TOP

Marmellata di fragole? No, confettura: alla vaniglia, però. Quella vera, del Madagascar



marmellata di fragole

Partiamo da questo presupposto, che non mi stanco di ripetere anche se evidentemente per molti è difficile da comprendere.  Questa non è marmellata di fragole, datosi che la marmellata è solo quando è fatta di arance. Quando invece è preparata con altra frutta, si chiama confettura.
Detto questo, parliamo della ricetta. Questo è lo stesso procedimento che uso per altri tipi di frutta – per esempio le albicocche – perché mi permette di ottenere frutta soda, quasi candita, colori vivi e sapori pieni. Nel forum ne abbiamo parlato diverse volte con il nome di Metodo Ferber, per cui se volete approfondire vi troverete parecchi spunti.

 

 

Confettura di fragole alla vaniglia
Write a review
Print
Ingredients
  1. 1 Kg Fragole già pulite
  2. 800g Zucchero
  3. succo di ½ limone
  4. una stecca di vaniglia del Madagascar
Instructions
  1. La lavorazione è semplice, ma obbligatoriamente divisa in due giorni.
  2. Primo giorno: lavare e fare asciugare bene le fragole con uno strofinaccio non trattato con ammorbidenti. Tagliarle quindi a metà e metterle in una ciotola abbastanza capiente.
  3. Aggiungere lo zucchero, la stecca di vaniglia tagliata per il lungo e il succo del limone. Mescolare, coprire con pellicola per alimenti messa ben a contatto con la frutta - serve a non far rovinare il colore, proteggendo dall'ossigeno - e lasciare macerare per tutta la notte in frigo.
  4. Secondo giorno
  5. Versare la frutta in una pentola e portarla lentamente ad ebollizione mescolando delicatamente.
  6. Cuocete fino a 60-62° Brix (controllate col rifrattometro, oppure con il classico metodo della goccia su un piatto), togliete dal fuoco e invasettate la confettura mentre è ancora bollente,
Gennarino.org, on line dal 1999 http://www.gennarino.org/wordpress2/
  
Qui, le istruzioni per sterilizzare i vostri vasetti di marmellata.

Grazie a cookingrosa per la foto.

 

 

Allora, vi è piaciuto quello che abbiamo scritto? Se sì, condividetelo nei vostri social… ci renderete felici!
E se avete bisogno di aiuto, ricordatevi che la pagina Facebook Scatti Golosi e Gennarino.org è a vostra disposizione: scriveteci un messaggio nella pagina e vi aiuteremo prima possibile!
Grazie a tutti!

Teresa De Masi

Perché anche in cucina non si smette mai di imparare, di crescere e - soprattutto - di meravigliarsi.

«

»

what do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.