Gennarino.org ringrazia tutti gli utenti che hanno dato fiducia al nostro progetto per quasi 20 anni, e che, grazie al grande lavoro fatto da tutto lo Staff (rigorosamente a titolo gratuito), hanno portato il forum a diventare uno dei principali punto di riferimento degli appassionati di cucina del web italiano.
Purtroppo, causa motivi personali, non ho più modo di gestirlo e portarlo avanti. Il forum viene ora posto in uno stato di sola lettura: un archivio storico che permetta a chiunque di fruire di tutte le discussioni trattate.

Panini Laugenbrot*

Forum dedicato all'inserimento delle ricette
Regole del forum
Prima di cominciare a scrivere messaggi in questo forum, vi consigliamo di seguirlo silenziosamente (continua)

Re: Per ringraziare

Messaggioda Smpiu » 17/03/2010, 21:38

io non sono tra i suggeritori.. ma non sono stata neppure tra i lettori, purtroppo è un periodo molto "intenso".. e quindi lo prendo come un suggerimento (sembra uno scioglilingua..) grazie .. li provo anche io.. :grin:
quando-non-sei-contento-della-tua-vita-cambiarla-è-sintomo-di-salute-mentale
http://esseemmepiu.blogspot.com . Silvia
Smpiu
 
Messaggi: 1462
Iscritto il: 12/12/2007, 15:02
Località: ROMA

Ti è stata utile questa discussione? Allora puoi ringraziarci condividendola sulle tue pagine social

In questo modo, ci aiuterai ad aumentare la popolarità di gennarino.org! Grazie! Condividi su Facebook

Re: Per ringraziare

Messaggioda paoletta » 18/03/2010, 12:07

PMF ha scritto:Doverosi ringraziamenti a Gaia e a tutti gli altri autori di suggerimenti circa la preparazione (e la ricetta in primis) dei panini laugenbrot.


E' vero, sono ottimi! ... e in vena di ringraziamenti grazie a Stefano Spilli, o Mr. Spins che ha riportato la ricetta, ripresa dal libro di Richard Ploner.

Smpiu ha scritto:... non sono stata neppure tra i lettori...


Silvia, sono qui viewtopic.php?f=15&t=15612&start=0&hilit=laugenbrot in "ricette"
Avatar utente
paoletta
 
Messaggi: 4850
Iscritto il: 01/03/2006, 18:00
Località: Chianciano Terme

Re: Panini Laugenbrot

Messaggioda Paolina » 18/04/2010, 15:07

gaia ha scritto:La ricetta mi è stata passata da Stefano, ma è stata ripresa dal libro di Richard Ploner, Il pane delle dolomiti.
....


Di tutte le ricette provate, trovate in rete, chissà perchè ho sempre avuto difficoltà :-) invece quelle provate dai ricettari o imparate ai corsi di cucina sono sempre state un successo sin dalla prima sperimentazione :-) ....

Ho acquistato il libro "il pane delle dolomiti" ed a parte l'incorrettezza sulla soluzione - l'originale prevede 500 gr di acqua e non 1 litro e 4 cucchiai di bicarbonato e non 8 - hai omesso un passaggio importante.Io mi fido di tutti voi foodbloggers forse anche troppo e non è giusto che nel condividere delle ricette siano omessi dei passaggi -in questo caso 1 -. Ma fate a gara a chi riesce il panino piu' bello o vi fa davvero piacere se un lettore anonimo prova una vostra ricetta e gli riesce? :-)
Gaia ci sono rimasta proprio male e a dire la verità non è la prima volta che mi succede di scoprire, con ricette prese in rete che citavano pure la fonte, che ci sono imprecisioni...per questo poi mi domando qual è scopo di voi foodbloggers :-)
Avatar utente
Paolina
 
Messaggi: 1203
Iscritto il: 11/08/2009, 3:58
Località: Milano-Pavia

Re: Panini Laugenbrot

Messaggioda Azabel » 18/04/2010, 19:12

Paolina, scusami, ma hai letto bene quello che scrisse Gaia?

gaia ha scritto:per la soluzione al bicarbonato:

* 1000g di acqua (1 litro)
* 8 cucchiaini di bicarbonato di sodio
* 2 cucchiaini di sale

(la ricetta originale prevede metà dose per qesta soluzione, ma è così poca che si stenta a riuscire a immergervi i panini).


