TOP

Come friggere il pesce



Come friggere il pesce

Se anche a voi è capitato di chiedervi come friggere il pesce in modo perfetto, con un risultato croccante e asciutto, questo è sicuramente il post che fa per voi. Friggere non è difficile, ma per ottenere un buon risultato occorre seguire alcune regole fondamentali.

Non è semplice ottenere una frittura a regola d’arte, ossia dorata e croccante fuori, morbida e ben cotta dentro, mentre assai spesso accade che il pesce fritto abbia una crosta molle ed impregnata di condimento, o non sia ben cotto.

Tali inconvenienti si possono evitare seguendo alcune regole fondamentali (valide per OGNI tipo di frittura).

Come friggere il pesce in modo perfetto

COME FRIGGERE IL PESCE IN MODO PERFETTO: LE BASI

Usando la padella giusta, innanzitutto: sottile, di ferro e senza alcuno strato antiaderente.

Poi è importantissimo controllare la temperatura dell’olio, che deve essere compresa tra i 140 e 180 gradi e va regolata in base alle dimensioni del pesce da friggere.

In linea di principio vale la seguente regola: più grande è il pesce, più bassa deve essere la temperatura per friggerlo, in modo che esso possa cuocere bene anche all’interno.
Infatti, una temperatura troppo alta provocherebbe una immediata doratura dell’involucro che riveste esternamente il pesce, che rimarrebbe però crudo all’interno.

Al contrario, una temperatura esageratamente bassa otterrebbe l’effetto contrario: il rivestimento esterno del pesce, pastella o panatura o infarinatura, invece di rapprendersi velocemente formando una crosticina croccante, finirebbe per assorbire il condimento diventando molle ed unto. Pesci piccoli, come le sardine, richiedono invece temperature più alte perché hanno un tempo di cottura inferiore.

Occorre inoltre fare attenzione a non immergere contemporaneamente troppi pezzi nell’olio caldo: perché la temperatura si ridurrebbe drasticamente con le conseguenze descritte prima.
Usando poi esemplari molto grandi, è necessario tagliarli in filetti, mentre quelli piccoli possono essere cotti interi.

LA PREPARAZIONE DEL PESCE

Il pesce ha una polpa molto delicata e non deve mai essere fritto senza un involucro. Questo può essere costituito da una semplice infarinatura o da un’impanatura a base di pangrattato e uovo sbattuto oppure da una pastella.

Prima di essere fritta, la polpa del pesce va insaporita con aromi e spezie.

Per fare sì che l’involucro non si stacchi durante la cottura, è importante asciugare bene il pesce prima di passarlo nella farina o nell’uovo o nella pastella.Allora, vi è piaciuto quello che abbiamo scritto? Se sì, condividetelo nei vostri social… ci renderete felici!
E se avete bisogno di aiuto, ricordatevi che la pagina Facebook Scatti Golosi e Gennarino.org è a vostra disposizione: scriveteci un messaggio nella pagina e vi aiuteremo prima possibile!
Grazie a tutti!

Teresa De Masi

Perché anche in cucina non si smette mai di imparare, di crescere e - soprattutto - di meravigliarsi.

«

»

what do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.