La pizza “sospesa” della Pizzeria da Concettina ai Tre Santi



napoli

“Per conoscere davvero Napoli dovete viverci a lungo, e magari prepararvi a questa esperienza riflettendo a lungo su quanto hanno scritto, recitato o cantato grandi artisti come Eduardo, Troisi o Daniele.
Ci sono però luoghi magici, capaci di offrirvi da soli una sintesi perfetta di ciò che nessun reportage giornalistico su Napoli potrà mai spiegarvi. Uno di questi è per esempio la storica Pizzeria da Pizzeria da Concettina ai Tre Santi, dove capirete quali straordinari livelli di qualità e di efficienza si possano raggiungere anche in quei quartieri popolari (qui siamo alla Sanità, ed i 3 santi sono quelli raffigurati in una edicola votiva posta all’ingresso) che solitamente si definiscono “difficili”.
Ciro Oliva e la sua famiglia compiono qui il miracolo di offrire un prodotto di leggerezza e gusto straordinari assieme ad un servizio perfetto, che inizia con la distribuzione gratuita di assaggini di pizza ai clienti in fila, in paziente attesa del loro turno, e si conclude con la contabilizzazione in tempo reale (su una apposita lavagna a vista) dei “sospesi” offerti dai clienti a chi non può permettersi il lusso di una pizza. Stasera alle 22 le pizze a disposizione erano 479. Un numero incredibile, che spiega da solo perché Napoli è una città senza uguali al mondo.”
Antonio Lucisano

pizza

L’iniziativa “Pizza Sospesa”, che ha affascinato i media di tutta Europa, è una delle tipiche trovate della gente di Napoli. In questo caso della famiglia Oliva e della giornalista enogastronomia Monica Piscitelli. Parte da una prassi consolidata in pizzeria e da un’idea semplicissima: offrire una pizza fumante e saporita anche a chi non può pagarsela. In passato, e in pochi bar della città ancora oggi, si faceva così con il caffè: l’avventore che ne aveva consumato uno, ne lasciava un altro pagato per chi ne avesse necessità. In questo modo i meno fortunati potevano passare al bar e ricevere l’inaspettato dono di un ristoro caldo. Lanciata a giugno 2013, “Pizza Sospesa” ha visto tra i primi contributori il comico Paolantoni.Ogni giorno, con i fondi della iniziativa, alimentata dalla famiglia e dai benefattori, gli Oliva sfornano una decina di pizze per chi ne fa richiesta dando una fuggevole occhiata alla lavagna esposta nel locale che riporta il numero di quelle disponibili.



Ti è piaciuto questo post? Facci sapere quanto, dandoci un voto attraverso le stelle che trovi qui sotto. E se hai domande o argomenti da approfondire, faccelo sapere nei commenti: saremo felici di darti le risposte che cerchi in nuovi post dedicati.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessuno ha votato sinora... sii il primo!)
Loading...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.