Gennarino.org ringrazia tutti gli utenti che hanno dato fiducia al nostro progetto per quasi 20 anni, e che, grazie al grande lavoro fatto da tutto lo Staff (rigorosamente a titolo gratuito), hanno portato il forum a diventare uno dei principali punto di riferimento degli appassionati di cucina del web italiano.
Purtroppo, causa motivi personali, non ho più modo di gestirlo e portarlo avanti. Il forum viene ora posto in uno stato di sola lettura: un archivio storico che permetta a chiunque di fruire di tutte le discussioni trattate.

Via alla sperimentazione pratica

La *prima classe* della scuola del forum di gennarino.org, dedicata alle sperimentazioni sulla pasta frolla. La partecipazione attiva e' ammessa solo agli iscritti.

Messaggioda MariellaCiurleo » 24/09/2007, 22:54

Allora, ho cotto le prime due teglie.
La prima frolla si è rivelata un po' difficile da maneggiare, si è ammorbidita subito molto.
Con questa ho fatto dei fiori che ho messo a cuocere in forno ventilato a 150° per 15 minuti.
Immagine

I fiori si sono decisamente allargati ed abbassati rispetto allo spessore iniziale.
Immagine
Immagine

Con la seconda frolla, più maneggiabile, ho fatto delle ciambelline che ho cotto sempre in forno ventilato a 175° per 12 minuti.
Immagine
Immagine

Questi hanno mantenuto meglio forma e spessore e sono risultati anche più dorati.
Immagine

Tutte e due le teglie, prima di infornarle sono state in frigo una mezz'ora.
Entrambe le frolle sono friabili. La prima è più delicata, si scioglie velocemente in bocca, dà l'idea di essere più dolce. La seconda è un po' più consistente, più complessa come sapore perchè si sente la presenza delle uova.
Immagine
Immagine
Entrambi i biscotti sono molto buoni come sapore, il primo sembra più un pasticcino, il secondo un biscotto.
Domani, vorrei provare ad utilizzare le frolle con il forno a gas, per vedere la differenza con il ventilato ed anche per vedere se la consistenza dell'impasto è diversa dopo un altro giorno di riposo.
Per il momento è tutto: passo e chiudo.
Un bacio
Mariella
Io non mi sento italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono (G. Gaber)
Avatar utente
MariellaCiurleo
 
Messaggi: 1177
Iscritto il: 24/08/2006, 11:31
Località: Roma (Q.re Talenti)

Ti è stata utile questa discussione? Allora puoi ringraziarci condividendola sulle tue pagine social

In questo modo, ci aiuterai ad aumentare la popolarità di gennarino.org! Grazie! Condividi su Facebook

Messaggioda spiduccia » 26/09/2007, 9:34

Salve a tutti, ho preparato i biscotti con il secondo impasto, naturalmente sono meno friabili, ma non si sente troppo il gusto di burro, sono rimasti intatti senza appiattirsi come i precedenti, la frolla si stende facilmente senza creare problemi come la prima, però ritengo che questo impasto sia magari più adatto a fare le crostate da riempire a piacere, perchè li trovo poco gustosi e delicati. Naturalmente aspetto vostre considerazioni, e poichè come ho già detto io e i miei ragazzi adoriamo i biscotti di frolla, spero grazie a tutte voi di poter trovare la ricetta più adatta. A presto giusy :D
P.S. la mia digitale fà le bizze, ecco perchè non ci sono le foto.
Giusy
Avatar utente
spiduccia
 
Messaggi: 19
Iscritto il: 15/08/2007, 15:40
Località: Messina

Messaggioda MariellaCiurleo » 26/09/2007, 18:41

Mariella Ciurleo ha scritto:Domani, vorrei provare ad utilizzare le frolle con il forno a gas, per vedere la differenza con il ventilato ed anche per vedere se la consistenza dell'impasto è diversa dopo un altro giorno di riposo.
Per il momento è tutto: passo e chiudo.
Un bacio


Domani era ieri... ma non ho avuto tempo di lavorare.
Oggi ho fatto la prova promessa, con la pasta "riposata" 3 giorni in frigo.
Nella stesura i due impasti mi sembrano rimasti come due giorni fa: assolutamente poco "maneggevole" il primo, più facilmente stendibile il secondo.
Con i biscotti ottenuti con i due impasti ho riempito un'unica teglia ed ho cotto tutto assieme nel forno a gas a 180° per 14 minuti.
Immagine

Anche questa volta i biscotti fatti con la prima frolla (quelli col cuore al centro)si sono un po' appiattiti e deformati, mentre quelli preparati con la seconda frolla sono rimasti dello spessore e forma iniziale.
Immagine
Immagine

