Pagina 1 di 6

il pasticciotto alla crema e amarena*

MessaggioInviato: 14/06/2008, 17:09
da rimmel
il pasticciotto è la versione monoporzione della pizza di cema e amarene di Napoli
pasta frolla:
500 gr.di farina 00
200 gr.di strutto
100 gr.di zucchero
2 cucchiaini da caffè di miele
1 uovo + 1 tuorlo

lavorare la pasta frolla come d'abitudine e farla riposare,meglio se fatta il giorno prima.

crema pasticcera:
1/2 lt.di latte fresco
6 tuorli
150 gr.di zucchero
75 gr.di farina
1 stecca di vaniglia
1 tazzina di liquore strega

il liquore va aggiunto alla crema cotta e raffredata.

250 gr amarene sciroppate

composizione:
imburrare e infarinare gli stampi,rivestirli di pasta frolla,mettere la crema e le amarere e coprire con altra frolla,cuocere secondo il vostro forno,spolverare di zucchero a velo.
con questa dose ho preparato 13 pasticciotti.

Nota aggiuntiva: ricordarsi di spennellare i pasticciotti di uovo sbattuto, prima di inforanre. :)

Re: il pasticciotto

MessaggioInviato: 14/06/2008, 18:58
da Adriano
bbbuoni! Li faccio spesso anche io, e se posso metto del pan di spagna sbriciolato tra la crema e la frolla. Dello strega non sapevo...
Li hai provati ad Amalfi? C'era un piccolo bar, più o meno di fronte alla cattedrale, famoso per i pasticciotti (migliori di quelli di Panza).
Non fori la calotta prima di infornare?
Forse è una ricetta da tradizioni :shock:

Re: il pasticciotto

MessaggioInviato: 14/06/2008, 19:05
da TeresaDeMasi
rimmel ha scritto:il pasticciotto è la versione monoporzione della pizza di cema e amarene di Napoli
.


Potrei svenire per un pasticciotto!!! :sad:

/tu, quindi non usi l'ammoniace nella frolla? Ciccioformaggio ne suggeriva l'uso e devo dire che provandoci non ci sta affatto male... comunque, per chi non li conoscesse, uno dei dolci piu' libidinosi che io conosca... :)

Re: il pasticciotto

MessaggioInviato: 14/06/2008, 21:52
da Primavera
Come sono fatti gli stampi per cuocerli?

Re: il pasticciotto

MessaggioInviato: 14/06/2008, 23:06
da mariafatima
Con tutto il rispetto per i pasticciotti della costa amalfitana, :? ma la patria del pasticciotto è Lecce.Un dolce da svenimento presente in tutti i bar della citta, ma ce ne sono alcuni, che io conosco,che li fanno proprio straordinari,Sì, i nostri hanno l'ammoniaca .Le formine sono ovali e qui si trovano ovunque.La copertura si deve bucherellare altrimenti si forma all'interno un buco d'aria

Re: il pasticciotto

MessaggioInviato: 14/06/2008, 23:12
da TeresaDeMasi
mariafatima ha scritto:Con tutto il rispetto per i pasticciotti della costa amalfitana, :? ma la patria del pasticciotto è Lecce.Un dolce da svenimento presente in tutti i bar della citta, ma ce ne sono alcuni, che io conosco,che li fanno proprio straordinari,Sì, i nostri hanno l'ammoniaca .Le formine sono ovali e qui si trovano ovunque.La copertura si deve bucherellare altrimenti si forma all'interno un buco d'aria


Oddio, puglia e campania facevano parte dello stesso regno, una volta. Borbonico, nella fattispecie. Niente di piu' facile che i pasticciotti fossero diffusi sia sul versante adriatico che su quello tirrenico. E i pasticcini, io, li ricordo da sempre, non sono certo un dolce di importazione. :)

Re: il pasticciotto

MessaggioInviato: 14/06/2008, 23:39
da rimmel
TeresaGennarino ha scritto:
rimmel ha scritto:il pasticciotto è la versione monoporzione della pizza di cema e amarene di Napoli
.


