TOP

Alici marinate



Un piatto semplicissimo, ma soggetto ad un rischio estremamente serio. il consumo di pesce crudo è infatti reso rischioso dalla possibile presenza dell’anisakis,

Questo parassita è presente all’interno delle viscere dei pesci e si diffonde nelle sue carni se non viene pulito immediatamente dopo la pesca. Il pesce quindi va eviscerato subito per evitare la migrazione delle larve nell carne. Queste, comunque, vengono uccise dalla cottura: il consumo di pesce cotto, quindi, non provoca alcun tipo di rischio. Diverso è il caso del pesce crudo:

Le larve di questi parassiti vengono devitalizzate se il pesce viene congelato oppure posto in abbattitore per almeno 24 ore* mentre il limone e l’aceto non hanno alcun effetto sul parassita. Per questo, la preparazione di questo piatto, pur seo semplicissima, richiede un’attenzione estrema: occorre cioè scegliere da chi acquistare (scegliendo cioè rivenditori che ci offrono la garanzia di avere usato l’abbattitore) oppure scegliendo di pulire il pesce con le nostre mani, per quanto fastidiosa possa essere questa operazione. L’anisakis è infatti spesso visibile ad occhio nudo, come si vede dalla foto.

foto di http://www.orsacampania.it

Detto questo, comunque, per preparare le alici marinate si procede così.

Ingredienti
400 grammi di alici freschissime, possibilmente preventivamente passate in abbattitore
150 gr di olio extravergine di oliva,
100 gr di succo di limone,
sale e pepe bianco macinato al momento.

Procedimento
Emulsionate in una tazza una marinata abbondante fatta per metà di succo di limone e meta’ di olio evo, con pochissimo sale e pepe bianco macinato al momento.
Poi, mettete un po’ di marinata sul fondo di un piatto piano, adagiandoci i filetti di alici (con la pelle verso il basso) e infine versandovi sopra il resto della marinata.

Lasciatele nella marinata per circa 6 ore tenendole in frigo; sgocciolatele e conditele con olio evo, un pizzico di sale, prezzemolo tritato e peperoncino calabro.

 Le alici della foto in alto sono state preparate da Maria e fotografate da Tina.

*il Regolamento europeo 853/2004 prevede che i pesci consumati crudi debbano essere lasciati nel congelatore per almeno 24 ore a meno 20 gradi.

Allora, vi è piaciuto quello che abbiamo scritto? Se sì, condividetelo nei vostri social… ci renderete felici!
E se avete bisogno di aiuto, ricordatevi che la pagina Facebook Scatti Golosi e Gennarino.org è a vostra disposizione: scriveteci un messaggio nella pagina e vi aiuteremo prima possibile!
Grazie a tutti!

«

»