Gennarino.org ringrazia tutti gli utenti che hanno dato fiducia al nostro progetto per quasi 20 anni, e che, grazie al grande lavoro fatto da tutto lo Staff (rigorosamente a titolo gratuito), hanno portato il forum a diventare uno dei principali punto di riferimento degli appassionati di cucina del web italiano.
Purtroppo, causa motivi personali, non ho più modo di gestirlo e portarlo avanti. Il forum viene ora posto in uno stato di sola lettura: un archivio storico che permetta a chiunque di fruire di tutte le discussioni trattate.

Le pesche sciroppate di claudia*

Un nuovo forum, unico, che sostituirà i tradizionali 4 (che resteranno, in sola lettura) per rendere più agevole e veloce la navigazione. Qualora abbiate bisogno di informazioni sui vecchi post, avviate pure qui il vostro topic. Vi aiuteremo volentieri.

Messaggioda maria » 04/09/2006, 13:31

riporto qui sotto una richiesta di informazioni che mi è stata fatta da un'amica che ha provato a fare le pesche in oggetto: ho riempito i vasetti con lo sciroppo e poi ho messo due stuzzicadenti incrociati per tenerle sotto ( spero di essermi spiegata) , m a afine cottura , quando ho tolto i vasi dall'acqua le pesche galleggiavano sopra nonostante gli stuzzicadenti , e io mi chiedo , se avanzano su dallo sciroppo va bene lo stesso o devo consumare i vasetti a breve ??

mi sono anche meravigliata perchè tu dicevi di riempire i vasi per 3/4 con lo sciroppoe non riempire tuttoil vaso , perchè?

io non ho saputo rispondere, c'e' qualcuno che mi da una mano? grazie!
Avatar utente
maria
 
Messaggi: 1290
Iscritto il: 03/11/2003, 17:54
Località: Cremona

Ti è stata utile questa discussione? Allora puoi ringraziarci condividendola sulle tue pagine social

In questo modo, ci aiuterai ad aumentare la popolarità di gennarino.org! Grazie! Condividi su Facebook

Messaggioda sereme » 04/09/2006, 15:33

maria ha scritto:riporto qui sotto una richiesta di informazioni che mi è stata fatta da un'amica che ha provato a fare le pesche in oggetto: ho riempito i vasetti con lo sciroppo e poi ho messo due stuzzicadenti incrociati per tenerle sotto ( spero di essermi spiegata) , m a afine cottura , quando ho tolto i vasi dall'acqua le pesche galleggiavano sopra nonostante gli stuzzicadenti , e io mi chiedo , se avanzano su dallo sciroppo va bene lo stesso o devo consumare i vasetti a breve ??

mi sono anche meravigliata perchè tu dicevi di riempire i vasi per 3/4 con lo sciroppoe non riempire tuttoil vaso , perchè?

io non ho saputo rispondere, c'e' qualcuno che mi da una mano? grazie!

Secondo me anche se rimangono a galla non c'e' problema,ammesso che la capsula abbia chiuso e la sterilizzazione sia avvenuta correttamente,al massimo diventano un po' scure quelle fuori dallo sciroppo :-)
Avatar utente
sereme
 
Messaggi: 1978
Iscritto il: 20/11/2003, 14:27
Località: Romagna

PERCOCHE

Messaggioda rosanna » 05/09/2006, 6:35

è un frutto tipico della campania ,in estate noi napoletani lo mettiamo a spicchi con buccia o senza nel vino bianco ghiacciato(molto freddo),e la tavola dopo aver bevuto il vino mangiamo questi spicchi di percoche,non sono nocepesche.ciao a tutti e buona giornata
rosanna
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 27/11/2004, 22:35
Località: Napoli

Messaggioda contadino » 05/09/2006, 7:43

maria ha scritto:riporto qui sotto una richiesta di informazioni che mi è stata fatta da un'amica che ha provato a fare le pesche in oggetto: ho riempito i vasetti con lo sciroppo e poi ho messo due stuzzicadenti incrociati per tenerle sotto ( spero di essermi spiegata) , m a afine cottura , quando ho tolto i vasi dall'acqua le pesche galleggiavano sopra nonostante gli stuzzicadenti , e io mi chiedo , se avanzano su dallo sciroppo va bene lo stesso o devo consumare i vasetti a breve ??

mi sono anche meravigliata perchè tu dicevi di riempire i vasi per 3/4 con lo sciroppoe non riempire tuttoil vaso , perchè?

io non ho saputo rispondere, c'e' qualcuno che mi da una mano? grazie!


Il "galleggiamento" è dovuto ad una diminuzione di volume delle pesche per la cessione dei loro succhi quando vengono riscaldate in una soluzione zuccherina. Per ridurre questo fenomeno si possono "sbollentare" prima le pesche in una soluzione al 20-30 %di acqua e zucchero e poi metterle nei vasi. Si perde però un po' di "consistenza" delle pesche. Oppure molto più semplicemente cercando di sistemarle al meglio nei vaso senza lasciare spazi vuoti (battere ogni tanto sul tavolo i vasi per il miglior riempimento).
Se allo sciroppo si aggiunge un po' di vino bianco 5-6% si può diminuire la temperatura di pastorizzazione e quindi anche il fenomeno del galleggiamento.
Ancora, si possono usare vasi che abbiano una "spalla" pronunciata che tengano schiacciate le falde di pesche quindi apparente minor galleggiamento.


