Gueffus (sospiri)



gueffus o sospiri

 Dolci tipici sardi, a base di mandorle, molto facili da preparare. Perfetti, per un regalo fatto in casa.

500 gr di mandorle macinate
100 gr di zucchero (in pratica è il 1/5 cioè il 20% del peso delle mandorle)
buccia grattuggiata di un limone
poca acqua
sambuca o acqua di fiori d’arancio
Si fa sciogliere sul fuoco lo zucchero con pochissima acqua (proprio il fondo di una tazzina) il tanto che serve per farlo sciogliere.Si aggiunge la buccia grattuggiata del limone. Gueffus o sospiri
Appena è sciolto si butta sulle mandorle macinate (in un’altra terrina) e si mescola bene. A questo punto si aggiunge sambuca (o acqua di fiori d’arancio) finche non si raggiunge la giusta consistenza , che sarebbe un po’ appiccicosa ma abbastanza sostenuta da poterci fare le palline. (appena li faccio fotografo il procedimento). Si rotolano nello zucchero e si incartano nelle veline colorate. FINITO. Ci mettete più tempo ad incartarli che a farli.

Appena fatti rimangono molto umidi e abbastanza alcolici (se si usa la sambuca) , ma basta lasciarli 1 o 2 giorni all’aria per avere la consistenza perfetta!

Gueffus o sospiri
Qui, la discussione nel forum. Dove, qualora ne abbiate bisogno, potete anche chiedere aiuto.

 



Ti è piaciuto questo post? Facci sapere quanto, dandoci un voto attraverso le stelle che trovi qui sotto. E se hai domande o argomenti da approfondire, faccelo sapere nei commenti: saremo felici di darti le risposte che cerchi in nuovi post dedicati.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessuno ha votato sinora... sii il primo!)
Loading...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.