TOP

La pulizia delle cozze



Ogni ricetta a base di cozze inizia, ovviamente, con la loro pulizia. Se sono quelle di allevamento non si dovrà faticare molto, in quanto non hanno i “denti di cane” sopra. I denti di cane sono dei parassiti delle cozze, delle specie di “vulcanetti”  bianchi e duri. Se ci sono i denti di cane, di solito significa che le cozze sono “di scoglio” (le migliori: un po’ piccole, ma piene e molto saporite).

Le cozze vanno pulite in acqua corrente (i denti di cane si tolgono via aiutandosi con un un coltello), strappando via anche la barbetta (tirandola fuori verso l’alto) e spazzolando poi le cozze – una per una – con una spazzola di metallo (se non la si possiede, va benissimo anche un gomitolo di lana d’acciaio).

E ora che sono pulite, che ne dite di una bella Impepata di cozze? O di uno spaghetto alle cozze?

Allora, vi è piaciuto quello che abbiamo scritto? Se sì, condividetelo nei vostri social… ci renderete felici!
E se avete bisogno di aiuto, ricordatevi che la pagina Facebook Scatti Golosi e Gennarino.org è a vostra disposizione: scriveteci un messaggio nella pagina e vi aiuteremo prima possibile!
Grazie a tutti!

«

»