TOP

Baccalà con peperoni e patate



Si tratta di una mia reinterpretazione del ben noto “Bacalao a la Vizcaina” dove però non si fa uso delle patate e che prevede invece dell’aglio l’utilizzazione delle cipolle.

Baccala con peperoni e patate

Ingredienti

1 kg di filetti di baccalà
1 kg pomidoro ciliegino
1 kg di patate a pasta gialla
1 grosso peperone rosso
3 dl di olio evo
10 denti d’aglio
½ bicchiere di vino bianco secco
1 mazzetto di basilico
farina 00
sale e olio di peperoncino
1 padella antiaderente molto grande ( Ø 50 cm)

Acquistate dei bei filetti di baccalà già dissalato

Immagine

e mettetelo in frigo, immerso nel latte freddo, 8 ore prima di cucinarlo.

Procedimento

Cucinate in forno il peperone, spellatelo e, dopo averlo tagliato a filetti, mettetelo da parte.
Sbollentate e pelate i pomodorini, quindi tagliateli a metà.
Pelate le patate, tagliatele a rondelle di 1 cm. di spessore, lavatele, asciugatele e mettetele a soffriggere in poco olio evo da ambo le parti; portatele a ¾ di cottura, toglietele dalla padella e mettetele da parte.
A questo punto fate soffriggere nella stessa padella, dopo aver aggiunto il rimanente olio, i denti d’aglio interi; dopo un paio di minuti unite i pomodorini.
Sgocciolate adesso i filetti di baccalà, tamponateli con della carta da cucina, infarinateli e adagiateli via via in padella.
Sfumate con il vino bianco e, una volta evaporato, aggiungete le patate e salate con parsimonia avendo cura di scuotere la padella di tanto in tanto.
In ultimo irrorate con un filo d’olio di peperoncino.

Immagine

Servite immediatamente guarnendo con alcune foglioline di basilico. 

Albenghi, la discussione nel forum

Allora, vi è piaciuto quello che abbiamo scritto? Se sì, condividetelo nei vostri social… ci renderete felici!
E se avete bisogno di aiuto, ricordatevi che la pagina Facebook Scatti Golosi e Gennarino.org è a vostra disposizione: scriveteci un messaggio nella pagina e vi aiuteremo prima possibile!
Grazie a tutti!

Teresa De Masi

Perché anche in cucina non si smette mai di imparare, di crescere e - soprattutto - di meravigliarsi.

«

»

what do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.