La Cardinale



La Cardinale
La Cardinale – un fritto a base di mozzarella e prosciutto – è il piatto di Ritama per Terra di Fuoco. Nella foto in alto, è stata tagliata fredda per esaltarne il ripieno.

La preparazione in sé non è difficile ma occorre avere un po’ di pazienza e usare delicatezza nelle operazioni per non rovinare la mozzarella. Bucandola, si rovinerebbe infatti durante la frittura.
Praticamente, si prende una mozzarella, la si taglia in alto e poi la si svuota. Con la parte interna ed altri ingredienti si prepara un ripieno che viene reintrodotto all’interno. Si chiude poi la calotta, si impana e si frigge.

E poi si mangia, stando attenti ai fili bollenti di mozzarella.

 

La Cardinale
Write a review
Print
Ingredients
  1. Una mozzarella
  2. due fette di prosciutto cotto
  3. un pomodoro maturo
  4. un uovo
  5. farina qb
  6. pangrattato qb
  7. sale e pepe qb
  8. olio per friggere
Instructions
  1. La mozzarella va scolata benissimo (anche per un'intera la notte) e svuotata parzialmente, tagliando la calotta senza staccarla e operando dall’alto.
  2. Si amalgamano la mozzarella ricavata dallo svuotamento, il pomodoro e il prosciutto cotto tutto tagliato a piccoli pezzi, regolando  di sale e riempendo il vuoto della mozzarella. Chiudere quindi con la calotta.
  3. Sbattere l’uovo, salare e pepare, infarinare la mozzarella ripiena,
  4. Passare nell’uovo e poi nel pangrattato.
  5. Ripetere l’operazione uovo e pangrattato e  friggere in abbondante olio.
Notes
  1. Mangiandola calda si ha una filatura esagerata ed è speciale, la difficoltà è nel tagliarla, per poterla fotografare ho dovuto aspettare che si raffreddasse.
Gennarino.org on line dal 1999 https://www.gennarino.org/wordpress2/

 



Ti è piaciuto questo post? Facci sapere quanto, dandoci un voto attraverso le stelle che trovi qui sotto. E se hai domande o argomenti da approfondire, faccelo sapere nei commenti: saremo felici di darti le risposte che cerchi in nuovi post dedicati.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessuno ha votato sinora... sii il primo!)
Loading...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.