Questa è la prima frolla...
Immagine
...e questa la seconda
Immagine

Per quanto riguarda il sapore, la prima frolla evidenzia di più lo zucchero ed il burro, mentre nella seconda confermo che il dolce è più sfumato e si avverte anche la presenza dell'uovo(in senso positivo). La friabilità di entrambi gli impasti è leggermente maggiore rispetto a quelli cotti due giorni fa, soprattutto nella prima frolla e penso sia dovuto al fatto che la cottura è avvenuta ad una temperatura e per un tempo maggiore, se pur in un forno statico anzichè ventilato.
Per il mio gusto questa cottura è migliore della prima.
Una cosa strana da segnalare è che, nell'utilizzare i pezzetti di avanzi, ho fatto anche delle piccole tartellette, ed in questo caso, la frolla che si è gonfiata di più è la prima, pur avendo bucherellato abbondantemente entrambe.
Non so se la foto rende l'idea, ma quella a destra, fatta con la seconda ricetta, è molto più "scavata" dell'altra.
Immagine

Infine, un'osservazione sui cambiamenti del sapore col passare dei giorni.
Nelle ultime due mattine, nonostante sia a dieta, per puro spirito scientifico 8-) a colazione ho assaggiato un biscotto di ogni tipo e mi pare che la prima frolla si conservi meglio ed, anzi, sia migliorata, mentre la seconda abbia perso un po' della sua fragranza. I biscotti sono conservati assieme in un vaso di vetro a tenuta ermetica.

Altro non mi pare di dover dire..."e meno male!" direte voi (e avreste ragione)

Un bacio
Mariella
Io non mi sento italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono (G. Gaber)
Avatar utente
MariellaCiurleo
 
Messaggi: 1177
Iscritto il: 24/08/2006, 11:31
Località: Roma (Q.re Talenti)

Messaggioda sENZApretese » 26/09/2007, 18:55

Ho impastato ieri sera, le foto e le considerazioni dei vari passaggi sono del tutto uguali a quelli di Mariella Ciurleo, per cui evito di postare; l'unica differenza riguarda la vaniglia, che non ho usato. Ho lasciato le due frolle nature per valutarne il sapore senza altri aromi.
Nella prima frolla, quella con più burro, ho messo 125 gr di zucchero, rispettando le proporzioni originarie della ricetta di Santin.
Stasera cuocio e relaziono :D
Enza
Avatar utente
sENZApretese
 
Messaggi: 770
Iscritto il: 11/08/2006, 18:00
Località: provincia di Palermo

Messaggioda Glutine » 26/09/2007, 19:31

Io ho preparato il primo impasto, che giace in frigo...
Stasera volevo fare il secondo.

Vi chiedevo, ma la fase successiva della sperimentazione è rifare gli stessi impasti partendo da burro freddo e sabbiatura con la farina?

Se no, volevo provare a seguire quest'ultimo procedimento per il secondo impasto. Anche perche' sto facendo dei video...
Avatar utente
Glutine
 
Messaggi: 2051
Iscritto il: 12/02/2005, 14:52
Località: Bologna

Messaggioda TeresaDeMasi » 26/09/2007, 19:42

--- Glutine --- ha scritto:
Vi chiedevo, ma la fase successiva della sperimentazione è rifare gli stessi impasti partendo da burro freddo e sabbiatura con la farina?

Se no, volevo provare a seguire quest'ultimo procedimento per il secondo impasto. Anche perche' sto facendo dei video...


Io direi di aspettare, per farla tutti insieme... che dici? Se no, tu ti perdi la seconda frolla... :-)

Tanto, il via al secondo round lo possiamo dare anche tra un po', quando ci siamo "disintossicati"... :grin:

/video? Ce li fai vedere, poi? :???:
Vi è piaciuto quello che avete letto? Se vi va, potete ringraziarci aiutandoci a crescere condividendo questo post nelle vostre bacheche. Grazie a chiunque deciderà di farlo.
Il mio blog: http://www.scattigolosi.com
Avatar utente
TeresaDeMasi
Site Admin
 
Messaggi: 25519
Iscritto il: 02/05/2002, 20:14
Località: Formigine (MO)

Messaggioda Glutine » 26/09/2007, 20:46

Teresa/gennarino ha scritto:
--- Glutine --- ha scritto:provare a seguire quest'ultimo procedimento per il secondo impasto


Io direi di aspettare, per farla tutti insieme... che dici? Se no, tu ti perdi la seconda frolla... :-)


Ok, è che è una gran noia aspettare che il burro si ammorbidisca. Mi sa che è applicherò questo metodo solo di estate. A naso, credo che da burro morbido o freddo più o meno si ottenga lo stesso risultato... Faremo le prove e vedremo.

Cmq, forse era meglio fare 1 sola ricetta nei modi burro morbido e burro freddo in modo da cuocerle insieme e vedere *subito* la differenza... Però c'e' chi l'ha congelata e ci sapra' dire...