Potrei svenire per un pasticciotto!!! :sad:

/tu, quindi non usi l'ammoniace nella frolla? Ciccioformaggio ne suggeriva l'uso e devo dire che provandoci non ci sta affatto male... comunque, per chi non li conoscesse, uno dei dolci piu' libidinosi che io conosca... :)

Teresa questa è un'altra ricetta presa dai quaderni di mio padre,dove ci sono due ricette di frolla,una è quella classica che lui chiama frolla friabile,l'altra è questa che si differenzia dalla prima per la presenza del miele e c'è scritto frolla morbida per sfogliatelle e pasticciotto,.
Adriano ha scritto:bbbuoni! Li faccio spesso anche io, e se posso metto del pan di spagna sbriciolato tra la crema e la frolla. Dello strega non sapevo...
Li hai provati ad Amalfi? C'era un piccolo bar, più o meno di fronte alla cattedrale, famoso per i pasticciotti (migliori di quelli di Panza).
Non fori la calotta prima di infornare?
Forse è una ricetta da tradizioni :shock:

Ho forato sia il fondo che la calotta,forse dovevo bucare un po' di più,ma avevo paura che uscisse la crema.
antonia

Re: il pasticciotto

MessaggioInviato: 15/06/2008, 0:00
da TeresaDeMasi
rimmel ha scritto:Teresa questa è un'altra ricetta presa dai quaderni di mio padre,dove ci sono due ricette di frolla,una è quella classica che lui chiama frolla friabile,l'altra è questa che si differenzia dalla prima per la presenza del miele e c'è scritto frolla morbida per sfogliatelle e pasticciotto,.


La provero' senz'altro e ti raccontero': il pasticciotto e' uno dei miei dolci preferiti. :)

Re: il pasticciotto

MessaggioInviato: 15/06/2008, 7:58
da mariafatima
Rimmel, mi passi la ricetta del tuo papà della frolla classica? Mi piace sempre confrontare

Re: il pasticciotto

MessaggioInviato: 15/06/2008, 10:05
da rimmel
TeresaGennarino ha scritto:
rimmel ha scritto:Teresa questa è un'altra ricetta presa dai quaderni di mio padre,dove ci sono due ricette di frolla,una è quella classica che lui chiama frolla friabile,l'altra è questa che si differenzia dalla prima per la presenza del miele e c'è scritto frolla morbida per sfogliatelle e pasticciotto,.


La provero' senz'altro e ti raccontero': il pasticciotto e' uno dei miei dolci preferiti. :)

Teresa la pasta si presenta molto morbida,io lo stesa sulla carta forno e da cotta non si sbriciola,ma rimane morbida e si amalgana perfettamente con il ripieno,proprio come quella delle sfogliate.
mariafatima ha scritto:Rimmel, mi passi la ricetta del tuo papà della frolla classica? Mi piace sempre confrontare

Questa è l'altra ricetta:
500 gr.di farina,200 gr.di strutto,200 gr.di zucchero,120 gr.di liquidi dati dal peso di un'uovo e il rimante di acqua.
antonia

Re: il pasticciotto

MessaggioInviato: 15/06/2008, 14:06
da marialetizia
Che buoni! Brava Antonia, teniamo viva questa tradizione!
L'ammoniaca io non ce la metterei, so che usa nella pasticceria secca, l'umido della crema non potrebbe compromettere il risultato finale?
Comunque, Napoli o Lecce, sono tutti discendenti dei bocconotti.

Re: il pasticciotto

MessaggioInviato: 15/06/2008, 17:33
da rimmel
Primavera ha scritto:Come sono fatti gli stampi per cuocerli?

sono questi,ciao
antonia
Immagine

Re: il pasticciotto

MessaggioInviato: 15/06/2008, 18:17
da claudia
Chissà se trovo amarene sciroppate come si deve in questa città noddica...
Antonia tu quali usi?

Re: il pasticciotto

MessaggioInviato: 15/06/2008, 18:20
da SteO153
claudia ha scritto:Chissà se trovo amarene sciroppate come si deve in questa città noddica...
Antonia tu quali usi?

Qui (alla COOP) trovo le Fabbri nel vasetto bianco. Non mi piacciono le amarene sciroppate, quindi non so dirti se sono buone o meno.

Re: il pasticciotto

MessaggioInviato: 15/06/2008, 21:09
da mariafatima
Ecco, il pasticciotto leccese ha la forma ovale e pertanto gli stampini sono appunto ovali.Purtroppo non ho l'occorrente per fare la foto