Che differenza ci dovrebbe essere tra 1 litro di acqua e 8 cucchiaini di bicarbonato o 500 gr di acqua e 4 cucchiaini di bicarbonato? Le proporzioni sono le stesse, ma come dice Gaia aumentando la quantità di soluzione si fa meno fatica :-)

Poi il "passaggio importante" tralasciato non so quale fosse, però il tuo tono mi sembra un po' troppo... accusatorio, ecco.
www.kitchenbloodykitchen.com Se sono vegetariano perche' amo gli animali? No, semplicemente odio le piante. (A. Whitney Brown)
"Sei l'unica vegana da cui accetterei un invito a cena, sappilo." (la capessa, 23-06-2011)
Avatar utente
Azabel
 
Messaggi: 1338
Iscritto il: 05/12/2006, 23:22
Località: Verona

Re: Panini Laugenbrot

Messaggioda MrPins » 18/04/2010, 20:20

Paolina ha scritto:
gaia ha scritto:La ricetta mi è stata passata da Stefano, ma è stata ripresa dal libro di Richard Ploner, Il pane delle dolomiti.
....


Di tutte le ricette provate, trovate in rete, chissà perchè ho sempre avuto difficoltà :-) invece quelle provate dai ricettari o imparate ai corsi di cucina sono sempre state un successo sin dalla prima sperimentazione :-) ....

Ho acquistato il libro "il pane delle dolomiti" ed a parte l'incorrettezza sulla soluzione - l'originale prevede 500 gr di acqua e non 1 litro e 4 cucchiai di bicarbonato e non 8 - hai omesso un passaggio importante.Io mi fido di tutti voi foodbloggers forse anche troppo e non è giusto che nel condividere delle ricette siano omessi dei passaggi -in questo caso 1 -. Ma fate a gara a chi riesce il panino piu' bello o vi fa davvero piacere se un lettore anonimo prova una vostra ricetta e gli riesce? :-)
Gaia ci sono rimasta proprio male e a dire la verità non è la prima volta che mi succede di scoprire, con ricette prese in rete che citavano pure la fonte, che ci sono imprecisioni...per questo poi mi domando qual è scopo di voi foodbloggers :-)


Paolina, guarda che se te la devi prendere con qualcuno devi rifartela con me, perché Gaia aveva riportato la ricetta che le avevo passato io dopo averla provata lei stessa per il compleanno della sua Lenticchia. E io non sono un food blogger! E secondo te, comunque, sarebbe un'imprecisione il raddoppio della soluzione di acqua-bicarbonato-sale dopo che è stato scritto che quella della dose originale mi risulta troppo poca per passarci i panini?
Ed avevo anche specificato che il passaggio nella soluzione che bolle al minimo è un'aggiunta mia (mi era venuta l'idea dai bagels).
Come dice Azabel, il tuo tono mi sembra accusatorio e inutilmente: forse avresti fatto meglio a scrivere cosa non ti è andato bene.
Hai provato la ricetta originale di Ploner? Ti sono venuti bene?

Stefano
MrPins
 
Messaggi: 415
Iscritto il: 27/02/2009, 2:08

Re: Panini Laugenbrot

Messaggioda Paolina » 18/04/2010, 20:51

[quote="MrPins]

Paolina, guarda che se te la devi prendere con qualcuno devi rifartela con me....... il tuo tono mi sembra accusatorio e inutilmente: forse avresti fatto meglio a scrivere cosa non ti è andato bene.
Hai provato la ricetta originale di Ploner? Ti sono venuti bene?
Stefano[/quote]

ciao Stefano non volevo sembrare cosi' tanto accusatoria...se ci guardassimo in faccia tutti ripeterei le medesime parole ma solo con un po' di dispiacere ma non puntando il dito contro Gaia.La ricetta sul libro è diversa nei vari passaggi di lievitazione ed inoltre c'è scritto un consiglio che non so se tu avevi omesso perchè non l'hai provato ...cioè di mettere i panini in freezer dopo averli passati nella soluzione per far si' che non s'inzuppino troppo di bicarbonato...detto terra terra....Questi panini mi sono riusciti comunque seguendo la tua ricetta ma quello che non trovo molto corretto è condividere le ricette diciamo "a metà" con qualche accortezza in meno che pero' pregiudica di gran lunga la riuscita finale.
Avatar utente
Paolina
 
Messaggi: 1203
Iscritto il: 11/08/2009, 3:58
Località: Milano-Pavia

Re: Panini Laugenbrot

Messaggioda MrPins » 18/04/2010, 21:20

Paolina,
non si tratta di condividere le ricette a metà. Io il libro non ce l'ho, mi ero appuntato la ricetta diverso tempo fa; avevo citato il libro per correttezza. Può darsi che mi sia sfuggito il passaggio in frigo, prendendo appunti, e mi dispiace perché fra l'altro il passaggio in frigo qualche volta è indicato per i bretzel.
La ricetta dei laugenbrot era l'unica che mi aveva incuriosito su quel libro (che infatti non ho mai comprato) perché sono solo ricette di pani 'conditi' o aromatizzati. Ho provato la ricetta come l'avevo scritta e mi sono piaciuti e sono piaciuti sempre agli amici. Avevo passato a gaia la ricetta come idea per il buffet. Forse avevo rimosso il passaggio in freezer perché io ho un micro freezer nel quale difficilmente potrei infilare i panini ben distesi.