Le percoche rappresentano, un ibrido, prodotto, secoli fa, dal matrimonio tra il pesco e l’albicocco, sono ideali per la conservazione sotto sciroppo per il giusto compromesso tra zuccheri ed acidità e soprattutto per la loro consistenza dovuta alla "trama" molto fine della pasta.
Immagine
http://www.terrenobili.com
Agli iscritti al Forum sconto del 10%
Leggi quicome ottenerlo.
contadino
 
Messaggi: 59
Iscritto il: 01/07/2006, 15:30

Re: Le pesche sciroppate di claudia

Messaggioda Franz » 06/09/2006, 10:18

Teresa/gennarino ha scritto:.....
Le ho preparate facendo bollire per 10 minuti, una soluzione composta
da 500 gr. di zucchero in 1 lt. di acqua e un limone lavato, tagliato a
rondelle e in quarti. Sbucciate e tagliate a spicchi le pesche, le ho
disposte nei vasi, sfruttando al meglio lo spazio, e battendo piano per
favorire l'assestamento. Ho riempito poi per 3/4 con la soluzione
*fredda* ed una fettina di limone, e fatti bollire a bagnomaria per 20
minuti, lasciandoli raffreddare immersi. ....
---
claudia

Ho le percocche ed anche qualche dubbio :per sbucciarle non vanno immerse in acqua bollente ? una volta pelate e spezzettate vanno riposte nei vasi senza prima sbollentarle per qualche minuto ? Lo sciroppo va ridotto, diciamo, della metà?
grazie!
"bastardo: cane generato da due razze diverse ...oooops
essere ignobile di razza umana che abbandona gli animali"
Per ogni cucciolo comprato, un animale muore solo e abbandonato, non comprare animali, adottali dai rifugi. grazie
Avatar utente
Franz
 
Messaggi: 771
Iscritto il: 21/02/2005, 11:47
Località: tn

Messaggioda sereme » 06/09/2006, 11:50

ciao Franz :D
rispondo:I° se preferisci sbollentarle per pelarle fai così,io le ho sbucciate col coltello
II°no tu devi metterle nei vasi CRUDE
III° no lo sciroppo va messo così come eì fallo bollire 10 min.spegni e fai freddare :eek:
Avatar utente
sereme
 
Messaggi: 1978
Iscritto il: 20/11/2003, 14:27
Località: Romagna

Messaggioda Franz » 06/09/2006, 16:58

Fatto ! con 2 kg di percocche ho "prodotto" 6 vasi da 250 cc . Mi è avanzato parecchio sciroppo - ed una pesca - e pensavo di usarlo per farne con lo stesso procedimento una macedonia sciroppata di pesche pere mele ananas lamponi kiwi ... secondo voi è una cosa fattibile ? Oppure è un metodo da usare esclusivamente per le pesche?
Grazie
"bastardo: cane generato da due razze diverse ...oooops
essere ignobile di razza umana che abbandona gli animali"
Per ogni cucciolo comprato, un animale muore solo e abbandonato, non comprare animali, adottali dai rifugi. grazie
Avatar utente
Franz
 
Messaggi: 771
Iscritto il: 21/02/2005, 11:47
Località: tn

Messaggioda sereme » 06/09/2006, 17:16

Franz ha scritto:Fatto ! con 2 kg di percocche ho "prodotto" 6 vasi da 250 cc . Mi è avanzato parecchio sciroppo - ed una pesca - e pensavo di usarlo per farne con lo stesso procedimento una macedonia sciroppata di pesche pere mele ananas lamponi kiwi ... secondo voi è una cosa fattibile ? Oppure è un metodo da usare esclusivamente per le pesche?
Grazie

io proverei secondo me e' fattibile,poi fai sapere vero? :eek:
Avatar utente
sereme
 
Messaggi: 1978
Iscritto il: 20/11/2003, 14:27
Località: Romagna

Messaggioda Franz » 07/09/2006, 14:32

intanto le pesche
Immagine
"bastardo: cane generato da due razze diverse ...oooops
essere ignobile di razza umana che abbandona gli animali"
Per ogni cucciolo comprato, un animale muore solo e abbandonato, non comprare animali, adottali dai rifugi. grazie
Avatar utente
Franz
 
Messaggi: 771
Iscritto il: 21/02/2005, 11:47
Località: tn

Messaggioda annetta » 08/09/2006, 14:04

le ho fatte anch'io!
pesche e susine

Immagine
annetta
 
Messaggi: 203
Iscritto il: 01/08/2006, 22:16
Località: Pontecagnano, SA

Messaggioda lallinat » 11/09/2006, 14:56

Le ho fatte - e siccome un vasetto era troppo pieno e non ha fatto il sottovuoto le ho assaggiate. Ottime, ma... decisamente mollicce. Erano a pezzi non troppo piccoli e ho fatto bollire 15 minuti. Troppo, secondo voi? La nonna di una mia amica spegne appena bolle...
Avatar utente
lallinat
 
Messaggi: 104
Iscritto il: 15/01/2006, 18:07
Località: Roma

Messaggioda contadino » 12/09/2006, 7:53

lallinat ha scritto:Le ho fatte - e siccome un vasetto era troppo pieno e non ha fatto il sottovuoto le ho assaggiate. Ottime, ma... decisamente mollicce. Erano a pezzi non troppo piccoli e ho fatto bollire 15 minuti. Troppo, secondo voi? La nonna di una mia amica spegne appena bolle...

