L’insonnia del duca

L’insonnia del duca

Messaggioda tuCoque » 14/11/2007, 19:10

L’insonnia del duca

Ovvero…

[Narra la leggenda che nel 1872 un duca, preso da tediosa insonnia, si diresse verso le cucine della sua residenza, pensando di trovare qualcosa di buono da mangiare. Tuttavia nelle cucine, per sua somma sorpresa trovò uno stalliere, che aveva avuto la sua stessa golosa idea. Non volendo rivolgere la parola ad una persona di rango tanto inferiore, senza nulla dire il duca aprì la dispensa, prelevando alcuni ingredienti e fingendo di non vedere l’altro ospite. Da par suo lo stalliere, offeso da tanta alterigia, ignorò il nobile commensale e si servì dalla medesima dispensa. Mentre l’uno prendeva del pane, l’altro dei ceci lessi; l’uno del miele , l’altro del lardo. Così facendo ognuno aveva ingredienti insufficienti a formare una vivanda vera. Dopo uno scambio diffidente di occhiate, poi di brevi mormorii, dunque di frasi, finirono per intendersi e desinare congiuntamente, davanti ad una bottiglia di buon vino. Il piatto che ne uscì grazie al contributo di entrambi, e successivamente rielaborato nel nostro secolo, era proprio questa]*

…Mattonella di ceci con lardo di colonnata, dulce de leche e una castagna

Metto i ceci a bagno per 24 ore in abbondante acqua fredda e con mezzo cucchiaino di bicarbonato. Trascorso il tempo, scolo bene risciacquando, metto a lessare in abbondante acqua fredda con una foglia di alloro per 3 ore e mezza (pentola normale) o 30 minuti (pentola a pressione). Sono pronti quando, pur rimanendo integri, schiacciandoli tra due dita si frantumano. Metto tutti i ceci nel frullatore con poco succo di limone, mezzo bicchiere dell’acqua di cottura, un bicchierino da limoncello di olio extra vergine d'oliva, frullo tutto, poi aggiungo mezzo bicchiere di latte e finisco di frullare, formando una crema.

Lesso una castagna (ce la dovevo mettere per forza!); con il forno a microonde ci mette un attimo.

Prendo un filone di pane di Lariano (pane semintegrale, a lievitazione naturale e cotto a legna, tipico dei Castelli Romani, ha forma di filone cilindrico). Ne taglio una fetta sottile per ogni commensale, meno di un centimetro. La metto a bruscare su una padella antiaderente, solo da un lato. Dal punto di vista estetico forse sarebbe meglio ritagliare la fetta a darle una forma quadrata (mattonella).

Spalmo la crema di ceci sopra la fetta di pane, dal lato non bruscato, uno strato non troppo sottile.

Affetto del lardo di colonnata molto finemente, trasparente. Possibilmente a mano per non alterare il sapore con il calore della lama dell’affettatrice elettrica. Dispongo uno strato di fette di lardo sopra la crema di ceci, senza mai sovrapporle.

Sbriciolo sopra la preparazione mezza castagna lessa.

Riempio una siringa (o un sac a poche con beccuccio molto piccolo) con del “dulce de leche” che darà la nota dolce vanigliata e farà da stabilizzante delle briciole di castagna. Con la siringa disegno quindi rapidamente sulla cima della mattonella un veloce zig-zag.

Da bere: Pinot Nero Vigneti delle Dolomiti 2004
(è solo per fare scena, che diavolo ne so io di vini?)

Che ne dite?

* Ovviamente la leggenda è inventata, come la ricetta!
Avatar utente
tuCoque
 
Messaggi: 3665
Iscritto il: 19/11/2006, 11:41
Località: Roma

Ti è stata utile questa discussione? Allora puoi ringraziarci condividendola sulle tue pagine social

In questo modo, ci aiuterai ad aumentare la popolarità di gennarino.org! Grazie! Condividi su Facebook

Re: [I Ceci] L’insonnia del duca

Messaggioda piero » 14/11/2007, 19:37

tuCoque ha scritto:Che ne dite?


Dico che sei un grande! La leggenda aveva un vago sapore di medioevale, altro che fine '800....
"Suvvia, Pieruccio, ma tu per me sei un premio del destino, mica la fortunata vincita di un concorso"(Anita, 31.12.09)
I Pasticci dello Ziopiero
Avatar utente
piero
 
Messaggi: 5714
Iscritto il: 25/03/2006, 21:05
Località: Roma

Messaggioda tavernadei7peccati » 14/11/2007, 21:41

se metti la storia per iscritto, io ti faccio le illustrazioni!!! :eek:
...... anita...............................
te ne stai seduta sulla punta ricurva della luna, in quieta meditazione... hai tutto il tempo...
Avatar utente
tavernadei7peccati
 
Messaggi: 3091
Iscritto il: 05/10/2006, 15:08
Località: Palermo

Re: [I Ceci] L’insonnia del duca

Messaggioda BR1 » 14/11/2007, 22:57

tuCoque ha scritto:L’insonnia del duca
Narra la leggenda che nel 1872...

Mangiato pesante ieri sera, eh? :-D
Saper leggere il libro del mondo con parole cangianti e nessuna scrittura (Faber)
Avatar utente
BR1
U' sfingiuni sicilianu
 
Messaggi: 407
Iscritto il: 26/05/2007, 13:06
Località: Milano

Messaggioda tuCoque » 14/11/2007, 23:26

tavernadei7peccati ha scritto:se metti la storia per iscritto, io ti faccio le illustrazioni!!! :eek:

Affare fatto! Il duca potresti farlo somigliare a ziopiero... er du'...capelli
Avatar utente
tuCoque
 
Messaggi: 3665
Iscritto il: 19/11/2006, 11:41
Località: Roma

Messaggioda SteO153 » 14/11/2007, 23:30

tuCoque ha scritto:Il duca potresti farlo somigliare a ziopiero... er du'...capelli


:-P :-P :-P
Stefano
Dio aveva fatto soltanto l'acqua, ma l'uomo ha fatto il vino! (Victor Hugo)
Avatar utente
SteO153
Traghettatore
 
Messaggi: 5410
Iscritto il: 06/05/2007, 14:12
Località: Turicum, Helvetia

Messaggioda piero » 15/11/2007, 11:51

tuCoque ha scritto:Affare fatto! Il duca potresti farlo somigliare a ziopiero... er du'...capelli


:-P :-P :-P

Pensa che questo soprannome me lo diedero la prima volta all'Università... Ne è passato di tempo... e il titolo è restato!!! :-D
"Suvvia, Pieruccio, ma tu per me sei un premio del destino, mica la fortunata vincita di un concorso"(Anita, 31.12.09)
I Pasticci dello Ziopiero
Avatar utente
piero
 
Messaggi: 5714
Iscritto il: 25/03/2006, 21:05
Località: Roma


Torna a Ceci

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

by Scatti Golosi

La redazione di questo forum è costituita anche da diversi blog che ne condividono il progetto, e cioè:
buzzoole code