Perché non scrivi la versione originale, o quantomeno il passaggio in questione (rispettando il copyright, ovviamente)? Sarebbe un arricchimento per tutti.
MrPins
 
Messaggi: 415
Iscritto il: 27/02/2009, 2:08

Re: Panini Laugenbrot

Messaggioda Paolina » 19/04/2010, 10:31

gaia ha scritto:Setacciare le farine e fare la fontana (io preferisco cominciare a lavorare in una ciotola grande).
Sbriciolarvi il lievito, aggiungere l'acqua; non è necessario che sia tiepida, va bene anche a temperatura ambiente. Naturalmente, con l'acqua tiepida si fa più in fretta. L'importante è che non sia troppo calda, per non uccidere il lievito.
Aggiungere anche lo zucchero, mescolare incorporando parte della farina dai bordi fino ad ottenere una pappetta e lasciar riposare per 15 minuti circa; dopo il riposo questo composto diventerà schiumoso.
Aggiungere anche il burro a pezzetti e, in una fossetta praticata sul bordo della fontana (detta la casina del sale) il sale.
Impastare il tutto e lavorare per almeno 10 minuti; l'impasto è piuttosto morbido, ma non aggiungete altra farina. Io comincio ad impastare nella ciotola e poi continuo ad impastare sulla spianatoia di legno.
Fare un palla, infarinarla leggermente e metterla a riposare in una ciotola coperta per 10 minuti o fino al raddoppio.
Portare ad ebollizione l'acqua col sale e il bicarbonato.
Una volta lievitato, dividere l'impasto in 24 pezzi (ho visto che in genere vengono intorno ai 35-40 grammi) e farne delle palline.
A questo punto l'autore dice ....


...intingerle nella soluzione di bicarbonato e lasciare le pagnotte per mezz'ora in freezer per fare in modo che la soluzione di bicarbonato non penetri troppo.
Disporre sulla leccadra foderata di carta forno o con un foglio Spilpat, cospagere di sale grosso e cumino,intagliare longitudinalmente o trasversalmente con un coltello affilato e lasciare lievitare per circa 20 minuti.
Infornare nel forno preriscaldato.

:roll:
Avatar utente
Paolina
 
Messaggi: 1203
Iscritto il: 11/08/2009, 3:58
Località: Milano-Pavia

Re: Panini Laugenbrot

Messaggioda Paolina » 19/04/2010, 10:33

avro' fatto anche la figura della viperina e mi dispiace pero' ve lo scrivo sinceramente...è un po' avvilente quando si leggono delle ricette e poi si scoprono le originali comunque ora ci siamo chiariti.
Avatar utente
Paolina
 
Messaggi: 1203
Iscritto il: 11/08/2009, 3:58
Località: Milano-Pavia

Re: Panini Laugenbrot

Messaggioda PMF » 19/04/2010, 10:54

Paolina ha scritto:avro' fatto anche la figura della viperina e mi dispiace pero' ve lo scrivo sinceramente...è un po' avvilente quando si leggono delle ricette e poi si scoprono le originali comunque ora ci siamo chiariti.


Ho seguito il ragionamento, ma sono un po' perplesso sull'uso del termine "avvilente". Mi pare davvero errato, nel contesto in cui ci stiamo muovendo
Cosa puo' avvilire in una ricetta e nei suoi adattamenti? Davvero non ci arrivo.
Le modifiche apportate, con i vari sugerimenti, non mi sembrano ne' errori ne' mancanze, al contrario. La ricetta e' spiegata benissimo, e specifica, con i vari interventi, quelle piccole correzioni/adattamenti che si adottano sempre (davvero sempre) in relazione alla propria dotazione di attrezzature, ai propri limiti, sia fisici che di capacita'.
Puo' trattarsi di saltare il passggio in freezer eprche' manca, puo' trattarsi di allungare o accorciare il tempo della bagna nella soda, e cosi' via. fino al solito, e inevitabile, problema della "temperatura dle forno", che tanto dipende dal forno che ognuno si trova.
Si tratta di modifiche che avviliscono? Io sinceramente credo il contrario: sono informazioni che mi aiutano nella riuscita della ricetta. Se los crivente mi specifica di avere il forno a gas 90cm multifunzione, capisco che sta usando un attrezzo molto differente dal mio forno elettrico da 34 litri (si, io possiedo solo un "mezzo" forno, e questo cuoce in maniera differente).
Inoltre le varianti, con l'indicazione del risultato differente, sono sempre molto valide per migliorare il proprio lavoro.
imho, s'intende

Paolo
PMF
 
Messaggi: 963
Iscritto il: 31/08/2007, 15:40

Re: Panini Laugenbrot

Messaggioda gaia » 19/04/2010, 11:48

Scusate la latitanza, ma nell'ultimo periodo non ho molto tempo per la rete e purtroppo anche per passare a trovarvi.
Penso che la polemica sterile iniziale sulla quantita' di acqua e bicarbonato sia stata superata (anche perche', come fatto notare, nella ricetta passatami da MrPins era indicata chiaramente la modifica delle dosi ma non delle proporzioni!)
Il passaggio in freezer, citando nuovamente MrPins, probabilmente era fuggito ad una sua lettura veloce ed agli appunti che aveva preso, una mancanza onestamente non voluta nè intenzionale.