I video arrivano...
Avatar utente
Glutine
 
Messaggi: 2051
Iscritto il: 12/02/2005, 14:52
Località: Bologna

Messaggioda sENZApretese » 26/09/2007, 22:59

Ho impastato ieri sera, se cuocessi domani sera pensate che il risultato sarebbe falsato da un riposo di 48 ore?
Ditemi di no... sono stanca e morta di sonno.... :grin:
Enza
Avatar utente
sENZApretese
 
Messaggi: 770
Iscritto il: 11/08/2006, 18:00
Località: provincia di Palermo

Messaggioda TeresaDeMasi » 26/09/2007, 23:04

s_enza_pretese ha scritto:Ho impastato ieri sera, se cuocessi domani sera pensate che il risultato sarebbe falsato da un riposo di 48 ore?
Ditemi di no... sono stanca e morta di sonno.... :grin:


Assolutamente no!:D

/e spegni subito il pc, prima che glutine mi contraddica!:P
Vi è piaciuto quello che avete letto? Se vi va, potete ringraziarci aiutandoci a crescere condividendo questo post nelle vostre bacheche. Grazie a chiunque deciderà di farlo.
Il mio blog: http://www.scattigolosi.com
Avatar utente
TeresaDeMasi
Site Admin
 
Messaggi: 25519
Iscritto il: 02/05/2002, 20:14
Località: Formigine (MO)

Messaggioda Glutine » 26/09/2007, 23:05

Teresa/gennarino ha scritto:/e spegni subito il pc, prima che glutine mi contraddica!:P


Ma cosa vuoi che contraddica... la frolla sta in frigo anche 5 gg :D
Avatar utente
Glutine
 
Messaggi: 2051
Iscritto il: 12/02/2005, 14:52
Località: Bologna

Messaggioda sENZApretese » 26/09/2007, 23:13

:grin:
Enza
Avatar utente
sENZApretese
 
Messaggi: 770
Iscritto il: 11/08/2006, 18:00
Località: provincia di Palermo

Messaggioda orione » 27/09/2007, 9:19

Mariella Ciurleo ha scritto:a colazione ho assaggiato un biscotto di ogni tipo e mi pare che la prima frolla si conservi meglio ed, anzi, sia migliorata


confermo! :sad:
la trovo ideale per pasticcini o piccola pasticceria.
Avatar utente
orione
 
Messaggi: 700
Iscritto il: 10/10/2005, 15:44
Località: Modena

Messaggioda orione » 27/09/2007, 9:23

--- Glutine --- ha scritto:è che è una gran noia aspettare che il burro si ammorbidisca. Mi sa che è applicherò questo metodo solo di estate


potrei averlo scritto io! :grin:
Avatar utente
orione
 
Messaggi: 700
Iscritto il: 10/10/2005, 15:44
Località: Modena

Messaggioda TeresaDeMasi » 27/09/2007, 9:26

orione ha scritto:
--- Glutine --- ha scritto:è che è una gran noia aspettare che il burro si ammorbidisca. Mi sa che è applicherò questo metodo solo di estate


potrei averlo scritto io! :grin:


Boh, io lo sbatto fuori dal frigo al mattino e lo lascio li' fino a quando torno. Non mi pare poi sto gran problema... :-)
Vi è piaciuto quello che avete letto? Se vi va, potete ringraziarci aiutandoci a crescere condividendo questo post nelle vostre bacheche. Grazie a chiunque deciderà di farlo.
Il mio blog: http://www.scattigolosi.com
Avatar utente
TeresaDeMasi
Site Admin
 
Messaggi: 25519
Iscritto il: 02/05/2002, 20:14
Località: Formigine (MO)

Messaggioda Primavera » 27/09/2007, 11:32

--- Glutine --- ha scritto:

Cmq, forse era meglio fare 1 sola ricetta nei modi burro morbido e burro freddo in modo da cuocerle insieme e vedere *subito* la differenza... Però c'e' chi l'ha congelata e ci sapra' dire...

I video arrivano...

Mi sembre che, con il procedere del lavoro, le idee si chiariscano; ero partita con la proposta dei 2 impasti ipotizzando di osservare le differenze variando la quantità di burro, ora si possono fare tante altre ipotesi, quello che mi pare si confermi è l'utilità di lavorare "per confronto".
Di solito, parlo per me, mi capita di preparare frolle a distanza di tempo, quindi di non ricordare le differenze, di andare sempre a sensazione, anche perchè raramente ho la pazienza di scrivere appunti dopo ogni preparazione. Certo, se facessimo i pasticceri... Ma anche in quel caso mi sono capitate pessime crostate :-D :)
Se prepari il video con la sabbiatura della farina, sarà certamente utile a tutti!
Primavera
Avatar utente
Primavera
 
Messaggi: 2901
Iscritto il: 16/07/2006, 20:27
Località: Milano

PrecedenteProssimo

Torna a Che ci frolla per la testa?

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

by Scatti Golosi

La redazione di questo forum è costituita anche da diversi blog che ne condividono il progetto, e cioè:
buzzoole code