Le cause possono essere diverse:
la varietà di pesche poco adatta: le migliori in assoluto sono le percoche (già detto) si possono anche usare varietà tipo Franca o Golden Ledy o antiche varietà locali purchè poco "acquose" e con pasta a trama "fitta";
pesche troppo mature: devono essere usate pesche appena al di sotto della matuarazione, al tatto devono essere molto sode;
temperatura di ebollizione troppo elevata: per conservarle nello sciroppo di acqua e zucchero basta farle sobbollirle a circa 85 - 90°C ( la temperatura è anche in funzione della percentuale di zucchero dello sciroppo: più è lo zucchero più si può innalzare la temperatura di pastorizzazione);
il tempo di pastorizzazione troppo lungo: per la conservazione con le pesche nello sciroppo bastano 10 m'.

Queste che ti sono rimaste troppo "mollicce", se lo ritieni, puoi recuperarle per una "grande" confettura.
Separa lo sciroppo dalle pesche, frulla grossolanamente le pesche con il mixer, aggiungi dello zucchero se sono ancora acide, cuoci sino a consistenza e invasetta a caldo, otterrai una ottima confettura.

Con lo sciroppo puoi provare, seguendo questo topic
http://www.gennarino.org/gelatine.htm
a fare la gelatina.
Buon lavoro
Immagine
http://www.terrenobili.com
Agli iscritti al Forum sconto del 10%
Leggi quicome ottenerlo.
contadino
 
Messaggi: 59
Iscritto il: 01/07/2006, 15:30

Messaggioda Franz » 15/09/2006, 17:10

sereme ha scritto:...poi fai sapere vero? :eek:


Troppo tardi per la macedonia, ho optato per queste pere al vino rosso

Immagine

e relativa etichetta
Immagine
Ultima modifica di Franz il 15/09/2006, 18:53, modificato 1 volta in totale.
"bastardo: cane generato da due razze diverse ...oooops
essere ignobile di razza umana che abbandona gli animali"
Per ogni cucciolo comprato, un animale muore solo e abbandonato, non comprare animali, adottali dai rifugi. grazie
Avatar utente
Franz
 
Messaggi: 771
Iscritto il: 21/02/2005, 11:47
Località: tn

Messaggioda Franz » 15/09/2006, 19:31

Pere al vino rosso
2kg pere piccole sode
1 lt vino rosso buono ( o 1/2 vino e 1/2 acqua)
1 limone
500g zucchero di canna
1 stecca cannella piccola
1 chiodo di garofano
Preparare lo sciroppo con il vino il limone tagliato a pezzetti e la stecca di cannella, lascirae bollire per 10 minuti e poi spegnete ( come per le pesche). Aggiungete il chiodo di garofano e lasciate raffreddare.
Sbucciare le pere, tagliarle a metà, togliere il torsolo ( se preferite tagliatele ancora a metà in modo da averle in quarti, è più comodo alloggiarle). Mettele nei vasi e coprite con il liquido freddo filtrato. Pastorizzare in acqua per 20 minuti e lasciar raffreddare in acqua.
Con 2 kg vengono 5 barattoli da 500g. Io ne ho fatto 2 kg così e 2 kg mettendo 1,5 lt ( anzichè 1) di vino e fatto bollire finchè si dimezza, diventa più denso .. se piace.
Ultima modifica di Franz il 16/09/2006, 14:36, modificato 1 volta in totale.
"bastardo: cane generato da due razze diverse ...oooops
essere ignobile di razza umana che abbandona gli animali"
Per ogni cucciolo comprato, un animale muore solo e abbandonato, non comprare animali, adottali dai rifugi. grazie
Avatar utente
Franz
 
Messaggi: 771
Iscritto il: 21/02/2005, 11:47
Località: tn

Messaggioda Franz » 16/09/2006, 11:16

mimosa ha scritto::) ...
e la giardiniera? :smile:


quella è secondo ricetta del sito, fatta, riposta ed assaggiata :sad:
"bastardo: cane generato da due razze diverse ...oooops
essere ignobile di razza umana che abbandona gli animali"
Per ogni cucciolo comprato, un animale muore solo e abbandonato, non comprare animali, adottali dai rifugi. grazie
Avatar utente
Franz
 
Messaggi: 771
Iscritto il: 21/02/2005, 11:47
Località: tn

PrecedenteProssimo

Torna a Il nuovo forum di Gennarino.org

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

by Scatti Golosi

La redazione di questo forum è costituita anche da diversi blog che ne condividono il progetto, e cioè:
buzzoole code