Per quanto riguarda lo scopo dei foodblogger, io posso rispondere per il mio.
Ho solo voglia di appuntare e condividere le ricette che preparo, che siano inventate, prese da altri o riprese da libri di cucina, che cito sempre.
In questo caso, ripeto, la mancanza che hai indicato non era stata voluta!

Paolina, nonostante il tono forte del tuo intervento, ti ringrazio per aver aggiunto le indicazioni mancanti.
Adesso non resta che provare e capire la differenza con la prima versione indicata.
La prossima volta che li preparo, provero' seguendo le tue indicazioni, e dopo non potro' far a meno di aggiungerle al post.
A te come sono venuti?
Avatar utente
gaia
 
Messaggi: 392
Iscritto il: 14/08/2009, 12:03
Località: Firenze

Re: Panini Laugenbrot

Messaggioda Paolina » 19/04/2010, 15:13

PMF ha scritto:Ho seguito il ragionamento, ma sono un po' perplesso sull'uso del termine "avvilente". Mi pare davvero errato, nel contesto in cui ci stiamo muovendo
Cosa puo' avvilire in una ricetta e nei suoi adattamenti? Davvero non ci arrivo.
Paolo


Ma Paolo di tutta una discussione tu puntualizzi un termine :shock: .... :-) ......Non trovavo un altro termine...allora dico solo che è scorretto...ti suona meglio :shock:

e comunque c'è una bella differenza tra pezzare,intingere e mettere subito in forno,secondo il procedimento che indica Stefano , e far riposare dopo aver intinto,mettere in freezer e far lievitare ancora,come indica invece il libro.
Avatar utente
Paolina
 
Messaggi: 1203
Iscritto il: 11/08/2009, 3:58
Località: Milano-Pavia

Re: Panini Laugenbrot

Messaggioda Paolina » 19/04/2010, 15:24

gaia ha scritto: la mancanza che hai indicato non era stata voluta!


Stefano si è assunto le sue responsabilità infatti :)

...non considerare la precisione sterilità...è meglio sempre scrivere una ricetta originale e tra parentesi le proprie modifiche secondo me per dare modo al lettore interessato di scegliere come sperimentare.

Ma anzichè soffermarvi sul mio tono che scritto a quanto pare' sembra irruento ma in realtà non lo è... non è meglio produrre :shock: suvvia è una ricetta e qui si parla di questo e non di altro!!!per forza puntualizzo qui!se in questo forum si fosse parlato di altro di certo non mi sognavo di scrivere di pane :-)
Avatar utente
Paolina
 
Messaggi: 1203
Iscritto il: 11/08/2009, 3:58
Località: Milano-Pavia

Re: Panini Laugenbrot

Messaggioda gaia » 19/04/2010, 16:43

gaia ha scritto:Paolina, ........
ti ringrazio per aver aggiunto le indicazioni mancanti.


e proprio perche' siamo in un forum di cucina, ti chiedo:

gaia ha scritto:Adesso non resta che provare e capire la differenza con la prima versione indicata.
La prossima volta che li preparo, provero' seguendo le tue indicazioni, e dopo non potro' far a meno di aggiungerle al post.
A te come sono venuti?


grazie!
Avatar utente
gaia
 
Messaggi: 392
Iscritto il: 14/08/2009, 12:03
Località: Firenze

Re: Panini Laugenbrot

Messaggioda tavernadei7peccati » 19/04/2010, 19:28

Paolina,non capisco...rileggendo(pag. 4 e pag. 5) vedo che li hai già fatti più di una volta e al secondo esperimento sembravi molto soddisfatta...poi che cosa è successo? :-)
...... anita...............................
te ne stai seduta sulla punta ricurva della luna, in quieta meditazione... hai tutto il tempo...
Avatar utente
tavernadei7peccati
 
Messaggi: 3091
Iscritto il: 05/10/2006, 15:08
Località: Palermo

PrecedenteProssimo

Torna a Ricette

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti

by Scatti Golosi

La redazione di questo forum è costituita anche da diversi blog che ne condividono il progetto, e cioè:
buzzoole code