Pesce all’acqua pazza

Ricetta originale dei pescatori di Ponza, venuta di moda a Capri all’epoca di Totò imperatore di Capri…., da riscoprire. Un’avvertenza: la freschezza del pesce è elemento fondamentale della ricetta, proprio per la sua semplicità! Quindi: o vivete sulla costa, o avete una pescheria metropoliatana veramente fidata, oppure aspettate l’estate quando siete al mare e scatenatevi.

6998394860_e20a695d9e_o-1

Questa preparazione, abbastanza semplice, può essere arricchita con altri ingredienti, vongole – per esempio – o cozze (da aggiungere negli ultimi minuti di cottura in modo che non cuociano troppo) o olive, capperi e acciughe.

Ingredienti per cinque-sei persone:
3 spigole da mezzo kg. cadauna
2 spicchi d’aglio
un litro e mezzo d’acqua
1 kg di San Marzano
olio e.v.o
peperoncino forte
origano q.b.sale.
Procedimento:
Eviscerare e pulire le spigole per la cottura. Mettere a bollire in un grosso tegame ovale, che possa poi contenere anche il pesce, tutti gli ingredienti tranne i pesci. Calcolare 15/20 minuti da quando prende bollore. Aggiungere il pesce e continuare a bollire per un altro quarto d’ora. Togliere il pesce, farlo a filetti e ricoprirlo con l’acqua di cottura caldissima. Con bruschetta da intingere nell’acqua pazza e Verdicchio ben freddo è una vera libidine…
Ed è pure leggero…

 

Leave a Reply

Stai usando Ad Blocker, vero?

Il nostro sito web è on line grazie alla pubblicità. Se puoi, supportaci disabilitando Ad Blocker per questo sito: non avrai video o altre pubblicità invasive... è una promessa!

Refresh