Gelatina di Mele Cotogne



Siccome siamo in stagione, eccovi un’altra vecchia ricetta dal forum a base di mele cotogne: la gelatina. Per prepararla accertatetevi di avere a disposizione uno strofinaccio a trama fitta ben pulito ma non trattato con ammorbidenti oppure della garza sterile: sono necessari per filtrare bene il succo ed ottenere la trasparenza tipica delle gelatine.
In caso di incertezza, piuttosto che rovinare il frutto del vostro lavoro e la vostra gelatina di mele cotogne,  bollite il telo  sciacquandolo abbondantemente e fatelo asciugare bene prima di utilizzarlo.

unnamed

COME SI PREPARA LA GELATINA DI MELE COTOGNE

Ingredienti
1kg Succo di Mele Cotogne
700g Zucchero
1 Limone

Per il Succo
Prima di iniziare la preparazione della gelatina di mele cotogne vera e propria, è necessario lavare e pulire dalla pelosità le mele.  La peluria viene generalmente rimossa prima che i frutti vengano messi in vendita, soprattutto nei negozi. Prima di sbucciare una mela cotogna sfregate la buccia con le vostre dita o con una spazzola morbida, sotto l’acqua corrente, così da rimuovere la peluria residua e pulire la buccia. Tagliarle in quarti, togliere il torsolo metterle in una pentola coprendole, a filo, di acqua. Porre il tegame sul fuoco e lasciare bollire per 1 ora.

Prendere un telo di cotone finissimo con cui rivestire uno scolapasta, versarvi il contenuto della pentola di mele raccogliendo il succo in un altro recipiente. Non schacciare le mele ma lasciare filtrare per tutta la notte.

Il giorno seguente raccogliere il succo in un barattolo a chiusura ermetica e metterlo in frigorifero per far depositare eventuali sedimenti residui.

In una pentola pesare 1 kg di succo, aggiungervi lo zucchero e il succo di limone. Mescolare per sciogliere lo zucchero poi mettere sul fuoco e fare bollire a fiamma vivace.
Depositare una goccia del composto su un piattino per verificare la giusta consistenza della gelatina di mele cotogne e invasare.

 



Ti è piaciuto questo post? Facci sapere quanto, dandoci un voto attraverso le stelle che trovi qui sotto. E se hai domande o argomenti da approfondire, faccelo sapere nei commenti: saremo felici di darti le risposte che cerchi in nuovi post dedicati.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessuno ha votato sinora... sii il primo!)
Loading...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.