggioda tciccarini » 29/03/2006, 20:42

admin ha scritto:
tciccarini ha scritto:Finalmente ho trovato il grano e lo ho lasciato in ammollo per 3 giorni dopo di che lo ho cucinato col latte fino a quando il latte si he asciugato. Il grano continua a essere duro. Cosa dovrei fare? cucinarlo un'altra volta con piu latte o buttarlo e cominciare tutto da capo?

Grazie

Maria Teresa


Il grano crudo, mia madre lo cucinava per ore ma in acqua, poi - una volta pronto - preparava la crema di grano con latte. Non so se questa prima cottura con il latte ne ha cambiato il gusto... :shock:


Allora vado a buttare via questo grano e cominciare da capo. Questa volta lo cucino col acqua. Dopo ti dico come e venuto.

Francesca Spalluto ha scritto:
Maria Teresa, ti dovrei mettere in contatto con una mia amica foggiana che vive a San Francisco. E' bravissima a fare questi dolci, lo scorso anno mi ha detto che la pastiera le era uscita benissimo. Si chiama Auxilia.

P.S.: se vuoi comprare il grano per la pastiera buonissimo, quello in vetro che inizia con la C

http://www.buonitalia.com/index.cfm/act ... logid/357/
description/grano/browse/null/MenuGroup/Home/desc/Grano%20cotto.htm

La proprietaria di Buonitalia e' una davvero in gamba, ha molti prodotti di qualita', tipo crema di nocciole delle langhe, ecc.


Grazie per il link di dove trovare il grano in America. Mi piaccerebe metermi in conttato colla tua amica. Puoi mandarmi il suo indirizzo e-mail?

Grazie a tutti
Avatar utente
tciccarini
 
Messaggi: 103
Iscritto il: 08/10/2004, 14:16
Località: Berkeley (California)

Messaggioda elisabetta » 29/03/2006, 22:25

Io compro il grano cotto della Miele,ma conosco un metodo,consigliatomi da una anziana signora per cuocerlo bene:non va assolutamente cotto nel latte,perlomeno nella fase inziale.Va messo in ammollo per 5 giorni,rinnovando l'acqua un paio di volte.Si sciacqua benissimo e si versa ne ll'acqua in ebollizione(l'acqua deve ricoprire per almeno 6 dita il grano) e si cuoce per 1 ora,coperto.Si copre la pentola con una coperta e si lascia riposare per 5 ore.Si riporta ad ebollizione,aggiungendo ancora acqua,se necessario e si cuoce ancora per 3 ore a fuoco lentissimo.Aggiungere ancora acqua bollente,se si asciugasse.Si lascia raffreddare e si scola dall'acqua,eventualemente rimasta,si pesa.Per ogni 600 gr di grano cotto scolato si aggiungono 150/200 gr di latte e 30 gr di burro,si cuoce ancora per 10/15 minuti,mescolando bene.
Elisabetta
elisabetta
 
Messaggi: 29
Iscritto il: 28/03/2006, 8:18
Località: Vico Equense

Messaggioda lulu55 » 22/03/2007, 17:27

nanninella55 ha scritto:non ho ricordi di grano messo a bagno nell'acqua ,io ricordo solo i barattoli comprati , però so, per averlo letto da qualche parte, che il grano và lasciato a bagno una settimana , cambiando l'acqua mattina e sera , solo quando è spappolato, la parte esterna del grano deve rompersi sotto il gonfiore della farina che ha assorbto molta acqua, è pronto ... non è pronto prima
ti metto una foto trovata sul web e se guardi bene il barattolo non ha liquidi, quela parte bianca che vedi e che ti sembra acqua, non lo è, è farina cremosa .... in effetti il grano per pastiera è una pappetta molto compatta ... esce dal barattolo solo se lo tiri fuori con un cucchiaio altrimenti niente da fare

Immagine


è lo stesso grano che compro io, ma lo cucino con latte strutto e buccia di limore grattugiata, poi lo faccio raffreddare e lo unisco alle uova montate con lo zucchero l'acqua fior d'arancio il sale , la mia ricetta proviene da Afragola
ciao
baci baci ciao lulu55
Avatar utente
lulu55
 
Messaggi: 67
Iscritto il: 02/12/2006, 17:40
Località: Sardegna

Messaggioda Cruschello » 22/03/2007, 19:06

Io solitamente la pastiera la faccio con... il farro (perlato).
Lo uso come se fosse grano, facendolo cuocere nel latte fino a che non e; diventato bello morbido (Non piu' di 20/25 minuti).
Cruschello
 

Messaggioda tavernadei7peccati » 22/03/2007, 19:26

Noi la pastiera non la facciamo, ma per santa Lucia facciamo quintali di cuccìa, che è grano cotto e crema.
Siccome ci sono solo questi due ingredienti, il grano deve restare gonfio, tenerissimo e integro.
Per averlo così(usiamo il grano tenero), lo mettiamo a bagno dall'Immacolata, l'8 dicembre fino alla vigilia, il 12, cambiando l'acqua ogni giorno.
Lo si cuoce in acqua finchè non diventa masticabile e poi lo si lascia per tutta la notte nell'acqua di cottura, coprendo la pentola con molte coperte.
L'indomani si trova gonfio e tenero e lo si cuoce con la crema di latte.
Però se si usa la crema di ricotta, bisogna aggiungerlo all'ultimo momento, perchè ricotta e zucchero fanno indurire il grano.
...... anita...............................
te ne stai seduta sulla punta ricurva della luna, in quieta meditazione... hai tutto il tempo...
Avatar utente
tavernadei7peccati
 
Messaggi: 3091
Iscritto il: 05/10/2006, 15:08
Località: Palermo


Torna a Laboratorio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

by Scatti Golosi

La redazione di questo forum è costituita anche da diversi blog che ne condividono il progetto, e cioè:
buzzoole code