Pagina 3 di 3

Re: Sperimentiamo i bomboloni

MessaggioInviato: 29/11/2015, 19:44
da MariaRomano
Collage.jpg
Collage.jpg (53.06 KiB) Osservato 1880 volte

Dunque, ho fatto la ricetta di Massari, mezza dose. Ho dovuto aggiungere un po' d'acqua, l'impasto stentava a formarsi.
Ho diviso l'impasto in 2 prima dell'aggiunta dei grassi e ad una metà dell'impasto ho aggiunto la sugna (per intolleranti al lattosio), all'altra metà, il burro.
Ho impastato ieri sera, quindi ho diminuito il LdB. Stamattina ho portato l'impasto fuori dal frigo. Quando è arrivato a temperatura ambiente, ho dato una piega semplice come per la sfoglia.
Poi, tutto come da ricetta. Ho steso col mattarello, solo i ritagli li ho formati a pallina e come Tina, al momento di friggerli, ho fatto un buco al centro e ne ho fatto ciambelle.
I bomboloni non sono venuti vuoti proprio come quelli di Tina, ma hanno sviluppato bene nonostante li avessi tirati a meno di 1 cm di spessore e coppati con un coppapasta da 5 cm di diametro.

Re: Sperimentiamo i bomboloni

MessaggioInviato: 01/12/2015, 0:19
da TeresaDeMasi
Impastato e prodotto pure io. Ricetta di Massari, come ho scritto. Lievitazione durata tutta la notte, ho diviso l'impasto a metà e ho proceduto come ho detto. Metà con pieghe e metà senza. Ho steso ad una altezza di mezzo centimetro, ho usato le bacchette da frolla, e poi ho coppato. Quelli non piegati sono venuti leggeri e soffici, e bene alveolati. Quelli fatti con le pieghe - ho fatto poi come consigliato da massimiliano: due giri di pieghe alla pasta appena estratta dal frigo e poi ho coppato subito - sono venuti vuoti e gonfi. MOlto gonfi. DOmani metto le foto, sono ancora nel telefono, pardon. :) in ogni caso, dubbio risolto, con l'aiuto di pibi e massimiliano: il gonfiore, viene dalla piegatura. Il gonfiore con vuoto all'interno, intendo. Per cui, ora potete scegliere come procedere. :)

Re: Sperimentiamo i bomboloni

MessaggioInviato: 06/12/2015, 19:52
da rimmel
Con un po di ritardo arrivano anche i miei. Io ho fatto la ricetta di Niko Romito trovata in rete, ho sperimentato questa perchè mi serve per una preparazione da fare in futuro. Come maria ho dovuto aumentare l'acqua perchè l'impasto era troppo duro, impastato la mattina alle 7 e fritto alle 17,00. il procedimento è diverso da quello riportato in rete ma volevo provare quello senza sosta in frigo per una notte. Non volevo un bombolone completamento vuoto perchè sono abituata al bombolone "panoso" con il ripieno di crema, da noi completamente vuoti ci sono solo i bignè. Il risultato è quello che speravo, un bombolone con l'interno morbido e l'esterno più consistente, non so se riesco a spiegarmi, poco unto e leggero.
la ricetta.
500 g. di farina ricca (Caputo cuoco)
1 uovo
175 g di acqua ( io 190)
7 g di sale
50 g di strutto
50 g di zucchero
8 g di lievito fresco
Mettere nella planetaria tutti gli ingredienti tranne il sale e con metà dell'acqua, iniziare a impastare. Quando gli ingredienti sono abbastanza amalgamati unire man mano l'acqua che serve e il sale, impastare fino ad incordare. Raccogliere l'impasto in una ciotola, coprire e lasciare lievitare per circa un paio d'ore a temperatura ambiente. Prendere l'impasto e dare due pieghe a libro a distanza di 30'. Mettere a lievitare di nuovo fino al raddoppio. Stendere l'impasto a 1 cm con il mattarello, coppare e mettere i dischetti in una teglia ricoperta di carta forno coperti con un canovaccio, aspettare il raddoppio. Friggere a 160° 3' per lato in una pentola con abbondante olio. Far asciugare i bomboloni su carta assorbente e rotolarli nello zucchero semolato, farcire a piacere.
antonia
antonia