Soffritto di maiale napoletano



ricetta del soffritto di maiale napoletano

Questa ricetta del soffritto di maiale napoletano è un classico della tradizione popolare: una zuppa perfetta per l’inverno, povera e proletaria. Si preparava infatti con gli scarti della macellazione del maiale (il c.d. “quinto quarto” e si mangiava tradizionalmente in filoni di pane casareccio raffermo, svuotati dalla mollica ed usati a mo’ di contenitore.

LA RICETTA DEL SOFFRITTO DI MAIALE NAPOLETANO

Ingredienti

Soffritto di maiale (ossia: polmone, trachea, cuore e milza)
conserva di pomodoro
olio
sugna
peperoncino forte
foglia di lauro
rosmarino
sale

Procedimento

Lavate bene il soffritto, tagliatelo a piccoli pezzi e tenetelo per un paio d’ore in acqua fresca che cambierete di tanto in tanto fino a quando non apparirà più arrossata di sangue.
Sgocciolate allora e asciugate accuratamente tutti i pezzi di carne. In una pentola capace e larga di fondo, fate riscaldare la sugna e l’olio e poi aggiungetevi il soffritto che farete rosolare a fuoco vivace. Essiccato il liquido e rosolata la carne aggiungete la conserva diluita con un pò d’acqua, il lauro, il rosmarino, il peperoncino e il sale.
Diminuite la fiamma, lasciate cuocere per 4 o 5 minuti e, infine, versatevi un pò d’acqua.
La cottura deve durare un paio d’ore. Il sugo non deve essere troppo denso e quindi, aggiungere se troppo denso, altra acqua.
Preparate molte fettine di pane biscottato al forno; porre le fette due o tre in ogni piatto e ricoprirle con il soffritto ed il sugo.

E voi, avete una ricetta di famiglia del ricetta del soffritto di maiale napoletano? Se sì, raccontatecela: seremo felici di pubblicarla.

L’immagine gentilmente fornita da Luciano Pignataro