Pagina 1 di 1

La minestra maritata

MessaggioInviato: 14/12/2014, 21:45
da rimmel
La minestra maritata o come si chiamava anticamente "pignatto grasso" è uno dei piatti più antichi della cucina tradizionale campana e in particolare di quella napoletana. E' una zuppa ricca e corposa dove le verdure si "maritano" perfettamnete con la carne e il suo brodo.Richiede una lunga preparazione ma il lavoro si può dividere in più giorni soprattutto se si prepara un grosso quantitativo. Come ogni ricetta della tradizione ogni famiglia ha la sua a secondo dei propri gusti, c'è chi mette il cappone, chi la gallina ma alcune carni come il maiale sono insostituibili. Io ho preparato la versione senza pollame ma solo con maiale e manzo e aggiungendo come vuole la tradizione mezzo piedino un pezzo di muso di maiale.Come scrive Carola Francesconi " queste meravigliosa minestra per la ricchezza di grassi fa paura alle nostre dietetiche preoccupazioni. Ma per fortuna, nostalgici di cucina paesana ne esistono ancora e sono quelli che, osservando le tradizioni, impediscono al "pignatto grasso",di cadere nell'oblio".
Io sono una di queste.

Ingredienti 6-8 persone
4-5 kg di verdure miste ( cicoria piccola- scarole piccole-borragine)
500 g di muscolo di manzo
300 g di gallinella di maiale
2 puntine di maiale
3 salsicce piccanti
1 pezzo di piedino e di muso di maiale.
3 carote
3 coste di sedano
aglio q.b.
sale q.b.
pecorino grattugiato (facoltativo)

Procedimento
Lavare e lessare la verdura in acqua leggermente salata, colare e tenere da parte. ( si può fare anche il giorno prima)
Preparare 3 brodi per i 3 tipi di carne in acqua fredda e pentole separate escluso la salsiccia schiumando di tanto in tanto.
Cuocere i tre tipi di carne aggiungendo in ogni brodo una carota, una costa di sedano e uno spicchio d'aglio, spegnere man mano che la carne sarà cotta e molto morbida.
Colare ed unire tutto il brodo ottenuto dalle carni (escluso quello del piedino e del muso) in un'unica pentola bella capiente e tenere da parte la carne, una volta raffreddato asportare il grasso che si forma in superficie.
Portare a bollore il brodo insieme alla salsiccia tagliata a pezzi ed unire la verdura, lasciare insaporire per circa 15-20'. Sfilacciare tutta la carne (esculso piedino e muso) ed unirla alla minestra, mischiare bene e continuare la cottura per altri 10-15' e spegnere.
Riscaldate anche il brodo del piedino e del muso e portate a tavola anche questi, ci sarà sempre qualche intenditore che li mangerà.
Servire la minestra bollente con pane casareccio tostato e se si gradisce con pecorino grattugiato.
antonia

Re: La minestra maritata

MessaggioInviato: 15/12/2014, 10:24
da salutistagolosa
rimmel ha scritto:Come scrive Carola Francesconi " queste meravigliosa minestra per la ricchezza di grassi fa paura alle nostre dietetiche preoccupazioni. Ma per fortuna, nostalgici di cucina paesana ne esistono ancora e sono quelli che, osservando le tradizioni, impediscono al "pignatto grasso",di cadere nell'oblio".
Io sono una di queste.

meno male per noi! :D
Grazie Antonia, sposto in Tradizioni, dove merita di stare!

Re: La minestra maritata

MessaggioInviato: 15/12/2014, 22:34
da TeresaDeMasi
Incredibile ma vero, non l'ho mai mangiata. Bisogna che mi decida a provarla ma non è una delle cose più semplici da preparare, mi pare... :)

Re: La minestra maritata

MessaggioInviato: 16/12/2014, 10:16
da MariaRomano
Io l'adoro è squisita e data la laboriosità nella preparazione, me la faccio preparare :grin: .
Come ricorda Antonia, in ogni famiglia c'è una variante.
Nella mia ricordo una versione del mese di febbraio, nella quale come verdura in aggiunta a quelle indicate c'è la verza e la cotica di maiale al posto delle salsicce, del musetto e della zampa.
Brava Antonia :cool:

Re: La minestra maritata

MessaggioInviato: 16/12/2014, 15:29
da rimmel
TeresaDeMasi ha scritto:Incredibile ma vero, non l'ho mai mangiata. Bisogna che mi decida a provarla ma non è una delle cose più semplici da preparare, mi pare... :)

Una terrona come te che non ha mai mangiato la minestra maritata! Comunque non è complicata farla, lunga si soprattutto se si prepara una grossa quantità come ho fatto io. Io l'ho preparata per 10 persone ed ho suddiviso il lavoro in 3 giorni, il primo pomeriggio ho lavato e lessate le verdure ( tre ore), il secondo giorno ho preparato i vari brodi e li ho lasciati raffreddare tutta la notte, la mattina successiva ho asportato il grasso rappreso e ultimata per il pranzo...due volta l'anno si può fare.
antonia

Re: La minestra maritata

MessaggioInviato: 19/12/2014, 20:01
da Cat
rimmel ha scritto: 300 g di gallinella di maiale

Antonia, cos'è?
Questa minestra deve essere buonissima...

Re: La minestra maritata

MessaggioInviato: 21/12/2014, 9:17
da rimmel
Cat ha scritto:
rimmel ha scritto: 300 g di gallinella di maiale

Antonia, cos'è?
Questa minestra deve essere buonissima...

Stefania è un taglio del maiale chiamato anche sopracoscia.
antonia