Frutta martorana

frutta martorana, fruttini di marzapane

 

Farina di mandorle, finissima 500 gr (90% mandorle dolci, 10% mandorle amare);
– Zucchero semolato 500 gr
– Acqua 125 ml
– 1 baccello di vaniglia

frutta martorana, fruttini di marzapane

Sciogliere lo zucchero nell’acqua, spaccare in due il baccello di vaniglia e mettere tutto sul fuoco.

Cuocere al filo (110 °C). Arrivato a cottura eliminare il baccello e versarvi dentro la farina di mandorle emescolare energicamente.
Versare il composto su un piano di marmo e farlo raffreddare un poco. Iniziare poi la lavorazione, dapprima con una spatola e successivamente con mani e mattarello. L’impasto è appiccicoso ma, man mano che la lavorazione procede, si asciugherà.
Nell’ultima fase lavorarlo spargendo sul piano di lavoro dello zucchero a velo. Formare il panetto e metterlo in frigo per un paio d’ore, avvolto in pellicola. Si conserva così illimitatamente.
Al momento dell’uso – preferibilmente dopo almeno 24 ore – dare un paio di rullate con il mattarello per saggiarne la consistenza.

frutta martorana, fruttini di marzapane
Per i fruttini, spolverare le formine di zucchero a velo e amido in parti uguali. Poi, prendere un po’ di pasta di mandorla e schiacciarla nelle forumine in modo da dare forma.
Estrarli subito e metterli ad asciugare. Una volta asciutti, colorare con pennelli intinti in coloranti naturali sciolti in un po’ di alcool e lucidare con gomma arabica.

la pasta di mandorle la pasta di mandorle la pasta di mandorle la pasta di mandorle la pasta di mandorle la pasta di mandorle la pasta di mandorle la pasta di mandorle la pasta di mandorle



Ti è piaciuto questo post? Facci sapere quanto, dandoci un voto attraverso le stelle che trovi qui sotto. E se hai domande o argomenti da approfondire, faccelo sapere nei commenti: saremo felici di darti le risposte che cerchi in nuovi post dedicati.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Nessuno ha votato sinora... sii il primo!)
Loading...